Roma-Conte: sogno concreto, Di Livio: “Gli è sempre piaciuta la piazza”

6

ROMA CONTE SOGNO – Il sogno della Roma di portare Antonio Conte sulla panchina giallorossa il prossimo anno è concreto. Dopo l’incontro in gran segreto a Siena con un dirigente, la presunta cena con Franco Baldini a Londra e i messaggi inviati da Francesco Totti, arriva un altro aggiornamento interessante.

DI LIVIO – L’ex giallorosso e compagno di squadra di Conte ai tempi della Juventus, Angelo Di Livio, ha raccontato di uno scambio di messaggi con il tecnico leccese: “Ho sentito Antonio con i “messaggini” l’ultima volta dieci giorni fa. Secondo me la Roma fa bene a provarci per Conte. Lui sta cercando un progetto serio, una squadra in cui posse partire dal basso e portarla in alto per costruire cose importanti”. Come riferisce Il Tempo, i due amici hanno anche parlato di alcuni giocatori che l’allenatore vorrebbe ritrovare a Trigoria. Lo speaker di Tele Radio Stereo ha proseguito: “Secondo me Manolas guidato da Conte farebbe la miglior stagione della carriera. Anche Nzonzi gli piace”. Qualche giorno fa Di Livio si era già sbilanciato parlando in radio: “Roma è una piazza che a Conte è sempre piaciuta, lo dico perché lo so. Qui è tanto che non si vince, la potrebbe prendere come una bella sfida. Non c’è bisogno di fare un grandissimo mercato, la squadra ha una base buona, bisogna solo lavorare sui giocatori e allenarli in una certa maniera”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. Magari..Conte in panchina significa andare a rompere le uova alla Juve, significa tenere i giocatori sul filo della tensione, significa un cane da guardia attaccato ai loro polpacci.
    Significa non permettere mai a loro di abbassare la guardia..
    Mammagara proprio.

  2. Sono convinto che Conte sia affascinato dall’idea di portare la Roma a vincere….sapete cosa vorrebbe dire per un allenatore ambizioso come lui vincere a Roma? Accetterebbe solamente se avesse la certezza di non vedere smantellata la squadra ogni anno solo per le plusvalenze e se gli fosse garantita piena voce nel mercato…altrimenti secondo me non ci metterebbe due secondi a dare le dimissioni anche a fine agosto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here