Roma-Liverpool 4-2. Una vittoria che sa di beffa, giallorossi ad un gol dai supplementari ma mancano 2 rigori

18

ROMA-LIVERPOOL FORMAZIONI UFFICIALI – Non bastano il cuore e i 70mila dell’Olimpico per ripetere il miracolo. Roma-Liverpool finisce con un 4-2 beffardo che accresce i rimpianti dei giallorossi per la sciagurata gara d’andata. I padroni di casa partono subito male quando all’ 8′ Nainggolan regala un pallone a centrocampo che lascia campo alla ripartenza dei Reds. Salah pesca libero Mané e l’attaccante batte con freddezza Alisson. La Roma allora carica a testa bassa e trova il pareggio in maniera fortunosa grazie ad una rocambolesca autorete di Milner. L’Olimpico si accende ma i giallorossi questa sera soffrono di troppe amnesie difensive. Sugli sviluppi di un corner la difesa si ferma e Wijnaldum è libero di staccare nel cuore dell’area riportando di nuovo il Liverpool in vantaggio. Si chiude così la ripresa con il sogno della finale sempre più lontano per la Roma. Ad inizio secondo tempo però Dzeko si carica la squadra sulle spalle e riacciuffa gli inglesi (52′). Alla Roma servono comunque tre gol per per andare ai supplementari. Dieci minuti più tardi è l’arbitro a spezzare i sogni di rimonta quando non vede un netto fallo di mano di Alexander-Arnold che para il tiro a botta sicura di El Shaarawy. La Roma però non demorde e all’85’ Nainggolan si fa perdonare scagliando in missile che non lascia scampo a Karius. C’è poco tempo ma i giallorossi ci credono e si riversano in avanti e all’ultimo minuto l’arbitro Skomina assegna un calcio di rigore per un tocco di mano in area di Klavan. Nainggolan è freddo e porta il risultato sul 4-2 ma non c’è più tempo. Il match si chiude con l’Olimpico intero che applaude i suoi gladiatori che hanno comunque regalato un sogno al popolo giallorosso. Peccato che si sia interrotto sul più bello.

SCARICA LA CARTELLA STAMPA DEL MATCH

Dall’Olimpico
Giulia Spiniello

Cronaca testuale
Dario Moio

ROMANEWS SEGUE L’EVENTO IN TEMPO REALE

FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-3-3) – 1 Alisson; 24 Florenzi, 20 Fazio, 44 Manolas, 11 Kolarov; 7 Pellegrini (53′ Under), 16 De Rossi (69′ Gonalons), 4 Nainggolan; 14 Schick, 9 Dzeko, 92 El Shaarawy (74′ Antonucci).
A disp.: 28 Skorupski, 25 Peres, 5 Jesus, 30 Gerson, 21 Gonalons, 17 Under, 48 Antonucci.
All.: Di Francesco

INDISPONIBILI: 26 Karsdorp (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro), 33 Silva (escluso lista Champions), 6 Strootman (contusione all’emicostato destro), 23 Defrel (problema alla caviglia), 8 Perotti (distorsione caviglia)
DIFFIDATI: –
SQUALIFICATI: –

LIVERPOOL (4-3-3) – 1 Karius, 66 Alexander-Arnold, 6 Lovren, 4 Van Dijk, 26 Robertson, 7 Milner, 14 Henderson, 5 Wijnaldum, 11 Salah , 9 Firmino (87′ Solanke), 19 Mané (81′ Klavan).
A disp.: 22 Mignolet, 2 Clyne, 17 Klavan, 18 Moreno, 29 Solanke, 28 Ings.
All.: Klopp

INDISPONIBILI: 32 Matip (infortunio alla coscia), 23 Emre Can (problemi alla schiena), 21 Oxlade-Chamberlain (infortunio al ginocchio), 12 Joe Gomez
DIFFIDATI: –
SQUALIFICATI: –

Arbitro: Skomina (Slovenia)
Assistenti: Praprotnik e Vukan
Addizionali: Jug e Vinčič
IV Uomo: Klančnik

Marcatori: 8′ Mané (L), 14′ Ag. Milner (R), 25′ Wijnaldum (L), 52′ Dzeko (R), 85′ Nainggolan (R), 92′ Nainggolan (R)
Ammoniti: Lovren (L), Florenzi (R), Robertson (L), Manolas (R)
Espulsi: –

LA CRONACA

SECONDO TEMPO

94′ – Finisce il match dell’Olimpico, non basta il 4-2.

