PIACENTINI: “Conte? Non c’è mai stata una chiusura netta nei confronti della Roma”, GIANNINI: “El Shaarawy può esplodere definitivamente”

46

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo: “Il rammarico è grande, secondo me il secondo episodio era rigore netto: Kolarov è stato sbilanciato. Avrebbe cambiato tutto, staremmo parlando di un’altra situazione. E’ stata una Roma a due facce, ma ha ritrovato una dimensione. Se giocherà così fino alla fine ci divertiremo. Credo molto poco all’arrivo di Conte alla Roma, sicuramente gli fa piacere essere accostato a molte squadre. Il problema non è prendere Conte, ma tutto quello che devi garantirgli. Non gli devi prendere dei campioni, ma non darli via e la Roma ne ha un paio quasi in uscita. Magari con Conte resterebbero, ma i conti li devi far quadrare”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Contro l’Inter il Var non ha funzionato. Due rigori non solari, ma almeno andarli a rivedere… Non è vero che tutti gli episodi si compensano: è un luogo comune stupido. Dal punto di vista tecnico è la Roma che mi aspettavo: non bella, ma concreta. Conte? Non c’è mai stata una chiusura netta nei confronti della Roma. Questo va di pari passo col discorso relativo al direttore sportivo: Petrachi faciliterebbe le cose”.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “La Roma ha giocato non alla pari, ma al di sopra, dell’Inter nel primo tempo. Dzeko ha creato sempre situazioni, appoggiando il pallone fa squadra e gioco. Nel secondo tempo è stato abbandonato a se stesso per una scelta troppo difensiva e remissiva. Il secondo tempo non è colpa di Ranieri, ma era una Roma completamente diversa. Conte? Una possibilità concreta che arriverebbe tramite Petrachi. Conte potrebbe essere attratto dal fatto di dover iniziare un nuovo progetto che dipenda da lui, gli piacciono le sfide. Però dipende tutto dal quarto posto. Verrebbe se venissero meno le ipotesi preferite: un club straniero o l’Inter. Non mi strappo i capelli se vendono Manolas: è un buonissimo difensore ma vive di luce riflessa”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “La Roma non è mai ripartita nel secondo tempo contro l’Inter. Higuain? Un’operazione che non farei”.

Angelo Di Livio a Tele Radio Stereo: “Sono molto fiducioso, secondo me nel prossimo turno la Roma sarà quarta da sola. A me sabato la squadra è piaciuta molto, il primo tempo è stato fatto con giusta attenzione con idee, gioco e personalità. Nel secondo sono mancate le forze, ma nonostante questo le occasioni nitide le ha avute la Roma, per non parlare degli episodi dubbi. Dzeko? E’ il bello, è il calcio. Mi scambio dei messaggi con Conte, sta cercando un progetto serio: partire dal basso per costruire qualcosa di importante”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “A caldo ho parlato di punto prezioso in ottica Champions per la Roma a San Siro. La vittoria dell’Atalanta a Napoli, che sinceramente non mi aspettavo e credo neanche Ranieri, ridimensiona il valore del pari contro l’Inter. I bergamaschi per quanto prodotto sin qui sono la reale antagonista della Roma per il quarto posto: per centrare la qualificazione in Champions i giallorossi devono vincere tutte e cinque le partite. El Shaarawy sta trovando una continuità impressionante, fa gol, fa assist, è quasi sempre decisivo, è uno di quelli da cui ripartire al 100% nella prossima stagione. Sta prendendo in città una brutta piega la questione del rinnovo di Zaniolo: il calo di rendimento è assolutamente fisiologico per un ragazzo così giovane, andrebbe coccolato di più, invece di demolirlo per offrire un assist alla società affinchè possa esser ceduto…”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Ho considerato subito, sabato sera, un’occasione persa quella della Roma a Milano e la vittoria dell’Atalanta ha acuito questo mio pensiero: sull’1-0 a San Siro contro un’Inter che ha prodotto per quasi tutta la partita un palleggio sterile, senza il miglior Icardi e con un Nainggolan di fatto sempre fuori dalla partita, la Roma ha avuto due-tre ripartenze importanti per raddoppiare, come avvenne due anni fa, ma sono state sciupate. L’equilibrio e la fase difensiva sono nettamente migliorate, ma ciò non vuol dire che devi rinunciare totalmente a giocare: la Roma è una delle poche squadre d’Europa che non riesce a palleggiare su situazione di vantaggio, addormentando il gioco e la ricerca del lancio lungo dal portiere a mio giudizio è solo controproducente. Zaniolo? Nessun dubbio che rinnovi, quelle di questi giorni sono chiacchiere già viste e sentite in altre 1000 occasioni… “.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “Ranieri è riuscito a dare una quadratura alla squadra, soprattutto in fase difensiva e il risultato di San Siro nasce da qui. Certamente il secondo tempo di Milano non è stato all’altezza della situazione: mi aspettavo una seconda frazione come la prima, non ho capito l’abbassamento di Pellegrini che vicino a Dzeko c’aveva permesso di ripartire alla grande. La Roma ora fa la corsa su stessa: sono convinto che la Roma possa comunque arrivare quarta anche facendo 11 punti, nonostante lo straordinario campionato fin qui dell’Atalanta, credo che la squadra di Gasperini non abbia l’esperienza per arrivare fino in fondo. El Shaarawy? Sembra stia arrivando alla completa maturità, se troverà un allenatore che lo farà sentire un top player di questa squadra, sono convinto possa esplodere definitivamente…”

