RN Web Radio, Pastore (Il Romanista): “In conferenza l’obiettivo di Totti sarà Baldini, Manolas aspetta ancora la Juve”

1

ROMANEWS WEB RADIO PASTORE – “Non credo che tra Totti e la dirigenza ci sia mai stato grande feeling, non è un mistero, ma dalle anticipazioni che abbiamo avuto l’obiettivo primario del Capitano in conferenza sarà Franco Baldini” queste le parole del giornalista de Il Romanista Fabrizio Pastore, intervenuto ai microfoni di Romanews Web Radio, commentando l’imminente conferenza stampa di addio alla Roma di Francesco Totti.

TOTTI E DE ROSSI – Le vicende di Totti e De Rossi sono collegate nell’animo del tifoso, ma sono diverse. A Daniele non è stato rinnovato il contratto da giocatore per scelta tecnica, una scelta folle, non avendo capito che cosa avrebbe potuto significare averlo ancora in squadra. La vicenda di Totti è differente, è lui che sceglie di andare. La Roma in questo caso non lo mette alla porta, evidentemente dopo due anni si è accorto che quel ruolo non fa per lui.

LA CONFERENZA STAMPA DI TOTTI – Penso che sarà una conferenza più di rottura. Non credo che tra Totti e la dirigenza ci sia mai stato grande feeling, non è un mistero, ma dalle anticipazioni che abbiamo avuto l’obiettivo primario delle parole del Capitano sarà il personaggio con il quale non ha mai legato e ha avuto diversi attriti ovvero Franco Baldini. Sarà lui il grande obiettivo, con il resto della dirigenza non penso sarà molto duro. Ci risulta che i dirigenti della Capitale, di Trigoria e dell’Eur, gli siano stati molto vicino gli abbiano chiesto più volte di ripensarci, tentando di trattenerlo alla Roma.

DOPO TOTTI – Rispetto al passato ci sarà qualche alibi in meno da parte di chi ha sempre detto che delle personalità ingombranti, dal punto di vista della percezione di tifosi e città, potessero inficiare le prestazioni della squadra o avere qualche peso di troppo sui giocatori che arrivavano. Ora tutto questo non c’è più. E’ una tabula rasa, si azzerano 20 e 30 anni di storia, si volta pagina. Non credo che questa cosa influirà molto sull’andamento della squadra della prossima stagione. Non mi sembrava che i risultati della Roma fossero dipesi da Totti in questi due anni.

MANOLAS – Manolas ha una clausola, quindi decide da sé. Il greco da quello che so vuole andare alla Juventus, il discorso con il Napoli è stato intrapreso dal suo procuratore Mino Raiola, che sta parlando con i partenopei di Insigne e Lozano e ha parlato anche di Manolas. I bianconeri lo hanno sedotto e abbandonato, dunque ha dato una disponibilità di massima a trattare con il Napoli, questo però non significa che abbia un accordo con il club azzurro. Siamo lontani, il giocatore aspetta ancora la Juve e a Sarri non dispiace affatto, è una tipologia di difensore adatta a lui, non è molto tecnico, ma molto veloce. Da quello che mi risulta la trattativa con la Juve si è arenato per aspetti caratteriali propri di Manolas, infatti ricordiamo che nei 5 anni a Roma se aveva anche solo un banale raffreddore non ci pensava due volte ad alzare bandiera bianca. Non verserei una lacrima se dovesse partire.

Edoardo Frazzitta

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Fabrizio Pastore su Manolas sragiona. Non vale la pena replicargli alcunché perché è evidente anche agli occhi di un bambino che, scartando con qualche esitazione l’ipotesi di un’incompetenza ciclopica, è in malafede e cerca di fare gli interessi di squadre avversarie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here