Pallotta: “Dispiace per alcuni episodi. Mercato? Mai pensato di cedere Dzeko”

0

LAZIO ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni di James Pallotta, presidente giallorosso, in occasione di Lazio-Roma.

PALLOTTA A PREMIUM SPORT

“Non è stata una serata bella come quella con il Barcellona, c’è un po’ di dispiacere per gli episodi. Non dobbiamo pensare ancora al Liverpool, ci sono altre partite prima. Il prossimo obiettivo è il Genoa, non il Liverpool”.

Com’è la situazione per il nuovo stadio?
“Ora si gioca una partita politica, c’è tempo fino a luglio. E’ un peccato per i tifosi romanisti che non possono avere lo stadio in tempi brevissimi”.

Chi sta meglio tra Lazio, Roma ed Inter?
“Non sono preoccupato, sono concentrato esclusivamente su ciò che sta facendo la mia squadra”.

Soddisfatto della permanenza di Dzeko?
“Non eravamo assolutamente interessati alla partenza di Dzeko, è importante ascoltare tutte le offerte ma non ce n’è stata una seria: sono state solo delle chiamate telefoniche che non hanno avuto seguito”.

Il confronto con Salah sarà speciale…
“Sì, è un grande giocatore ed abbiamo un buonissimo rapporto con lui. Non è come incontrare un giocatore che non si conosce, a Roma ha lasciato un grande ricordo”.

PALLOTTA A SKY SPORT

Soddisfatto del risultato?
“Settimana molto difficile dopo la partita del Barcellona. Abbiamo avuto alcune occasioni oggi e dobbiamo controllare il business per il prossimo anno. Dobbiamo andare in Champions, non sono contento se pensiamo solamente a Liverpool”.

C’è una possibilità per arrivare in finale?
“Perché no. Possiamo fare bene è come se ci fosse un derby di Boston”.

Cosa ha detto ai giocatori?
“Quello che succede a Las Vegas rimane a Las Vegas e quello che succede negli spogliatoi resta negli spogliatoi”.

Alisson sarà alla Roma il prossimo anno?
“Non abbiamo nessuna intenzione di vendere e zero possibilità. Quando lo abbiamo preso penso che era un grande portiere e lo è. Non ci sono possibilità che sia ceduto”.

Ora la Roma è conosciuta nel mondo. Sorpreso?
“Non ci deve essere alcuna sorpresa che siamo conosciuti nel mondo. Abbiamo giocato bene con il Chelsea, vinto contro lo Shakhtar e  con il Barcellona sapevamo come dovevamo giocare. La prima partita non ha rispecchiato la gara e al ritorno l’abbiamo presi di sorpresa tatticamente. E’ importante essere conosciuto all’estero per i tifosi e per la Roma”.

Lo stadio?
“Con la Raggi abbiamo parlato più che altro dei soldi. Mi ha multato, devo dare al sindaco 240mila euro. L’acqua era anche fredda”.

La prossima fontana?
“Ci sono altre fontane, c’è il Colosseo, altri monumenti. Avrò modo di stupirvi se passiamo con il Liverpool”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here