Roma-Chievo 2-2: i giallorossi non si rialzano, incredibile rimonta degli uomini di D’Anna. Fischi dall’Olimpico (FOTO e VIDEO)

33

ROMA CHIEVO, LA CRONACA – La Roma non si rialza, ma delude ancora: è solo 2-2 all’Olimpico contro il Chievo di D’Anna. I giallorossi iniziano bene, trovando il doppio vantaggio nel primo tempo con El Shaarawy al 10′ e Cristante al 30′, al primo gol con la maglia capitolina. Nel secondo tempo l’inspiegabile black-out: prima Birsa accorcia le distanze con una splendida conclusione dalla distanza, poi Stepinski pareggia i conti su un pasticcio difensivo degli uomini di Di Francesco. La classifica non si muove, la Roma va a 5 punti, esce dal campo tra i fischi dell’Olimpico. Mercoledì, al Bernabeu, c’è il Real Madrid.

Cronaca Testuale
Alessandro Tagliaboschi

Dallo Stadio Olimpico
Matera-Spiniello-Tagliaboschi

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-3-3): 1 Olsen; 24 Florenzi (68′ Karsdorp), 5 Juan Jesus, 44 Manolas, 11 Kolarov; 7 Pellegrini (68′ De Rossi), 42 Nzonzi, 4 Cristante; 17 Under (80′ Kluivert), 9 Dzeko, 92 El Shaarawy.
A disp.: 83 Mirante, 63 Fuzato, 3 Luca Pellegrini, 20 Fazio, 15 Marcano, 18 Santon, 22 Zaniolo, 8 Perotti, 14 Schick.
Allenatore: Di Francesco.

INDISPONIBILI: Pastore (affaticamento al polpaccio destro).
IN DUBBIO: – 
SQUALIFICATI: – 
DIFFIDATI: –

CHIEVO (4-3-2-1): 70 Sorrentino; 40 Tomovic , 14 Bani, 15 Rossettini, 5 Barba; 4 Rigoni (86′ Depaoli), 8 Radovanovic, 22 Obi (45′ Hetemaj); 23 Birsa (80′ Leris), 17 Giaccherini; 9 Stepinski.
A disp.: 1 Sempre, 16 Seculin, 44 Jaroszynski, 3 Tanasijevic, 13 Kiyine, 10 Pucciarelli, 25 Grubac, 31 Pellisier, 69 Meggiorini.
Allenatore: D’Anna.

INDISPONIBILI: Djordjevic (distrazione bicipite femorale sinistro), Cacciatore, Cesar.
IN DUBBIO: – 
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo
Assistenti: Manganelli-Prenna
IV uomo: Pezzuto
VAR: Maresca
AVAR: Di Vuolo

Marcatori: 10′ El Shaarawy (R), 29′ Cristante (R), 52′ Birsa (C).
Ammoniti: 74′ Tomovic (C).
Espulsi: –

Note: 39.849 spettatori presenti, incasso di 1.269.698,00€

LA CRONACA

SECONDO TEMPO

90’+5 – Termina il match, i giallorossi escono tra i fischi dell’Olimpico.

90′ – Sono cinque i minuti di recupero.

89′ – Altra occasione per la Roma: Kolarov mette la palla al centro da calcio di punizione, sul secondo palo arriva Dzeko. Il pallone va a lato della porta di Sorrentino.

86′ – Ultimo cambio anche per il Chievo: fuori Rigoni, dentro Depaoli.

85′ – Assalto della Roma con un tiro di El Shaarawy che Sorrentino respinge coi pugni.

83′ – GOL DEL CHIEVO! Cross al centro dei veneti, respinta maldestra di Kolarov su cui salva Olsen, poi arriva Stepinski e mette in rete il gol del 2-2.

80′ – Finiscono i cambi per la Roma con Kluivert per Under. Il Chievo inserisce Leris per Birsa.

74′ – Kolarov batte il calcio di punizione, il pallone attraversa tutta l’area di rigore senza trovare nessun calciatore pronto a colpire.

73′ – Primo giallo della gara per Tomovic, che abbatte El Shaarawy.

68′ – Doppio cambio per la Roma: fuori Florenzi, dentro Karsdorp ed entra De Rossi al posto di Pellegrini.

61′ – Grande passaggio filtrante di Cristante per Under, il turco entra in area e prova il tiro ma è bravo Sorrentino a fare buona guardia della sua porta.

57′ – Incursione di El Shaarawy che arriva a servire a rimorchio Pellegrini, ma il tiro dell’ex Sassuolo è debole e finisce a lato.