93′ – GOOOOOOL ROMA! Nainggolan realizza il calcio di rigore.

92′ – Calcio di rigore per la Roma.

91′ – CAMBIO LIVERPOOL. Esce Alexander-Arnold, entra Clyne

89′ – Ammonito Solanke.

87′ – CAMBIO LIVERPOOL. Esce Firmino, entra Solanke.

85′ – GOOOOOOL ROMA! Missile di Nainggolan che con un tiro dalla distanza trova l’angolino e porta la Roma sul 3-2.

83′ – Ammoniti Robertons e Manolas.

81′ – CAMBIO LIVERPOOL. Esce Mané, entra Klavan.

80′ – OCCASIONE ROMA. Dzeko si presenta a tu per tu con Karius ma il portiere questa volta salva il Liverpool

77′ – Schick ci prova con un tiro dal limite ma il suo sinistro esce non di molto sopra la traversa.

75′ – Ammonito Florenzi.

74′ – CAMBIO ROMA. Esce El Shaarawy, entra Antonucci.

69′ – CAMBIO ROMA. Esce De Rossi, entra Gonalons.

68′ – OCCASIONE LIVERPOOL. Salah imbecca Firmino che sulla sua strada trova una grande risposta di Alisson.

65′ – Dzeko scappa sul filo del fuorigioco ma da buona posizione non inquadra la porta.

62′ – OCCASIONE ROMA. Azione rocambolesca della Roma con El Shaarawy che calcia da due passi ma Alexander-Arnold salva il Liverpool. Il tocco del difensore è nettamente con la mano ma l’arbitro non fischia.

59′ – OCCASIONE ROMA. De Rossi trova Under nel cuore dell’area ma il suo tiro finisce tra le braccia di Karius.

53′ – CAMBIO ROMA. Esce Pellegrini, entra Under.

52 ‘ – GOOOOOOL ROMA! Dzeko si avventa su una respinta di Karius e pareggia il match.

49′ – Dzeko atterrato in area da Karius con un fallo da rigore ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco.

46′ – Inizia il secondo tempo!

PRIMO TEMPO

46′ – Finisce il primo tempo.

43′ – Ammonito Lovren.

41′ – OCCASIONE ROMA. Nainggolan pesca Florenzi in area ma il tiro a volo di destro del numero 24 non inquadra la porta.

39′ – El Shaarawy atterrato in area ma l’arbitro lascia proseguire.

34′ – PALO ROMA! Azione personale di El Shaarawy che calcia di destro dal limite dell’area ma il suo tiro si ferma sul palo alla sinistra di Karius.

33′ – La Roma si propone in avanti con El Shaarawy che tenta il dribbling sulla linea di fondo ma si trascina il pallone sul fondo.

25′ – GOL LIVERPOOL. Sugli sviluppi di un corner la difesa della Roma si ferma e Wijnaldum di testa batte Alisson.

14′ – GOOOOOOL ROMA! Rocambolesco autorete di Milner che devia di testa il pallone in porta sul rinvio di un compagno.

8′ – GOL LIVERPOOL. Nainggolan perde un brutto pallone a centrocampo e favorisce il contropiede del Liverpool finalizzato freddamente da Mané.

6′ – OCCASIONE ROMA. Ci prova Florenzi con un tiro dalla distanza ma il pallone esce di poco a lato.

1′ – Inizia il match dell’Olimpico!

PRE PARTITA

20.30 – Le squadre rientrano negli spogliatoi.

20.09Roma e Liverpool in campo per il riscaldamento. L’Olimpico è quasi pieno.

19.54 – L’accoglienza dei tifosi della Roma al pullman che trasporta i giocatori verso lo stadio:

19.35 – L’11 titolare con il quale il Liverpool scenderà in campo:

19.32 – La formazione titolare giallorossa. Nessuna modifica rispetto a quanto anticipato da Mangiante:

19.31 – Ecco i giallorossi nel sottopassaggio che li porta agli spogliatoi:

19.13 – Il pullman della Roma è arrivato all’Olimpico.

19.07 – Il giornalista di Sky, Angelo Mangiante, da l’11 titolare giallorosso: De Rossi guida il centrocampo, tridente d’attacco composto da Schick, Dzeko e El Shaarawy.