Sebino Nela a Centro Suono Sport: “Napoli-Atalanta? Si poteva anche ipotizzare… L’Atalanta è una squadra forte. Lunedì ha la possibilità di fare altri tre punti contro l’Udinese e questa classifica per Gasperini è meravigliosa e direi anche una stagione meravigliosa fino a qui. Quest’anno potrebbe centrare anche un qualcosa di straordinariamente importante come la Champions. Vediamo questo finale, Roma e Atalanta sono le favorite per il quarto posto. Il Milan sta faticando e molto e nel prossimo turno avrà un impegno non facile contro il Toro. In questo momento l’Atalanta, per gioco e per entusiasmo, e la Roma, perché è forte nei suoi singoli, perché è pratica e cinica, mi sembrano le due favorite per il quarto posto”.

Tony Damascelli a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma è la prima candidata per il quarto posto e vedo fuori il Milan. A meno che non succedano cose da qui alla fine a favore dell’altra, ma a prescindere dal calendario comunque la Roma ha tutto per essere in Champions e ribadire quello che ha fatto in questi anni, nonostante i casini che ha avuto tra cambi di allenatore, dirigenti e tutto il resto”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma per me quattro vittorie ed un pareggio ce l’ha nelle corde. La squadra di oggi con il Genoa può vincere tranquillamente e poi Cagliari, Sassuolo e Parma gli accredito 9 punti. Se fa 13 punti secondo me ha fatto una cosa ottima. Sento usare più volte il termine ‘Miracolo’ associato a ciò che sta facendo Ranieri, ma Di Francesco aveva lasciato la Roma a due punti dal quarto posto non è che era a 100 punti. Quello che ha fatto Ranieri, io ne sono estimatore, ma non sarebbe stato sufficiente se gli altri non avessero rallentato in questo modo”.

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “Per me la Roma resta la favorita, ma non capisco perché la Juventus dovrebbe andare a perdere sicuramente all’Olimpico. Se va a perdere a Roma, allora dobbiamo pensare che lo faccia anche contro l’Inter e l’Atalanta”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma gioca un’ora e poi cala fisicamente. La condizione mentale secondo me è ottima e contro l’Inter c’era almeno un rigore. Il calendario ha il più facile tra le contendenti per la Champions: io vedo quattro vittorie sicure ed un pareggio”.

Marco Cassetti a Tele Radio Stereo: “E’ stata una Roma che nel primo tempo ha interpretato alla perfezione la gara, nel secondo tempo l’Inter ha cercato di aumentare i ritmi per cercare il pareggio e la squadra di Ranieri si è difesa con grande ordine subendo gol su una situazione dove si poteva far meglio. Però, bisogna dire che nel secondo tempo ha avuto 3 o 4 ripartenze che poteva sfruttare meglio e forse è stato l’unico neo di una partita che ai punti potevi meritare. Per me erano entrambi calci di rigore. Sono contento e fiducioso perché la Roma ha dato un briciolo di continuità nell’atteggiamento e nel vedere una squadra che per troppo tempo si era vista poco”.

Dario Bersani a Tele Radio Stereo: “Ci sarà la Juve a fare da arbitro a questa corsa alla Champions, visto che sfiderà Inter, Atalanta, Roma e Torino: bisognerà capire cosa intendono fare, se leveranno punti a tutti o solo a qualcuno. Per me un rigore alla Roma ci poteva scappare, non è stato così e quindi apriamo gli occhi e vediamo che succede da qui alla fine: non resta che attendere”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Abbiamo visto la Roma giocare bene nel primo tempo, forse meritava qualcosa in più dopo il gol. Nel secondo tempo ha provato ad arroccarsi prestando il fianco alle iniziative dell’Inter, ma non poteva guarire da un momento all’altro. Un pareggio che ci sta, un tempo per uno. Con questo risultato la Roma resta in corsa”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Ranieri è riuscito a fare già tanto, le pecche individuali restano. Il vantaggio che ha la Roma rispetto ad Atalanta e Milan è che non ha la Coppa Italia”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Ho salutato il pareggio con l’Inter con serenità, la partita ha rispettato le mie attese. Ammetto che dopo il primo tempo mi è dispiaciuto, perché pensavo fosse in grado di strappare i tre punti, ci sono stati 10-15 minuti in cui la squadra si è abbassata troppo. Ranieri non sta dimostrando cose fantascientifiche, però piano piano, partita dopo partita, questa squadra fa qualcosa di meglio e questo è importante: se arrivi al top al rush finale, puoi arrivare a dama”.

