RN Web Radio. Bucchioni: “La Roma ogni anno ha problemi. La Nazionale sta uscendo da un tritacarne psicologico” (AUDIO)

1

BUCCHIONI ROMANEWS WEB RADIO – “La Nazionale è uscita da un tritacarne psicologico da cui è difficile riprendersi. Tutti sentono il peso di quello che è successo, anche chi non era presente”, queste le parole di Enzo Bucchioni, noto giornalista ed opinionista ai microfoni di Romanews Web Radio, nel commentare il difficile momento della Nazionale, a secco da vittorie in partite ufficiali da quasi un anno. In questo quadro che descrive una squadra azzurra in netta difficoltà, c’è anche un campionato il cui verdetto sembra già esser scritto all’ottava giornata, con la Juventus unica favorita e le altre a battagliare per un posto in Champions. Queste le sue parole:

LO SCUDETTO – “Il divario tra le Juventus e le altre, Napoli compreso, è troppo ampio. E’ una macchina da guerra, ha aumentato notevolmente il suo valore tecnico, non solo per Ronaldo. E’ cambiata la mentalità: ha acquisito valori che non aveva, ha sempre sete di gol e di fare di più, cosa che prima non aveva. Si è unita una squadra vincente, uno step ulteriore, è tra le prime cinque di Europa, meglio di alcune big storiche. La panchina della Juventus è da primi quattro posti di Serie A, potrebbe competere per lo scudetto forse”.

LA CORSA CHAMPIONS – “La Roma tutti gli anni ha problemi di organizzazione, perché è sempre costretta a vendere giocatori importanti per ripianare il bilancio e purtroppo continuerà. Quando hai una situazione di questo tipo è una palla al piede con cui convivere. Di Francesco sta capendo le caratteristiche dei calciatori che ha ed il mix giusto da utilizzare. Ci sono giovani interessanti come Pellegrini, sono certo che Cristante è forte e uscirà. Competerà senza dubbio per un posto un Champions, io la vedo sicura nei primi quattro. E’ senza dubbio cresciuta l’Inter, che per me può combattere per il secondo posto. E poi c’è il Napoli, anche se farei attenzione al Milan perchè sta venendo su forte, sia a livello di organico che societario. La Lazio ha fatto degli errori, Lotito doveva mandar via i calciatori che volevano andar via”.

LA NAZIONALE – “La Nazionale è uscita da un tritacarne psicologico da cui è difficile riprendersi. A tutti ha fatto male l’eliminazione dal Mondiale, una mazzata assurda, tutti sentono quel peso anche chi non era presente. Rialzarsi da quella voragine complicatissima è tosta. La squadra vista contro l’Ucraina non è male dal punto di vista dei nomi: basti pensare a Jorginho, Verratti, Bernardeschi, Insigne. Forse, manca uno stoccatore, un centravanti di peso che sappia vedere la rete. Io riparto dal primo tempo perché da Conte non si vedeva giocare così bene. La partita di domani è decisiva, bisogna vincere a tutti i costi: retrocedere in Serie B da sempre fastidio, anche in una competizione come la Nations League”.

QUI L’INTERVENTO COMPLETO:

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here