Perotti: “Domani per un grande obiettivo. Di Francesco? Con lui al 100%” (AUDIO e VIDEO)

2

CONFERENZA STAMPA PEROTTI – Il giocatore della Roma, Diego Perotti, accompagna il tecnico Eusebio Di Francesco nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Porto. Tutte le sue parole:

l’inviata da Oporto
Arianna Botticelli

PEROTTI A SKY SPORT

“Sono convinto che reagiremo dopo il derby. Ma ora basta parlare, dobbiamo dimostrarlo in campo. Domani ci giochiamo il futuro della Roma. Dobbiamo approfittare del piccolo vantaggio, ma migliorare quanto stiamo facendo. Giocando così non raggiungeremo i quarti. Ma è un’occasione per dimostrare che ancora siamo lì. Empatia tra il gruppo e Di Francesco? Sì, c’è. Siamo al 100% con lui e dobbiamo dimostrarlo. Non bastano solo le parole. Domani dobbiamo vincere, non solo per lui, ma per tutta la Roma: club, tifosi e storia“.

LA CONFERENZA STAMPA

Sei legato a molti eventi piacevoli in Champions. Questo ti dà forza?
“Tutto quello che è successo lo scorso anno è positivo, ma da domani è una nuova partita. Magari poter continuare con tutte le cose del passato, sarà dura ma abbiamo la voglia di migliorare la nostra immagine. Vogliamo dimostrare di essere pronti e meritate i quarti di finale”.

In queste partite un solo gol può cambiare la storia. Come si vivono queste sfide?
“Abbiamo questo vantaggio che è piccolo ma lo vogliamo sfruttare con la consapevolezza che se segniamo anche per loro diventa più complicato. Non possiamo pensare al risultato dell’andata ma fare la nostra partita sotto tutti gli aspetti. Se facciamo un gol o due per loro diventa complicato”.

Che ricordi hai di questo stadio?
“Mi ricordo la partita con il Siviglia nel 2011 e vincemmo 1-0 ma non siamo riusciti a passare il turno. Loro in casa diventano forte con i loro tifosi e non sarà pèer niente facile per noi. Abbiamo un piccolo vantaggio e vogliamo sfruttarlo con la consapevolezza che raggiunge in quarti di finale ha un importanza incredibile”.

Stagione sfortunata per te. In quelle precedenti sei stato decisivo, soprattutto in Champion, ti manca un acuto. Può arrivare domani?
“Magari posso aiutare la mia squadra per quello che non ho fatto in questo periodo. Non è stato fortunato ho avuto molti infortuni che mi hanno lasciato fuori ed è stata dura. Quella di domani spero che possa essere d’aiuto ai miei compagni e se giocherò darà tutto alla mia squadra per raggiungere i quarti di finale”.

Secondo te che tipi di problemi ci sono nella mancanza di continuità?
“A me è successo da quando sono arrivato. Delle volte potevamo fare quel passo in avanti e stare più in alto in classifica e abbiamo perso punti in partite che potevano sembrare più semplici. Dobbiamo migliorare in questi aspetti ma la cosa più brutta nello stare fuori e non poter dare una mano. A questi livelli ritrovare la condizione non è semplice e non ho più 20 anni, a 30 è più dura. Domani abbiamo la possibilità di raggiungere un obiettivo importante e in campionato siamo a 3 punti dall’Inter e possiamo fare ancora una grande stagione”.





Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here