Marione a Centro Suono Sport: “Una buona Roma nel primo tempo e poi nel secondo tempo purtroppo è arrivato il pareggio: è comunque un buon risultato. Mi domando come può l’Inter essere terza con sei punti di vantaggio. L’Atalanta ieri ha vinto ed è un punto sopra, ma penso che la Roma è la squadra che abbia le cinque giornate più facili delle altre. Se domani la Roma avrà El Shaarawy in panchina significherà che ha preso un giocatore più forte di lui però in questo momento teniamocelo stretto, deve giocare sempre lui. Noi dobbiamo dire un grande grazie a Ranieri che ha preso questa squadra devastata e demotivata da Pallotta con tutti i giocatori che ha venduto. Ranieri ha preso questa squadra, ha detto cose semplici, e l’ha risollevata”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Che problema c’è se Zaniolo non ha giocato bene due partite? La situazione di Zaniolo è l’ennesimo esempio cialtronesco di come viene raccontata la Roma. Con 15 punti al 95% la Roma va in Champions. Non credo che il Milan e l’Atalanta le vincono tutte, ma putroppo temo che anche la Roma non le vincerà tutte. Non capisco perchè Baldini consiglia Petrachi ma non vede bene Massara per fare il direttore sportivo. C’è bisogno di chiarire la situazione legata al ds, chi lo fa il mercato?”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Manolas non è il più forte del mondo ma è sicuramente il difensore più forte della Roma. Se la Juve decide di prenderlo lo fa, c’è una clausola. Si deve mettere d’accordo con Raiola e con Manolas, poi il greco può anche scegliere di non andare”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “El Shaarawy è un buon giocatore nella rosa. Non ha continuità perchè è El Shaarawy, un giocatore molto importante per la Roma, però non è un campione. E’ un calciatore capace di grandi colpi. La Roma ci sta provando seriamente con Conte. Lo stesso allenatore non si sta nascondendo, non c’è nulla di firmato ma è una possibilità concreta per la Roma. Non mi è piaciuto l’atteggiamento di Zaniolo a Milano. Non era il solito Zaniolo. L’ho visto un po’ troppo svagato e rilassato. Le motivazioni non le conosco”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “In Champions vanno Juventus, Napoli, Inter e Roma. Non dobbiamo pensare troppo ai meriti, se parliamo di questi allora l’Atalanta dovrebbe essere addirittura seconda. A San Siro, la Roma che conosce i propri limiti ha fatto un primo tempo perfetto, nel secondo che era sfiancata e senza ritmo non ha buttato via la partita. Parliamo della squadra avversaria piuttosto, terza in classifica e che gioca il calcio peggiore tra le prime sei. I giallorossi hanno avuto l’occasione di vincerla”.

Franco Melli a Radio Radio: “La Roma con Ranieri è in buone mani. Io dico che in Champions ci vanno tra i posti che restano Inter e Atalanta o Roma. Ma se devo sceglierne una dico i giallorossi, confido molto nel ‘satellite’ di Ranieri”.

Roberto Renga a Radio Radio: “L’Atalanta che abbiamo visto ieri sera, con quel Ilicic lì, può battere chiunque. Bisogna vedere se la squadra di Gasperini regge questi ritmi, ma possiamo dire che lo meritano più di tutti di andare in Champions?”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Non diamo per scontata la vittoria a Genova della Roma: può vincere, ma ricordiamoci che il Genoa si deve salvare. Quello dei giallorossi resta comunque tra i migliori calendari tra le candidate ad andare in Champions League”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “L’obiettivo della Juve, per la difesa, è Manolas e vi dico una cosa: se Sarri sarà il nuovo allenatore giallorosso, da Torino, per avere il greco, offriranno Higuain”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “La Roma è di nuovo squadra e, guardando il calendario, è la favorita per il quarto posto, insieme al Milan. Ho molti dubbi su Lazio-Chievo, non si può perdere il quel modo vergognoso. Strakosha ha ritirato le mani. Per me la Roma fa almeno 12 punti e vi dico che metto in dubbio anche il terzo posto dell’Inter”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

46 Commenti

  1. Eeeeh ! Nientemeno!!! Un giocatore finito di quasi 33 anni per uno dei migliori difensori d’Europa di 28!!! Un affarone!! Siamo al livello dei tempi di Capello, Landini e Spinosi!!

