Rudiger: “Tra Roma e Chelsea non c’è paragone”

21

NOTIZIE AS ROMA – Antonio Rudiger torna a parlare dopo il suo trasferimento al Chelsea. Il centrale difensivo tedesco, ha rilasciato la sua prima intervista da calciatore ‘Blues’ a Bein Sports, esprimendosi riguardo l’impatto avuto con la nuova esperienza e i motivi che lo hanno convinto a cambiare squadra: “Non voglio mancare di rispetto a nessuno, ma tra Roma e Chelsea non c’è paragone. La Roma è ugualmente una grande squadra ma il Chelsea è di un altro livello. Tra i motivi della mia scelta c’è l’allenatore, Antonio Conte, un tecnico fantastico che ha migliorato molti giocatori, come Marcos Alonso e Moses nella passata stagione. E’ stato uno dei motivi per cui volevo far parte del Chelsea”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

21 Commenti

  1. FORZA ROMA, esordisco cosi a scanso di equivoci, non credo abbia detto nulla di male o scandaloso, è la amara verità, certo non possiamo, per ora e non so per quanto ancora, paragonarci al Chelsea o alle altre grandi d’europa, ce lo avevano fatto credere che ora dopo 5/6 anni saremmo stati al loro livello, ma, senza polemiche, non è andata cosi… non possiamo che sperare in bene per il futuro, prima o poi la fortuna ci sorriderà, in tutti i sensi!

    • caro gatov,
      non certo con questa dirigenza… da una dirigenza che non riesce neppure a trovare uno sponsor per le magliette… cosa vuoi aspettarti?!
      Sono incapaci, dilettanti, e non gli importa nulla della squadra.. che è vista solamente come mezzo per fare trading… e tenersi a galla in attesa della speculazione edilizia; se passa quella roma sarà abbandonata alla deriva… d’altronde il nostro illustre presidente è stato sincero quando ha detto: “o mi fanno fare lo stadio o me ne vado”.. cosa deve dirti di più?!
      Per questo sono stati presi due intermediari come Sabatini e Monchi.. quest’ultimo incidentalmente nel suo fare trading ha pure vinto qualcosa.. ma credo siano stati “semplici incidenti di percorso”.. vedrete vedrete

      • Hola, al final una persona sensata, desgraciadamente es la pura realidad, cuando he escrito las mismas cosas en distintos sitos, me han dicho que soy de la Lacio que escribo de Italia y no es verdad soy hijo de italiano y escribo desde España y Monchi lo conozco bien, buen profesional pero ha sido contratado solo para comprar barato y vender caro. ¡Con esta propiedad nunca se ganará nada! Un saludo.

      • Incidentalmente Monchi ha vinto 9 trofei (5 Europa League). Immagino tu sia molto più vincente di lui nel tuo lavoro…
        Criticare è legittimo, ma questa è pura denigrazione e mancanza di rispetto per le qualitò altrui.

      • gestione pallotta: 7o posto, 6o posto e finale di coppa italia, 2o -2o -3o -2o. tutta la differenza fra i fatti e le chiacchiere. sensi (sia sempre lodato il suo nome) ha vinto il campionato al nono tentativo, e siappiamo tutti che se la lazio non avesse vinto il campionato precedente, sicuramente non avrebbe speso 70 miliardi per una gamba di batitusta, gamba risultata fondamentale per lo scudetto. e nonostante le ambizioni, anche sensi, tranne in rari casi, ha sempre dovuto vendere giocatori per quesioni di bilancio: – inter del triplete: samuel, chivu, mancini, – juve di capello: zebina, emerson e cristiano zanetti, milan: cafu e mexes; più aquilani al liverpool.

  2. La sua dichiarazione : una buona ragione per non rimpiangere la sua partenza… Ma perché sono così’ cretini, in termini di dichiarazione? Invece di ringraziare e basta….

  3. penso che Rudiger, visto com’è migliorato a Roma, forse avrebbe fatto meglio ad essere più diplomatico. Le cessioni che ha fatto o dovesse fare la Roma vanno valutate alla distanza, non ora. A parte Salah. I soldi che possono spendere i club inglesi non sono gli stessi di molti club italiani. In estate, poi, coime sempre vincono tutti, io aspetterei

  4. Interessante come i giocatori che appena ci lascino, alla loro prima intervista, gettino m…a sulla nostra squadra, dimenticandosi, come per incanto, quanto venissero idolatrati dai nostri tifosi. Tifosi che molto spesso incolpano la Società di averli mandati via immeritatamente, sconvolgendo anche la coesione dello spogliatoio, dove i partenti erano apprezzati e stimati. Nessuno di questi ringrazia la Società, la squadra ed i tifosi, per il miglioramento fatto a Roma che ha poi permesso loro di approdare in squadre più blasonate. Il fatto è che siamo troppo romantici e ci innamoriamo di personaggi che non esistono e non meritano, perché, giustamente per loro, guardano solo ai soldi, mentre noi guardiamo al cuore, alla solidarietà, alla romanità, tutte cose da eroi romantici del passato. La realtà è un’altra! Lo sappiamo benissimo anche noi che non siamo al livello del Chelsea. Non c’era bisogna che ce lo ricordassi tu, caro Antonio Rudiger, dopo che ti abbiamo preso rotto e ti abbiamo rimesso in sesto per andar via dove tu volevi andare. Forza Roma! siamo più forti senza te!

  5. Stessa cosa se potrebbe di tra te e Bonucci mio caro Rüdiger, scemo Conte che con gli stessi soldi ci poteva prendere lui, seppur 6 anni più vecchio resta anni-luce superiore a te, visto che fa anche i gol oltre che è tecnicamente 3 categorie superiore.
    Un minimo di rispetto e riconoscenza verso la società che ti ha preso quando non eri nessuno e ti ha arricchito e reso famoso no eh?

  6. Non ha detto niente di male, ma non se dice…
    Quando ho cambiato fidanzata non ho certo detto davanti agli amici che avevamo in comune che quella nuova era piu’ bona… Irriconoscente, ignorante e anche un po leccaculo dei nuovi datori di lavoro se permettete.

  7. Cosa vi aspettate che dicesse, che Roma è un paradiso e il Chelsea, che adesso lo riempie di soldi, è una cloaca?!?! Non colpevolizziamo troppo le società che, con le regole di questo palazzo, sono in balia di calciatori e procuratori: valutazioni pazzesche, mercato senza controllo, contratti che valgono carta straccia, procuratori che fanno il bello e il cattivo tempo…e, infine, giocatori che, quando sono colti, hanno un cervello da 5^ elementare…….In questo contesto la Roma deve crescere e per competere deve farsi lo stadio (campa cavallo), con questa classe politica, se così si può definire. E in un contesto come Roma, chiaro?!?!? Non mi pare ci sia nulla da aggiungere……

  8. il chelsea è meglio della roma? purtroppo ancora si. poteva star zitto o dichiarare soltanto “sto qui per conte”? si, decisamente. io sarei più preoccupato per l’inter, perchè rudiger lavorava con spalletti, mica con difra

  9. chissa che ne pensa lulic de ste dichiarazioni … a parte gli scherzi, lo sapevamo anche se non ce lo diceva, ergo, e’ un pupazzo che cerca di di farsi amici i tifosi che manco sapevamo chi era … speramo che ce tocca in champions e je famo 3 pappine …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here