53′ – La Roma si riaffaccia subito in avanti: ottimo tacco di Pellegrini per liberare Florenzi, il jolly arriva al cross ma è bravo Sorrentino ad anticipare Dzeko!

52′ – GOL DEL CHIEVO! Gran tiro a giro di Birsa dai 20 metri che si stampa sotto l’incrocio. Olsen tocca ma non riesce a parare. I veneti accorciano le distanze.

47′ – La Roma riparte subito forte: break di El Shaarawy, il ‘Faraone’ serve Under che prova un passaggio filtrante per Pellegrini, con il classe ’96 che tenta il tiro in scivolata, è bravo Sorrentino a mettere in angolo.

45′ – Inizia il match: primo possesso della Roma. Il Chievo opera un cambio: dentro Hetemaj, fuori Obi.

PRIMO TEMPO

45’+2 – Termina il primo tempo.

45′ – Buona iniziativa di Cristante, serve Under che prova il tiro ma è centrale. Intanto, vengono segnalati due minuti di recupero.

44′ – Un altro grande cross al centro dell’area di rigore di Florenzi, colpisce di testa El Shaarawy: grande parata di Sorrentino.

40′ – Bella azione del Chievo, con Giaccherini che serve sulla sovrapposizione Barba, cross al centro dell’area con Stepinski che colpisce da dentro l’area piccola: il polacco sbaglia incredibilmente.

32′ – Prova a rispondere il Chievo con Giaccherini dalla distanza: tutto facile per Olsen.

30′ – Cooling break‘ per le due squadre: è il momento di rinfrescarsi, visto il grande caldo.

29′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!! Bella azione della Roma, con la palla che arriva ad Under sulla destra, mette in area un ottimo cross per Dzeko: il bosniaco lavora in maniera splendida il pallone, serve Cristante che a tu-per-tu con Sorrentino non può sbagliare. La Roma raddoppia: primo gol dell’ex Atalanta in giallorosso!

27′ – Obi prova il tiro dal limite dell’area, ma il tiro viene deviato in calcio d’angolo. Sul corner nulla di fatto.

21′ – Giaccherini prova la ripartenza in contropiede, impeccabile Manolas a chiudere in fallo laterale.

19′ – Calcio d’angolo battuto da Pellegrini, che però si perde sul fondo.

12′ – Brutta disattenzione di Juan Jesus: il brasiliano prova una finta su Stepinski, ma il polacco recupera la palla. E’ bravo Florenzi a togliere ogni pensiero con una bella diagonale e spazzando la sfera in fallo laterale.

10′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!!!!! Azione manovrata della Roma che arriva sulla destra, Florenzi mette un cross al bacio al centro dell’area di rigore, dove arriva la zampata di El Shaarawy! Giallorossi in vantaggio!

8′ – Primo squillo del Chievo: Radovanovic prova la conclusione dalla distanza, ma termina alta.

6′ – Ancora Roma pericolosa con Dzeko che semina il panico dalla sinistra entrando in area di rigore, mette un tiro cross al centro su cui arriva Sorrentino. Su un recupero palla di Nzonzi poi ha provato il tiro dal limite El Shaarawy terminato però fuori.

2′ – Roma subito pericolosa: galoppata di Cengiz Under sulla fascia destra, Dzeko impatta il pallone con la testa, ma il tiro è alto!

1′ – Inizia il match: primo possesso per il Chievo.

PRE PARTITA 

Ore 12.30 – Minuto di silenzio per ricordare Maria Sensi prima dell’inizio del match, scomparsa nella serata di venerdì.

Ore 12.15 – Le squadre rientrano negli spogliatoi.

Ore 11.54 – Entra in campo per il riscaldamento anche la Roma, accolta dal boato del suo pubblico.

Ore 11.52 – Chievo in campo per il riscaldamento.

Ore 11.43 – In campo per il riscaldamento i portieri della Roma.

Ore 11.28 – La società giallorossa, tramite il suo profilo twitter, rende nota la formazione ufficiale della Roma:

Ore 11.17 – La Roma arriva allo Stadio Olimpico.

Ore 11.12 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende noto l’undici iniziale per la sfida di oggi contro il Chievo:

I PRECEDENTI – Roma e Chievo si sono affrontate 34 volte: il bilancio è di 18 successi per i giallorossi, solamente tre per i veneti e di 13 pareggi. Nello specifico, allo Stadio Olimpico, le statistiche pendono nettamente a favore della squadra di Eusebio Di Francesco: 11 vittorie per i capitolini, solamente due per i clivensi e tre pareggi, con lo score dei gol nettamente a favore della Roma con un netto 31 a 6. Il miglior marcatore della sfida è Francesco Totti con ben nove centri, mentre tra quelli in attività emerge El Shaarawy, con quattro gol contro i gialloblu ed autore di una splendida rete nel 4-1 dell’aprile della scorsa stagione. L’ultima vittoria del Chievo nella capitale è piuttosto recente: stagione 2012/2013, 0-1 con gol di Thereau nel finale a gelare il pubblico l’Olimpico.