  2. Manolas ha una clausola da 36 milioni, Higuain ha un valore residuo a bilancio di 36 milioni. Figurarsi se a qualche manager competente di Trigoria non staranno prudendo le mani. Scambio alla pari ipervalutato, grassa plusvalenza e il panzone accasato presso Baldissoni.
    Fortuna che la Roma sta in sofferenza finanziaria. 36 milioni in contanti pesano ancora molto ma molto di più di una qualunque plusvalenza farlocca che possa essere anche solo ipotizzata da menti malate bostoniane, londinesi o sudafricane che siano.

  3. Quindi la Roma dovrebbe rinunciare a 36 ml di clausola rescissoria di Manolas per togliere la grana Higuain alla Juve, dopo aver aiutato l’Inter con Santon lo scorso anno…. vedremo, ma Monchi non abita più a Roma!

  4. La cosa fantastica è l’impegno che mettete nel farvi il sangue amaro sul nulla. Ma aspettate almeno una notizia su qualcosa di già avvenuto no? Ci guadagnate in salute! 🙂

    • La cosa fantastica è che tu dopo tutto quello che è accaduto ancora ci credi …….Il tuo è ottimismo puro o solo ingenuità , comunque ti invidio sabato scorso volutamente non ho visto Inter – Roma , comincia a non fregarmi più niente della Roma , anche perchè questa proprietà e questi dirigenti non mi rappresentano !!!

      • Emiliano, per curiosità, “ci credo” a cosa? A cosa stai rispondendo?
        Qua si parlava dell'”arrivo” di Higuain come se fosse cosa fatta, e io ho detto che sarebbe almeno da aspettare che avvenisse prima di starci male.
        Non parlavo di altro, e mi sembrava fosse chiaro anche se non lo citavo esplicitamente, e soprattutto non parlavo con te che non eri intervenuto fino a quel momento.
        Dunque, a cosa devo la tua risposta gratuita?

        • Mi riferivo al fatto che non serve ancora aspettare nessuna conferma ,ormai è un dato di fatto che la Roma fa tutto in funzione delle plusvalenze……se ancora non abbiamo capito questo ? comunque non volevo esser offensivo sarà che ormai sono molto demoralizzato non ho più voglia di aspettare , se veramente il gatto(Pallotta) e la volpe(Baldini) avrebbero intenzione di fare una grande Roma , basterebbe prendere Petrachi , Conte e giocatori forti .

          • A posto così (vedi anche la mia auto-risposta sopra), capisco bene la demoralizzazione, figurati; se solo avessimo fatto il nostro (non dico di più, bastava solo il nostro) a quest’ora saremmo già tranquillamente in champions senza sperare nel passaggio di alpha centauri nella costellazione del brontosauro.
            Poi se a te non interessa nemmeno sperarci ancora (come mi sembra di capire), e a me invece sì, cambia poco: siamo tutti delusi.
            Così come siamo d’accordo che Conte sarebbe se non altro il segnale di una volontà ben precisa; su Petrachi non mi posso esprimere perché non lo conosco e non mi basta wikipedia per conoscerlo, dunque taccio.
            Ciao!

          • Emiliano Ciao”Ho paura della fine,non ho piu’ voglia di un inizio,ho paura che gli altri pensino a questo amore come un vizio…..”Credo che questa bellissima canzone di Vecchioni(la bellezza)che si ispira al bellissimo film di L. Visconti “Morte a Venezia”rispecchi il tuo ed anche il mio stato d’animo e forse di tanti altri,non voglio aggiundere altro.
            Un abbraccio.

  5. Embe concordo.. Ormai i nostri manager guardano solo le plusvalenze non si curano dei risultati sportivi. Soltanto così si spiegherebbe il cambio higuain Manolas. Higuain gioca in difesa perché non ha più fiato??
    Solo ad Asr1927 potrebbe piacere tale scambio.
    Ho cambiato come Marks la mia firma per segnalare la caccia ai troll (laziali e societari) che imperversano su questo social.
    Caro Baldisssoni invece che spendere i soldi nella comunicazione, usali per i giocatori.

    • Manco per niente ho solo detto che per me la Juve Manolas non lo vuole x il poco carattere che ha e perché coi piedi non è bono.. Higuain te lo dovevi prende 3 anni fa al posto di Dzeko e personalmente tra lui e Dzeko scelgo Higuain per me è 6 volte più cattivo di Dzeko sotto porta..

