Stadio, il pm Ielo: “Corruzione sistemica”

0

RASSEGNA STAMPA AS ROMA – L’hanno chiamata ‘operazione Rinascimento‘ l’inchiesta che assesta uno scossone al mondo dell’imprenditoria e della politica: sono sei le persone in carcere, tre quelle ai domiciliari. Il Corriere dello Sport (E.Intorcia) riporta le parole del procuratore aggiunto Paolo Ielo: “È una corruzione di tipo sistemico, talvolta messa in atto al prezzo di una corruzione pulviscolare. Si tratta spesso di promesse fatte da Parnasi ed accettate. L’AS Roma è fuori da questa storia“. Inoltre, spiega il pm, in Procura “non consideriamo viziato nessun atto. Anche se alcune persone hanno ricevuto utilità di natura corruttiva, la legittimità dell’atto è un’altra cosa, essendo decisioni collegiali“. Vuol dire che bloccare l’iter burocratico di Tor di Valle non è né nelle intenzioni né nella facoltà della magistratura.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here