LE SCELTE – Dopo l’esperimento fallito a San Siro della difesa a tre, Di Francesco sembra pronto a tornare al suo classico 4-3-3 e a puntarci fino in fondo. In porta spazio ad Olsen, con la difesa a quattro formata da Karsdorp, Manolas, Juan Jesus a sostituire Fazio e Kolarov. A centrocampo Nzonzi vince il ballottaggio con De Rossi, alle prese con alcuni problemi muscolari, mentre l’infortunio al polpaccio di Pastore facilita a Di Francesco la scelta delle mezzali che sono Pellegrini e Cristante. Davanti è pronto il tridente Cengiz Under, Dzeko ed El Shaarawy, che vince il ballottaggio con Kluivert e Perotti.
D’Anna non recupera Cacciatore in difesa: la linea a quattro è completata da Barba, Bani, Rossettini e Tomovic. Recupera in extremis Rigoni dai suoi fastidi muscolari, ma non Djordjevic che alza bandiera bianca: a centrocampo affianca Obi e Radovanovic. Davanti Giaccherini dal 1′ con Birsa alle spalle di Stepinski.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

33 Commenti

  1. Il vero problema è che abbiamo troppi esterni d’attacco, pochi centrocampisti di qualità e molti giocatori giocano fuori ruolo come Florenzi e Pastore, da condannare fortemente la campagna acquisti di poca qualità e le cessioni illustri, non riesco a capire come abbiano fatto a creare una squadra del genere per competere in Champions League….anche quest’anno servono miracoli.

    Esterni d’attacco: Pastore (gioca a centrocampo), Under, Kluivert, Perotti, El Sha, Shick, 6 giocatori per 2 posti disponibili “troppi” Malcolm sfumato all’ultimo altrimenti gli esterni diventavano 7 🙂

    Centrocampisti: Florenzi (gioca terzino), Cristante (mezza tacca) Pellegrini (mezza tacca) nessun Top Player

    Centravanti: Dzeko

    Mediani: N’zonzi e De Rossi (35 anni)

    in difesa non ci sono problemi a parte Mirante, Marcano, Santon, Bianda, Kolarov (33 anni), Karstropp (mezzo rotto) e Olsen che non è Alisson.

    Allenatore: Di Francesco (presuntuoso)

    Direttore Sportivo: Monchi (megalomane)

    Presidente: Pallotta (GO HOME)

    • Shick sarà la punta Titolare, a destra under, a sinistra kluivert
      Shick è più forte di geco, geco ottimo panchinaro
      Centrocampo con Zonzi titolare o De Rossi se giochiamo con squadre lente.
      Pellegrini e Cristante (faranno grandi cose!)
      Difesa Karsdorp Kolarov Manolas Fazio (sperando di prendere uno meglio di fazio)

      Pastore e Florenzi jolly da spendersi a partita in corso, non con il sistema di gioco standard.
      Elsha da cedere a gennaio, Perotti ottimo panchinaro di kluivert con rendimento costante.

      E a gennaio si prende Griezmann a 120 milioni

      • Il fatto è che Difra, Kluivert, non lo sta facendo giocare, anche se è consapevole di quanto è forte e potrebbe essere utile alla Squadra. Continua ad inventarsi esterni di Sx, quando ne ha già 6 a disposizione. Schick, morirà in panchina pure quest’anno. E la frittata e fatta. Come tutti gli anni, forse ci si sveglia quando siamo fuori da tutte le competizioni… E’ questo quello che vogliono…

  2. Pellegrini ,De Rossi. Cristante ,
    se fosse il centrocampo del
    Genoa parleremmo di un grande centrocampo? Eppure vedo che siete tutti contenti. Ho pure letto che i due precedenti erano centrocampisti di m.
    È proprio vero che il Signore quelli che vuol rovinare li acceca

  3. Questa squadra può giocare con il 4-3-3 (Pellegrini – Nzonzi – Cristante) in campionato e con il 4-2-3-1 (De Rossi – Nzonzi- Pastore) in Champions … non vedo altre soluzioni