  6. Facciamo chiarezza, almeno un po’ per quelli che vogliono ascoltare. Ne sento ogni giorno di tutte i colori sullo stadio della Roma. Sempre gli stessi che “non lo vogliono”. Ma nessuno di questi #bastastadio , #noallostadio , ecc ecc, c ha mai spiegato perché non si deve fare realmente. Prima , era zona idrologica 12000 , poi , avendo capito che è una grossa minchiata (perché a Roma sono tutte zone idrologiche 135000) ci si è spostato sul fatto che “non si poteva buttare giù una gradinata dello storico ippodromo perché”… patrimonio dell unesco??? E che famo se tenemo un ippodromo costruito(con soldi pubblici) , abbandonato, e fatto stare in condizioni pietose (È poco) perché è storico?
    Dopo di che i vari politici e gente al seguito si è spostata su “il traffico”! “Signori il traffico sarà una bolla che scoppia li , perché non ci sono le condizioni!”.
    Va bene, ma io dico un po di cose:
    1- chi vive a Roma SA che il traffico a Roma è tutto una bolla , quasi ovunque , e non si è MAI fatto nulla per farlo migliorare. Condensare un po’ di traffico li magari ce lo fa diminuire da qualche altra parte (oppure pensate che le macchine verranno tutte da Marte per cui si decuplicheranno?) ;
    2- il politecnico di Torino (per cui gente anti romana e romanista all inverosimile) ha dato un proprio parere dove non c’era scritto che “il traffico sarebbe stato un disastro”. C’erano dei dubbi , come in tutte le cose in Italia, che saranno spazzati via dalle opere che farà il proponente. Ma qui la chiarezza non c’è mai stata.
    3-parliamo del traffico all olimpico?? E della disorganizzazione totale ? Senza parcheggi , se non a chilometri spesso. Gente che camminando in mezzo blocca tutto, macchine parcheggiate anche in mezzo alla strada (perché non sono stati fatti parcheggi appositi per quante persone ci possono andare). Mondezza ovunque al centro di Roma a fine partita, bagarinaggio e cose strane (poiché non essendo un impianto di ultima generazione ha pochissimi controlli), ma allora , DE CHE VOLEMO PARLA’? .

    Comunque , la stessa gente (grancio compresa) che ha prima detto che non si può fare lo stadio per : è zona idrologica, per la gradinata , per il traffico.. adesso come per magia dice che “non c’è interesse pubblico!” Ma se sono passate 3 giunte diverse! Ma se c’è una volta interesse pubblico come fa ad un certo punto a non esserci più? Cioè tu mi dai L ok a costruire casa mia perché ci sono tutti i presupposti , poi viene un altro al comune (magari dopo che L ho costruita) e perché a lui non gli va bene , mi dice che no ,”effettivamente L interesse pubblico non c’era!” , pazzesco! Pura follia di persone che vogliono farsi pubblicità!

