Si complicano i piani per l’Europa League: la Roma rischia i preliminari

8

EUROPA LEAGUE ROMA LAZIO – Con la vittoria della Coppa Italia da parte della Lazio, i piani per entrare in Europa della Roma si complicano; i biancocelesti, anche non rientrando nelle prime 6 posizioni, hanno l’accesso diretto all’Europa League. I giallorossi, classificandosi sesti, dovrebbero quindi giocare i preliminari del torneo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

8 Commenti

  1. Momento più triste della ns storia spero che Baldini e Pallotto siano soddisfatti di aver tolto le bandiere di questa squadra prima il capitano poi il condottiero ora manca solo che ci tolgano la voglia di tifare e ci usino come bancomat da svuotare… VERGOGNATEVI ANDATE VIA DALLA NS AMATA ROMA FUORI DALLE PA.. È!!!!!!

    • Purtroppo si. Il regolamento dice che la squadra classificata 5 e la vincitrice della coppa Italia (o finalista se l’altra squadra partecipava a champions/europa league attraverso il campionato) si qualificano alla fase a gironi, mentre la sesta va ai preliminari. Credo che sia nuova di quest’anno, mentre lo scorso se la vincitrice della coppa Italia era già qualificata allora si liberava lo slot della settima posizione.

  2. Ho la vaga sensazione che la Roma perdera’ le ultime due partite .. e questo sicuramente grazie al tempismo col quale un grande presidente e fine psicologo, ha comunicato la fine della storia di de rossi con la roma .. a voi definirlo veramente .. grande? fine? oppure un co@@@@ne .. ?

    • Sicuramente l’ultima definizione e` quella che gli si adatta meglio ,ma aggiungerei che fa questo perche` in fondo della Roma calcio non gliene frega nulla ,il suo interesse e non mettere mai un soldo ,quindi rsparmiare sugli ingaggi ,vendere e fare plus valenze ,se poi vincono o perdono non fa differenza ,il suo obiettivo non sono scudetto o coppa ma lo stadio unico mezzo reale per impinguare le sue casse monetarie.
      Ripeto ,come detto altre volte non e` un presidente di una squadra di calcio ma un affarista.

  3. Dopo il 26 maggio, un altro momento duro.. io ripartirei con semplici o de zerbi per il progetto giovani in cui crede la società.. siamo stati superati anche per trofei dalla Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here