Spalletti: “Il rosso a Vermaelen ci ha penalizzato. Dzeko bischero? Sto dalla sua parte” (FOTO e AUDIO)

2

PORTO-ROMA/LE INTERVISTE –  Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso Spalletti dopo il match del “Dragao”.

POST PARTITA

SPALLETTI IN CONFERENZA STAMPA

Risposte in campo per sabato?
“Io sono soddisfatto di entrambi i tempi, mi fa piacere anche aver visto questa seconda faccia che non conoscevo. Mi aspettavo che cominciassimo con personalità giocando palla e facendo la partita. Probabilmente mi aspettavo anche che, dopo il vantaggio, giocatori esperti come i miei sapessero gestire di più quei momenti in cui gli abbiamo riconcesso il pallino. Loro sono bravi nel trovare giocatori con qualità ed estro negli esterni, dietro i mediani. Poi vanno palla sui piedi. Quando abbiamo dato e concesso qualcosina di troppo hanno preso dei vantaggi. Pensavo che facessimo meglio su questo. Nel secondo tempo invece si sono messi a disposizione con fatica, sono stati bravi nella disponibilità e nella ricerca di far metri e contrasti”.

La promozione in campo di Paredes spazza via le voci di un’eventuale cessione?
“Se si spazza questo poi di cosa scrivete? Si va a parlare di situazioni di calcio. Paredes per noi è importante, il problema è diverso. Avendo una squadra di questo livello Paredes si aspetta di giocare con continuità sempre, cosa che non è possibile sempre. E’ piuttosto suo il pensiero che non nostro, noi l’abbiamo sempre pensata allo stesso modo. E’ un giocatore forte, e quelli come lui possono dare il via a delle situazioni di mercato. Quasi tutte le squadre hanno bisogno di incassare. Non cambia niente, noi con l’arrivo di Bruno Peres al momento siamo fermi”.

Ieri De Rossi parlava di una battaglia. Oggi è sembrato un lottatore, invece Florenzi è sembrato in difficoltà su Ottavio…
“De Rossi è esperto, sa bene cosa aspettarsi. L’inferiorità numerica ha dato una spinta in più agli avversari, ma è stato in campo con forza. Florenzi ha fatto quello che gli è stato chiesto. Fino a quando l’ho sostituito ha fatto benissimo la sua parte. Stasera chi è stato in campo ha riempito la partita, non ha pensato solo a se stesso ma anche a dare un contributo per i compagni e per la squadra portando a casa un buon risultato”.

17 08 2016 Porto Roma Spalletti

SPALLETTI A PREMIUM SPORT

C’è più rammarico per le occasioni sperate o per non essere riusciti a ripartire?
“Io in generale sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Se poi devo andare a fare il tecnico, abbiamo perso troppi palloni nel primo tempo, perché poi si permetteva a loro di uscire. Abbiamo perso dei palloni che potevamo evitare e ci hanno messo in difficoltà. però in generale la squadra mi è piaciuta tantissimo per l’atteggiamento e la volontà”.

Una squadra avanti sul piano fisico?
“Visto da fuori sembra così. Però abbiamo perso qualche palla con cui ci siamo messi in difficoltà, perché ci siamo messi nelle condizioni di dover rincorrere sempre l’avversario e il principio è sbagliato”.

Stasera è contento dell’atteggiamento mentale quindi…
“Stasera nello spogliatoio, alla fine del primo tempo, abbiamo dovuto riordinare le idee tatticamente. Son cose normali. Salah nel secondo tempo ha fatto una grandissima partita, sacrificandosi tantissimo. Dzeko poteva far meglio, ma si è messo a disposizione mettendosi a marcare il mediano basso degli avversari. Sapevo di avere una squadra forte e questa sera i ragazzi me lo hanno confermato”.

Tatticamente siete stati presi dietro la line adifensiva un paio di volte però…
“Noi abbiamo sempre tentato di far la partita. Loro provavano a prenderla, ma non ci riuscivano mai. Poi si può anche tenere la palla nella propria metà campo, ma se giocano nella tua mediana ed entrano nella via di mezzo diventano pericolosi perché ti entrano nella linea difensiva. Purtroppo il rosso di Vermaelen ci ha penalizzato, però la linea alta ci ha permesso di tenerli lontani dalla nostra porta e noi lì abbiamo fatto bene”.

A Dzeko, quando non ha preso il rigore, le ha detto bravo o bischero?
“Io sto sempre e lo sarò per tutta la stagione dalla parte di Dzeko (ride ndr)”.

Il fallo di Vermaelen è un’ingenuità?
“Il secondo fallo no, perché se l’avversario gli scappa va in porta e lì il fallo lo deve fare. Il primo intervento però era ingenuo ed evitabile. Quando siamo rimasti alti però, siamo stati bravi perché loro non si sono avvicinati alla nostra area”.

Un giudizio su Alisson?
“A me è sembrato forte, anzi fortissimo. Proprio perché era all’esordio. Ha giocato spesso con i piedi all’inizio, poi è stato più rinunciatario. Ha fatto dei grandi interventi. Siamo contenti di questo, ce lo aspettavamo. La sua scelta è stata forte, in questo momento era più pronto. Szczesny ha fatto pochi allenamenti. Conosco bene Szczesny, Alisson l’ho conosciuto. Siamo contento di avere due portieri di questo livello.Li ho visti lavorare, li ho visti in faccia, li ho conosciuti e sapranno lavorare bene in coppia. Avere due forti nello stesso ruolo, se non si collabora insieme, diventa più difficile. Invece con loro sono convinto che riusciranno a farlo”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Vermaelen fa 2 falli clamorosi (il primo senza senso) perché non può essere sereno e lucido in campo dopo dopo appena una settimana con la nuova squadra. Il rosso è la diretta conseguenza di un mercato balordo e improvvisato, come balorda è l’idea di dare via Paredes e il fatto di aver preso una pippa completa come Palmieri …poteva causare 2 rigori non uno solo…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here