    Dopo di che , vista L antifona , è stato fatto scoppiare il caso “risorgimento”, Dove ahimè , la Roma non è uscita pulita, di più! Il marciume invece c’è stato in mezzo alla politica (DA SEMPRE!) guarda caso. Ma la gente non è stata focalizzata sul punto più importante. Un noto politico coinvolto , in una intercettazione dice platealmente che “lo stadio della Roma non va fatto!”. Solamente che l’ignoranza delle persone e il modus operandi di giornali (sopratutto quelli vicini a noti costruttori romani e non) tv , e radio(dai ragazzi, le radio romane! Non c’è gente che c’è zazzava più de quelli fino a quando sono arrivati gli americani! Si sono lamentati anche dei pochi biglietti omaggio!Facciamo i seri!) come sempre ci ha portato a rincoglionirci con cose non vere ma che facevano notizia o dibattito (sinno’ come lavorano questi?).
    Ora che le cose per non fare lo stadio sono terminate (aho c hanno provato su tutto!) si sono inventati sto “voto de sfiducia” .. ma che è ? Cioè :
    – un proponente propone una cosa.
    – viene dato L interesse pubblico (te credo 1500’posti di lavoro in una città morta, finalmente un quadrante che è ridotto a monnezza rimesso (quasi e in parte) a nuovo, 1 miliardo di investimenti privati anche in parte con delle infrastrutture che serviranno anche ai cittadini , e non c’è interesse pubblico?
    – viene progettato (con tanti soldi spesi) tutto quanto dai migliori progettisti mondiali.
    – viene dato L ok e superati i cavilli su TUTTO!
    E mo che succede? Uno se alza , dice “NO ,tocca inventasse qualcos altro per astagtrattinoasteriacoapertaparentesinonfamostostadio” e s inventano “il voto di sfiducia”.. ma de che ? Che fai una cosa che sta andando al termine uno può rivotare contro ? E che famo come i regazzini che se fidanzano tra de loro un giorno con uno e un giorno con L altro giusto per giocare?
    Nel frattempo qualche ebete prova ancora a dire che “lo stadio non è della Roma!” E de chi è vorrei dirgli.. ancora con questa storiella? Ragazzi la Roma sta facendo la stessa cosa che ha fatto L arsenal e non solo!
    C’è una società “AS Roma SPV LLC” che detiene il 91% di una società che è la “neep Roma holding SPA” ,che a sua volta detiene per esattezza il 78% di as Roma , e il 100% della società “stadio tdv SPA” che è quella per la costruzione dello stadio.
    La Roma e la società per lo stadio fanno capo alla stessa società, che sostituendosi all as Roma come “garante” delle liquidità per la costruzione dello stadio , non solo non farà pesare la cifra totale sul bilancio della Roma (che allora si ci metterebbe 10 anni per ammortizzarlo come qualcuno ha detto , senza possibilità di fare mercato) ma ha anche maggiore possibilità di accedere ai crediti senza indebitare ulteriormente L asset AS ROMA. (Ricordiamo che ad oggi tra le prime squadre la Roma è una di quelle che ha meno debiti.) che alla fine non solo crescerà a livello della Juventus come patrimonio , ma sarà anche appetibilissima per i famosi sceicchi che tutti voi volete (giustamente , vi capisco).
    Dall’altra parte, la neep Roma holding cede tutti gli introiti sportivi e non all’as roma, dando alla Roma una prelazione totale sull impianto per i prossimi 50 anni mi sembra (cioè quando potrà comprare lo stadio perché non sarà più indebitata) ad una cifra già stabilita.
    Per cui la Roma non solo risparmierà 3 milioni di euro L anno (pagati al coni per l olimpico) ma avrà anche tutte le entrate , botteghino compreso (adesso il coni detiene anche una percentuale sulle zone premium dell olimpico).
    Entrate dello stadio che sono le seguenti :
    – name sponsor , che basandoci sulla Juventus potrebbe essere 70 milioni per 12 anni ,con pagamento anticipato di circa 42 milioni di euro (esattamente ciò che è successo alla Juventus).
    – botteghini vari , solo con gli abbonamenti la Roma potrebbe arrivare benissimo a 17/18 milioni di euro. Più tutti gli introiti delle partite di champions o Europa League. Contento che con L hospitality e il botteghino potresti fare 3 milioni circa a partita!
    – museo e altro tipo school e prodotti ufficiali, per essere chiari e avere un raffronto , quelli della Juventus fanno circa 12 milioni di euro L anno.
    Alla fine dei conti e della fiera, lo stadio della Roma potrebbe portare (comprese le sponsorizzazioni varie da stadio ) circa 70/80 milioni di euro totali. Senza nessun altro introiti (vedasi i premi uefa europei ecc.)

    Di altro, tanta fuffa, tante bugie e tante prese di posizione senza risposte vere ma solo per “sentito dire”. Lasciate sta ste radio , lasciate sta le marionette , i politici che hanno da fare favori ad altri. Informatevi, come ho fatto io, con le vostre idee. O almeno quando dite le cose , spiegate perché dite quelle cose. Cioè , uno che mi dice “lo stadio è di pallotta” , mi deve spiegare con quale meccanismo (poiché ho spiegato quale è la realtà) lo stadio è di pallotta! Un ciao a tutti e sempre forza roma !
    ########FAMOSTOSTADIONOALLEBUCIE!!!!!!!

    • A parte il fatto che, come oggi paga l’affitto al Coni, domani lo pagherà a pallotta e presumibilmente sarà pure più alto. A parte che le tue stime sono tutt’altro che prudenziali perchè ci vuole fantasia a pensare che il tifoso medio della Roma spenda ogni domenica 200 euro fra biglietto ed hospitality. A parte il fatto che fai il paragone con i numeri marketing della juventus che ha un bacino d’utenza che è 10 volte il tuo. A parte il fatto che, co sta squadra ridicola, lo stadio resta vuoto come è vuoto adesso.
      A parte tutto questo, prendi quei 70/80 milioni di tua stima superipervalutata, toglici i numeri attuali, e ti accorgi che la differenza, pur essendoci, se proprio non la vogliamo definire marginale, è qualcosa di assolutamente inadegauto per pensare di raggiungere i livelli di squadra top europea millantati da pallotta.
      Sai qual è l’unica vera ragione per volerlo? Che, grazie ai tifosi della Roma, lo stadio diventerebbe un inferno da cui sarebbe difficile uscire indenne per chiunque. E questo si che porterebbe punti.
      Nient’altro, o poco più.

