Quanto ha perso l’Italia dalla mancata partecipazione a Russia 2018

0

MONDIALI RUSSIA 2018 – A pochi giorni dalla fine del mondiale l’esito finale potrebbe già essere definito. Dopo la vittoria di ieri della Francia contro il Belgio, oggi tocca a Croazia ed Inghilterra. Una semifinale tutta europea che difficilmente avremmo immaginato di vedere per la massima competizione calcistica del mondo. Eppure, questo Russia 2018 ha lasciato fuori molte delle grandi che hanno segnato la storia dei mondiali di calcio: Brasile, Argentina, Germania e la stessa Italia, esclusa addirittura nei giorni di qualificazione.

In Italia si sa, il calcio è uno dei settori che fa girare l’economia e anche soltanto il fatto che la nostra nazionale non vi abbia preso parte ha arrecato un danno all’economia del Paese. Un’infografica realizzata da 888sport mostra come ammonti a 1,7 milioni di Euro la perdita economica dell’Italia dovuta alla sola mancata partecipazione al mondiale.
In particolar modo, questa cifra può essere ripartita in:

– 100 milioni di mancati diritti televisivi;
– 1 milione di euro in scommesse sportive;

A queste cifre sono da aggiungersi i ricavi che sarebbero giunti qualora la nostra nazionale fosse riuscita a proseguire fino alla finale e a vincere il torneo (solo la vittoria avrebbe garantito all’Italia ben 42 milioni di euro). Tuttavia, a perdere sono anche una serie di esercizi commerciali e locali il cui impatto economico non è possibile quantificare, come bar, ristoranti e pizzerie che, sicuramente durante queste settimane, avrebbero avuto un incremento della clientela abituale che decideva magari di mangiarsi una pizza fuori con amici per seguire la nazionale preferita.

Come possiamo dunque vedere dai dati, l’assenza dell’Italia dal mondiale di Russia 2018 non è solo una grande delusione per tutti i tifosi, ma è un vero e proprio attacco all’economia nazionale.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here