 

18.58 – Ingente dispiegamento di forze dell’ordine all’esterno dello Stadio: al momento non si registrano particolari disordini.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

18 Commenti

  1. Da una parte fa piacere che nonostante il 5-2 il mister, i ragazzi e l’ambiente crede nelle rimonta ma dall’altra parte mi da un grande fastidio. Se eravamo cosi convinti di potercela giocare contro il Liverpool perche non l’abbiamo fatto vedere all’andata quando si cominciava sullo 0-0? Invece affrontiamo il ritorno sotto di 3 gol. Impossible no; improbabile si. Un peccato perche la miglior Roma la finale se la poteva giocare.
    Almeno mi vedo il ritorno — come contro Barca — bello tranquillo perche per qualificarci adesso ci serve un miracolo.
    FORZA ROMA sempre e comunque.

    • Non credo ci sia stata volontà nel prendere 5 gol. Semplicemente loro hanno.giocato bene e con.un tipo di gioco che la Roma soffre (velocità e ritmo) e noi abbiamo commesso ingenuità (tipo lasciare jesus solo contro salah). E poi che dovrebbero dire? Tanto non riusciremo mai a fare il miracolo?

    • A voler ragionare come ragioni tu si vincerebbe ogni anno la Champions perché se dipendesse sempre e solo dalla volontà dei calciatori figurati se a loro non farebbe piacere vincere tutti gli anni.. Dimenticate troppo spesso che in campo ci sono pure gli avversari che possono essere più forti o meglio preparati per quella partita, che ci sono episodi che ti possono dire bene o male in una partita (tipo la traversa di Kolarov, magari se va dentro ti cambia la partita) ecc ecc ecc.. Se si cade ci si rialza e si prova a combattere, mollare perché è difficile è un atteggiamento da vigliacchi

  2. Credo per come gioca il Liverpool, la ‘migliore’ formazione sia questa con il 4-3-3: Allison, B.Peres, Manolas, Fazio, Kolarov, Nainggolan-De Rossi-Pellegrini-Florenzi-Dzeko-El Shaarawy. Con sicuri subentri di Under e Gerson. Schick non ce lo vedo da titolare per questa partita.

  3. Se volessimo giocare al fanta-allenatore io proverei conil 4-2-3-1. Loro tendono a saltare il centrocampo e quindi 2 mediani in mezzo al campo potrebbero bastare inoltre si potrebbero chiudere meglio i passaggi filtranti in mezzo ai nostri centrali. Davanti poi avresti maggiore peso dovendo fare almeno 3 gol. Comunque io non sono un allenatore e mi fido i DiFra.
    Comunque vada SEMPRE FORZA ROMA!!!

  4. secondo me, sta sera, non c’è schema che tenghi. Di Francesco deve solo provare a trovare le parole giuste per motivare al massimo chi andrà in campo da subito o entrando dalla panchina.

    tutto qua.

    Daje

  5. Troppi errori individuali tra settimana scorsa e stasera. All’andata abbiamo regalato almeno due gol, stasera un altro paio… Non si vincono le partite così. Peccato perché dietro loro non mi sembrano dei mostri…
    Comunque orgoglioso e fiero dei nostri!

  6. Peccato il viaggio finisce qui ma io comunque ringrazio la squadra per questa bella Champions. Errori nostri e errori arbitrali ci hanno negato la finale . Andrà meglio il prossimo anno magari con una rosa rinforzata e non rinnovata perché smantellata.
    È adesso Anna mi a Cagliari a legittimare il terzo posto. FORZA ROMA, SEMPRE !

  7. E adesso basta con esperimenti di squadre precarie e pseudo e improbabili allenatori. Amerikàno, costruisci una squadra stabile e degna di questi colori. E che caxxo, l’apprendistato e già durato abbastanza…dopo sette anni di nulla.

  8. Usciamo a testa alta e vittoriosi, peccato sia finita così. Pagata a caro prezzo la partita d’andata e, a mio parere, il grave errore del Ninja che ha regalato palla all’avversario per il primo gol del Liverpool. Poi ovviamente la solita maledizione dei pali, qualche imprecisione davanti la porta, tanta sfortuna e tanta pochezza da parte dell’arbitro che non ha visto (mah..) un fallo nettissimo da rigore. Comunque mi pare evidente la crescita di mentalità da parte della squadra, cosa che auspicavo da anni. Adesso mi auguro che Monchi riesca a completare la rosa con giocatori che possano farci fare un ulteriore salto di qualità. Sempre forza Roma!

  9. Peccato per il primo goal dettato da un passaggio sbagliato del Ninja.Poi una serie di episodi in area avversaria tipo mano netta.Comunque abbiamo fatto un bel percorso e l’asticella si è alzata notevolmente.Ora testa al campionato.Forza Roma daje

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here