      • Sono d’accordissimo con te , l’unica salvata potrebbe arrivare da l fondo del Qatar …….ma non è da Romanisti sperare in questo è meglio credere alle buffonate di Pallotta e Baldini , tanto dietro a loro non c’è nessuno che vuole la Roma ……

        • Vorrei solo aggiungere una cosa alla questione “Qatar”: spenderebbe più soldi rispetto a Pallotta e siamo d’accordo.
          Spariamo qualche cifra a caso, solo per capirsi; mettiamo che là dove Pallotta abbia speso 100, il Qatar spenderebbe 300.
          La mia domanda allora è: come farebbe in poco tempo il Qatar a rientrare di quei 300 (leggi INCASSARE 300) là dove Pallotta doveva rientrare “solo” di quei 100?
          Dite che basterebbe l’aver comprato allenatore e giocatori migliori? Nonostante il campionato (e tanto più la Champions) lo vinca sempre e comunque una squadra sola? (Non “quella” squadra, dico “una” in senso numerico).
          Fra tutte le questioni questa è quella che capisco di meno nel vostro ragionamento. Potete rispondermi? Grazie!

          • Marks al fondo del Qatar sempre se fosse vero , interessa poco come rientrerà , ripeto, sempre che non sia una fake news , chi ha la potenza di investire (buttare) + di 300 milioni al psg per i cartellini di 2 giocatori e non vincere(senza contare gli stipendi) si mette paura di trattare con Pallotta o fare lo stadio ? …….a me sta storia di Conte mi fa ben sperare, se davvero non ci fosse nessuno all’orizzonte Conte parlerebbe con al Roma ? ma se non ha accettato il progetto Rube figuriamoci se gli va bene il progetto ” il Gatto e la Volpe” .
            @Marks , ti confermo che ci spero nel 4 posto ma gli do pochissime probabilità , dovresti fare 5 vittorie e potrebbero non bastare ………

        • Guarda, per me pallotta è già un ex al punto che ho smesso di considerarlo un problema. Bisogna solo vedere come diventerà un ex e per saperlo bisogna aspettare ancora un pò. Ci sono due possibilità:
          1) SI allo stadio. In questo caso i pesci piccoli sono tagliati fuori e l’unico acquirente potrebbe essere solo qualcuno che sta veramente, veramente ciotto.
          2) NO allo stadio. E’ qui che bermudino diventa pericoloso: perchè, di fronte alla prospettiva anche solo di rientrare e svignarsela come il coniglio che è, ci metterebbe zero a metterti nelle mani di chiunque gli offrisse la chance, fosse pure zamparini.
          Quindi prima cosa bisogna pregare per il SI. Secondo, se è vero il Qatar (da vedere) io spero con tutto il cuore che siano già d’accordo e che si aspetti solo il verdetto stadio per stabilire il prezzo.
          Il sogno è il SI e la cessione in corso di costruzione.
          Ma, comunque sia, pallotta è già come non esistesse più.

      • sul bacino utenza però devi fare un distinguo tra i residenti che vanno allo stadio e poi l’utenza in Italia/resto del Mondo.

        Nel resto del mondo, la roma è cresciuta e tanto perché hanno/stanno facendo un grosso lavoro i media manager e ti serve pure quello, così come le tournee.

        Sugli spettatori allo stadio, l’anno scorso la Juve ha fatto 1 mln di spettatori in tutta la stagione, così come la Roma. Solo che la Juve ha incassato una media di 56 euro a biglietto, se non ricordo male, mentre la Roma ne ha presi 35!

        Sicuramente la champions è stata un fattore trainante, ma ti fa capire che vuol dire avere uno stadio tuo. Prendi 1 milione di spettatori a stagione e moltiplicalo per 50 euro a biglietto di media ed ecco che c’hai 50 mln all’anno in più a bilancio. In pratica, come entrare in CL ogni anno. Mettici poi gli sponsor che ruoteranno attorno all’evento e ti assicuri una bella entrata garantita, mentre la CL – come quest’anno – te la puoi giocare.

        Poi sono d’accordo che la gestione della squadra è un’altra cosa, perché se in 2 anni bruci 270 mln per comprare giocatori inutili, puoi pure avere il Wembley stadium tutto tuo, ma te lo dai in faccia.

        Ma intanto inizia a darmi lo stadio di proprietà, che chiama gli sponsor grossi, che ti permette di spendere più soldi e che magari attirano gli arabi.

        Dammi entrate fisse intorno ai 300 mln, senza la CL e plusvalenze e poi vedi come puoi iniziare a permetterti giocatori forti.

        • Non è così. 56 euro a biglietto la gente a Torino li paga perchè gli fai vedere Cristiano Ronaldo, vincere 8 scudetti e coltivare il sogno REALISTICO di poter vincere la champions.
          Tutte condizioni che a Roma non esisterebbero. La gestione della squadra non è un’ altra cosa. Lo gente non va allo stadio per lo stadio, lo può fare una volta poi finisce.
          Senza ciccia in campo non funziona.

          • Non è così. CR7 c’è stato solo quest’anno quindi la gente pagava 56 euro già quando gli scudetti consecutivi erano solo 7.