  4. De Rossi e N’Zonzi possono giocare insieme soltanto come mediani davanti la difesa in un 4-2-3-1 anzi avresti piu copertura e solidità in difesa, come trequartista proverei Coric visto lo sfacelo delle prime 3 giornate non credo che sfigurebbe…

  5. Concordo, Zaniolo è forte e non gioca perché?. Certo tocca far giocare chi ci è costato caro (es. Cristante). Pensando comunque che abbiamo la partita contro il Real da giocarci. La formazione non mi piace però. Facendo turnover perché Di Francesco non fa questa formazione? 4-2-3-1: Olsen, Karsdorp, Manolas, Jesus, Luca Pellegrini, Coric, N’Zonzi, Under, Zaniolo, El Shaarawy, Dzeko. Per ora non c’è stata formazione titolare che mi sia piaciuta come schierata ed i giocatori inseriti dal primo minuto.

  6. Ottima Roma concreta e cattiva. Se vogliamo fare i pignoli restano i dubbi su Pellegrini come mezzala. Vorrei vedere una volta l’asse di destra Kasdrop Florenzi e Under per capire se risulterebbe più incisiva. Ottimo elsheva con lui Perotti e kluivert a sinistra stiamo a posto.

  7. Aridatece ciarrapico…40 punti e sabbracciamo il mantra di questo annoanno lo ho indovinato…di francesco prendi le valigie e vattene in spagna con quel pupazzo di monchi. Mai visto un campionato buttato già nel mese di agosto /settembre…Grazie per un altro anno di anonimato.

  8. Bene, bravi, complimenti…
    Del resto non ci voleva un genio a capire che questi maledetti affaristi hanno squassato una squadra. Via due big players, Naingolaan e Strootman per prendere un giocatore nullo come Cristante, un cetriolo che gira in mezzo al campo e non ne prende una come Nzonzi, un fantasma come Pastore. Per non parlare della sciagurata decisione di vendere Alisson, ora tutta la difesa traballa senza la sicurezza che lui riusciva a infondere al reparto.
    Ma oltre all’aspetto tecnico non riesco proprio a vedere il vantaggio economico soprattutto se consideriamo tutte le altre ciofeche che abbiamo comprato.
    Maledetti… via da Roma e subito!!!

  9. E oleeee! È tornata ufficialmente la Rometta da quinto-sesto posto, alla faccia de quelli che difendono Monchi. Avevamo una squadra da finale di Champions e adesso ci ritroviamo un branco de pippe che non fa paura nemmeno al Chievo. Contenti voi che ancora ve guardate le partite, io direi che potete dedicare queste ore a rendere la vostra vita migliore invece di seguire sti pagliacci. Direi via Di Francesco, ma tanto sta squadra non vince un ca**o nemmeno se la allena Gesù Cristo in persona. Adesso prepariamoci a una bella umiliziazione mercoledì in diretta su Rai1, con goduria di tutti i gufi italiani che la guarderanno. Ovviamente fanno vedere solo la partita in cui prendiamo 4 gol, quella col vicITORIA MERDEL E IL CSKA SMERDA non la vedi nemmeno per scherzo, non sia mai che fanno in diretta la Roma vincente. Direi che forse è giunto il momento di smettere di pagare le pay tv e gli abbonamenti stadio.

  10. Squadra senza palle, vergognatevi buffoni. Pallotto plus valenza e Monchi il rottamatore andatevene….avete smontato una squadra che con 2 acquisti di qualità e non 11 figurine avrebbe potuto competere seriamente per ben altri obiettivi. Squadra impoverita soprattutto dal punto di vista della personalita, è non arricchita tecnicamente. Ora voglio sentire gli abbocconi del Pallotta’s fun club che diranno….aprite gli occhi…svejaaaaaaaaaa

  11. Basta non si puo’ continuare a vedere questo scempio, bisogna prendere provvedimenti molto forti perche’ e’ incredibile pareggiare e rischiare di perdere una partita praticamente vinta, contro un avversario francamente non irrisistibile, per me tutti in ritiro e ultima possibilita’ un po’ per tutti(DS, allenatore e giocatori), la societa’ deve fare la voce grossa e svegliare tutti dalla favoletta che si sono costruiti, facciamo ridere….. per fortuna che ci sono ancora tante partite, ma bisogna darsi una svegliata

  12. Dò stanno tutti l’ottimisti che dopo aver venduto Alisson Naingoolan Strootman dicevano che se semo rinforzati che vincemo lo scudetto???? Dò state??’ PALLOTTA OUT SCEICCO IN .. DI FRANCESCO OUT CONTE IN .. MONCHI OUT SABATINI IN!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here