Roma-Sampdoria. Osti: “Gli episodi saranno giudicati nelle sedi opportune”

3

ROMA-SAMPDORIA, LE INTERVISTE –  Tutte le dichiarazioni dei protagonisti blucerchiati in occasione del match Roma-Sampdoria dello Stadio Olimpico.

POST PARTITA 

DS OSTI A PRIMOCANALE 

“Non sono la persona che deve giudicare l’episodio. Come ho detto nel pomeriggio, penso che l’episodio verrà giudicato nelle sedi opportune quindi non sono in grado di giudicare. Io giudico la partita, la prestazione e quanto di buono abbiamo fatto nel primo tempo; nel secondo tempo la Roma ci ha messo in difficoltà, ci ha messo alle corde, ma dopo direi dieci minuti iniziali dove la squadra ha sofferto molto, aveva comunque preso le misure per certi aspetti alla Roma anche se poi ha avuto altre occasioni, ma anche noi le abbiamo avute.

Penso che il risultato di parità fosse il più giusto e sinceramente la partita, in quel momento, aveva preso un’inerzia verso un due a due che secondo me aveva rispecchiato anche i valori in campo. Penso sia giusto ripartire da quanto di buono abbiamo fatto perché era un test molto severo quello di oggi nel senso che questa squadra, che è molto giovane, era alla prima gara di un certo livello in uno stadio che può mettere in difficoltà chiunque e contro una squadra costruita per raggiungere grossi obiettivi. Penso che questo esame sia stato superato bene dalla Samp. Detto questo, pensiamo alle cose positive, pensiamo al Milan di venerdì sera, il resto non voglio giudicarlo”.

REGINI SU TWITTER

“Sconfitta che brucia. La lunga pausa ha cambiato l’inerzia della partita e un episodio l’ha decisa. Avanti con coraggio”.

VIVIANO A SAMPDORIA TV

”Dispiace, però ci portiamo la parte positiva di questa gara, la prestazione il fatto di essere venuti a giocare a viso aperto in un campo difficile che ci fa sperare bene per il futuro. Sono contento per la mia prestazione, ma dobbiamo pensare a quello che abbiamo fatto di buono e non lasciarsi amareggiare da un probabile errore dell’arbitro, fanno parte del gioco, arriveranno anche a vantaggio nostro. Dobbiamo mantenere questa mentalità, questo spirito e concentrazione da squadra. La fortuna aiuta gli audaci e ci porteremo anche gli arbitri dalla nostra. Ora arriva il Milan un’altra gran bella squadra ma giochiamo davanti ai nostri tifosi. Io credo che oggi la Sampdoria esca da questa gara molto più convinta di se stessa”.

FERRERO IN MIXED ZONE

“Dzeko è un bravo attore, lo prenderei per fare un film con Paolo Villaggio. C’è stato un piccolo contatto, ha perso il pallone e si è buttato per terra. Rigore? Secondo me va cambiato tutto il sistema arbitrale della FIGC. Nel calcio ci vogliono testa e cuore. Il signor Giacomelli non deve ridere, lo abbiamo visto io e altre 10 persone. Perché lì dà un’impressione che magari non gli appartiene. Un errore ci può essere, però se ride comincia a essere un po’ più antipatica la cosa. Il calcio è sport, certi errori sono ingiustizie. Nella passata stagione mi hanno dato 10 partite contro. Totti? Ha riportato l’entusiasmo, ha riportato il gioco, ha ridato l’animo. Totti è sempre Totti”.

MURIEL IN MIXED ZONE

“Ho giocato due gare da ottanta minuti a quaranta gradi e questo ha influito tanto nel mio rendimento. Ho cercato di dare il massimo nei minuti che sono rimasto in campo”. 

Per te la Sampdoria oggi era inferiore alla Roma?
“No abbiamo dimostrato di essere una grande squadra e di stare bene. Nel primo tempo dovevamo chiudere la partita e stare 4-1. Nella ripresa con la pausa loro hanno avuto tante occasioni e potevano vincere 5-2 6-2”.

Il campo com’era nel secondo tempo?
“Bene bene, si poteva giocare tranquillamente”. 

Cosa ne pensi del rigore?
“Da lontano sembrava di no. Nello spogliatoio tutti dicevano di no, sono episodi che ti fanno male. Se non ci fossero sarebbero meglio. Era una partita che se finiva 2-2 era più giusto”. 

Si spera che ci sarà equità in futuro:
“Si spero che sia cosi e non sono sicuro che se fosse capitato a noi ce lo avrebbe dato. Deve essere la stessa misura per tutti”. 

MURIEL A SKY SPORT

L’ora di stop vi ha creato problemi?
“Ho fatto una bella rete. Io personalmente ho subito il ritorno dal Sud America e ho sentito la stanchezza che insieme alla pausa ci ha fatto male. Loro sono rientrati meglio e hanno avuto tante occasioni da reti ma per me poteva finire pari”.