            Si scherza eh? 😉

          • so due discorsi legati a doppia mandata! Aumenti il fatturato e poi mette più ciccia. Vai in CL e metti ancora più ciccia.

            Poi se vinci, questo dipende da tanti altri fattori. Guarda il PSG e il City con Guardiola che ha speso 800 mln per essere eliminato dal Tottenham!

            Intanto dammi lo stadio, poi vedi come ci arrivi a quei 56 euro a biglietto. Magari all’inizio saranno 40, poi 45, e via via crescendo.

            ottimismo unodepassaggio. Come hai scritto sopra e sono d’accordo, se lo stadio non si fa, Pallotta si rompe il ca**o e liquida la Roma al primo che se la piglia e li so ca**i

  7. Ora, non bisogna essere necessariamente menagrami o anche solo pessimisti per ipotizzare che fare 15 punti sarà parecchio difficile. Non impossibile, ma parecchio difficile sì. Secondo me la speranza è tenuta in vita più dal fatto che ci sono alcuni scontri diretti… ma anche lì dato che le squadre sono tutte in un fazzoletto può davvero succedere qualunque cosa.
    Non resta che fare ognuno i propri scongiuri!

  8. Al quarto posto ci credo, la vittoria dell’Atalanta non ci aiuta, non ci credo lo stesso. Le partite più difficili saranno le trasferte a Genova e Sassuolo. La Juve verrà all’Olimpico senza motivazioni e penso che loro preferiscano la Roma in Champions invece di Milan o Inter per il semplice fatto che non ci considerano un rivale vero per lo Scudetto (non è che Milan e Inter sono rivali seri). Staremo a vedere e FORZA ROMA!

    • La vittoria dell’Atalanta purtroppo è un po’ la risposta a chi l’altro giorno diceva che a Milano con l’Inter l’importante era non perdere. Abbiamo avuto l’ennesima occasione, anche se fra tutte era quella più complicata, e l’abbiamo sprecata. Ma come dici tu: Staremo a vedere e FORZA ROMA!

    • Ciao Riccardo, certo .
      Camillo mezzacapo, che pardon la disattenzione , non è politico ma avvocato , ma che era a stretto contatto con de vito.
      Immagino che non cambi molto il fatto che io abbia detto politico, li sono tutti intrecciati come ben sai.
      Puoi dire questo. Se non lo sapevi adesso lo sai.
      Tra L altro arrestato proprio nell inchiesta “rinascimento” per lo stadio.
      Un saluto
      Forza Roma

  9. Esatto Marks, dopo il pareggio del Milan scrivevo che era fondamentale battere l Inter…per quasi tutti, invece, ci si poteva accontentare di non perdere.Grave errore, come quello arbitrale al 90 che ci avrebbe messo in posizione di vantaggio…toccherà soffrire fino alla fine.

  10. L’Atalanta vince in casa della seconda in classifica surclassando atleticamente e e tecnicamente i partenopei, la roma pareggia in casa della terza in classifica spesso soffrendo i nerazzurri. Neh, da sportivo onestamente diconche l’Atalanta di Gasperini meriterebbe di andare in champions, poi da romanista ingiustamente spero negli sbagli e sfighe altrui per vedere la Roma in Champions, ma noi non lo.meriteremmo onestamente, sia perché siamo più scarsi e sia perche in squadra abbiamo alcune fighette isteriche che si credono campioni.

    • Ciao Alessandro, secondo me la CL la merita chi ci va, e questo si vedrà tra 5 giornate.
      Che loro giochino meglio di noi è abbastanza oggettivo, sportivamente parlando, ma tolto questo ad oggi hanno perso anche più partite di noi, e se si parla di sfighe altrui (che tutti da tifosi non possiamo che augurargli) allora bisogna fare anche il discorso inverso per leggere la classifica attuale: non è che loro hanno sempre perso per sfiga e vinto perché erano bravi e noi sempre vinto per culo e perso perché eravamo pippe 🙂 Tiè, t’ho pure fatto un chiasmo.
      Un campionato dura (metaforicamente) un anno, dunque al netto degli arbitri ribadisco: in CL merita di andare chi ci va.
      Ciao!

  11. Come ho letto su questo sito, noi non vogliamo Gasperini. No no … è uno da provincia.
    Noi siamo da palati fini … meglio Ancelotti. Lui si che è un top allenatore.
    (ma se Garcia che arrivò secondo più o meno a quella distanza dalla Juve .. era un brocco … Ancelotti, che è ?). Così, chiedo a chi ne sa più di me, naturalmente….

  12. Ha ragione Alessandro , l’atalanta ha più fame di molti pseudo uomini che giocano nella Roma. Inoltre ci sono alcuni come Dzeko e Manolas a cui non interessa andare in champions con la Roma, tanto la giocheranno comunque con le squadre con le quali stanno gia flirtando per il.mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here