Un gol alla Muriel:
“Cerco di essere sempre pronto è questo l’obiettivo della mia stagione. Nessuno se lo aspettava il mio gol”.

Cosa pensa uno come te quando vede un 40enne decidere ancora le gare:
“Quello che pensiamo tutti. Totti è un grande campione che ha fatto la storia del calcio e continua a farla. Ci fa godere a tutti”.

DS OSTI IN MIXED ZONE

Siamo amareggiati per come è andata la partita: per il risultato e perché avevamo fatto un gran primo tempo, mettendo la Roma in difficoltà. Poi c’è stato il loro ritorno nella ripresa, ma non dimentichiamoci che parliamo di una squadra con grandi obiettivi. Nel finale la partita stava scivolando sul 2-2, per via dell’inerzia che stava subentrando negli ultimi minuti. Invece c’è stato l’episodio del calcio di rigore, che non voglio né posso giudicare. Penso che questo fischio sarà giudicato dagli organi competenti nelle sedi più opportune. Il rammarico resta. Il bello del calcio è che ogni settimana si gioca e venerdì prossimo scendiamo in campo già in anticipo col Milan. Una gara a cui teniamo molto e che è molto importante. Ritengo che la prestazione di oggi sia stata buona, per cui prendiamo quanto di buono abbiamo fatto oggi e pensiamo a preparare al meglio la prossima partita.

INTERVALLO

MURIEL A SPORT MEDIASET

Grandissimo gol e l’applauso di Totti:
“Sono contento per il gol. L’applauso di Totti è stato bellissimo”.

Ti sei toccato la coscia:
“Sono un po’ stanco, ho fatto un lungo viaggio e due partite con la Nazionale”.

PRE PARTITA

ALVAREZ A SKY SPORT

“Tutte le partite sono difficili e dobbiamo affrontarle allo stesso modo. Abbiamo fatto ottime prestazioni in queste due partite, dobbiamo continuare su questa strada perché siamo ancora all’inizio. Di fronte abbiamo una grande squadra per fare una grande gara”.

ALVAREZ A ROMA TV

Sarà una Sampdoria senza paura?
“Dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo. La Roma è una squadra forte ma noi sappiamo cosa dobbiamo fare e non abbiamo paura di farlo. Faremo il nostro gioco con i nostri mezzi”.

Quanto è importante il ruolo da trequartista?
“E’ importante perché Giampaolo vuole sempre avere il possesso palla. Ma la cosa più importante è lavorare di squadra”.

Juan Jesus?
“Ho un bel rapporto con lui: siamo stati insieme un paio di anni. Gli auguro il meglio, ma dalla prossima partita”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

3 Commenti

  1. @Marco … pigliati un Malox … ti perdi pure i conti degli anni in cui Pallotta è presidente. Rilassati, Fatti una vita e tifa la maglia. Viola, Ciarrapico, Sensi/Mezzaroma, Sensi (Franco), Sensi (Rosella) … guarda quanti ne sono passati e che abbiamo vinto ? Adesso sono arrivati gli americani .. hai una delle Juve più forti di sempre … e d’improvviso se non vinciamo è colpa di Pallotta ?? E dai che v’abbiamo sgamato te e gli amichetti tuoi. O meglio .. magari tu sarai pure in buona fede, ma credi troppo ai “fregnacciari”. Falso dossier docet. Saluti

    • I conti degli anni da cui gli americanstraccion sono pseudoproprietari fatteli tu che è meglio!!ahahaha….i fregnaccari (pallotto e company) mi sa che li ascolti tu. E ripassa la storia… le vittorie ,seppur poche,ci sono state. Soprattutto l’orgoglio di essere ROMANISTI.E’ semmai che abbiamo sgamato pallotto tuo, TE E I TUOI AMICHETTI FINTI ROMANISTI!!ahahaha… fatte una cura de fosforo!!!:)))) e ringraziate sempre quel numero 10 che attaccate sempre!!! Poi dite che siete della Roma ahahahaha TANAAAAAA

      • Io ho attaccato Totti ? Si, dopo l’intervista dello scorso anno. Poi, per il resto, vedo che non capisci e quindi mi fermo qui perchè vedo che proprio non riesci a seguire un ragionamento semplice. Viola quanti anni ha impegato prima di vincere uno scudetto ? Sensi quanti anni ha impiegato prima di vincere lo scudetto ? Ti leggo come storpi i nomi e sorrido: sei uguale a quei bambini che al parco, quando vedevano che non beccavano una palla…se la prendevano e dicevano: questa è mia e me la porto via… ahahah continua così Marco .. tu sì che sei romanista !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here