PAGELLE, Barcellona-Roma: El Shaarawy è già in forma campionato, Schick continua a brillare

13

ROMA BARCELLONA, LE PAGELLE – La Roma si porta a casa i primi tre punti dell’International Champions Cup e lo fa con un rotondo 4-2 al Barcellona. Gli uomini di Di Francesco vanno in svantaggio due volte, ma non si arrendono e ribaltano il risultato grazie ai gol di El Shaarawy, Florenzi, Cristante e Perotti. Piccoli passi in avanti rispetto alla gara persa con il Tottenham che dimostrano come la squadra giallorossa stia crescendo dal punto della tenuta fisica.

OLSEN 6.5: Incolpevole sul gol del Barcellona, compie un’ottima parata su Malcom che evita il 2-0 blaugrana. Dura solamente 45 minuti la sua prima gara in casacca giallorossa.

FLORENZI 6.5: Difende bene e tiene botta nel confronto con Aleix Vidal. Nella girandola di cambi finisce per essere spostato come esterno destro di centrocampo e alla prima occasione firma il gol del 2-2.

MANOLAS 5.5: Qualche sbavatura di troppo nella prestazione del greco. Spesso in ritardo su Munir è costretto al fallo e sul 2-1 blaugrana si lascia superare troppo facilmente.

MARCANO 6: Si lascia attirare dal pallone e si fa infilare alle spalle dalla triangolazione Rafinha-Munir che vale l’1-0 blaugrana. Gara attenta e ordinata quella dello spagnolo che conferma di essere il più in forma del reparto difensivo.

SANTON 5.5: Inizia il match con un passaggio orizzontale da brividi e la sua prestazione non decolla nemmeno con il passare dei minuti. Nel secondo tempo si perde Malcom sul secondo palo in occasione del 2-1.

PELLEGRINI LO. 6: Corre tanto e si dà da fare, anche se i tempi delle giocate sono da rivedere. Nel centrocampo del primo tempo è senza dubbio il più dinamico.

DE ROSSI 5.5: Da un suo errore a centrocampo arriva il gol del Barcellona, con il passare dei minuti la sua prestazione migliora e cerca di dare ordine alla mediana giallorossa.

STROOTMAN 5.5: Si nota solamente in occasione di un bel passaggio in verticale per Dzeko, stile Shakhtar Donetsk, poi esce dai radar della partita. Il lavoro sulle gambe pesa e si vede.

KLUIVERT 6.5: Primo tiro da dimenticare, poi mette a segno qualche bella accelerazione che fanno intravedere le sue spiccate doti nella corsa. Colleziona un bell’assist sul gol di El Shaarawy.

DZEKO 5.5: Ancora un po’ sulle gambe non riesce a sfruttare gli assist di El Shaarawy e Strootman per tentare la via del gol. Il miglior Dzeko è un lontano parente ma in queste amichevoli estive è ancora tutto concesso.

EL SHAARAWY 7: Non si vede molto per mezz’ora poi capitalizza al meglio il primo pallone capitatogli tra i piedi, trasformandolo in gol. In avanti è il più pericoloso sfiorando anche la doppietta.

AL 46′ MIRANTE 6.5: Incolpevole sul 2-1 del Barcellona compie una parata provvidenziale che evita alla squadra giallorossa il colpo del k.o.

AL 60′ JUAN JESUS 6: Partita ordinata quella del brasiliano che dimostra di essere in crescita dal punto di vista fisico.

AL 60′ PELLEGRINI LU. 6.5: Giovane ma con grande personalità. Si porta a casa una bella prestazione e un assist vincente per il 3-2 di Cristante.

AL 60′ CRISTANTE 6.5: Gli inserimenti sono il suo forte e il gol messo a segno è un suo marchio di fabbrica. Deve entrare ancora del tutto nei meccanismi del centrocampo giallorosso, ma il suo processo di ambientamento è partito bene.

AL 60′ PASTORE 6: Ha classe e si vede, guadagna falli e difende bene il pallone. Manca ancora un pizzico di velocità alle sue giocate, ma ‘el flaco’ c’è.

AL 60′ GONALONS 6: Non viene chiamato a giocate sensazionali ma riesce a dare ordine al centrocampo della Roma.

AL 60′ PEROTTI 6.5: Un quasi assist sul gol di Florenzi che fa salire la sua prestazione. Si perde in qualche dribbling di troppo, ha il merito di siglare dal dischetto il gol del 4-2.

AL 60′ SCHICK 6.5: Molto più dinamico rispetto a Dzeko, riesce a dare velocità all’attacco giallorosso. Si procura il calcio di rigore, trasformato da Perotti. Troppo egoista in alcune occasioni, ma è ancora positiva la sua prestazione.

AL 75′ FAZIO S.V.

AL 75′ KOLAROV S.V.

Daniele Matera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

13 Commenti

  1. La mentalità romana ….. non della roma ….
    De rossi 20 passaggi….. 14 indietro a 5 metri…… 4 sbagliati ,quello clamoroso sul primo goal de Barça dove marcano per carità sbaglia, ma perché deve uscire perché capitan presente non esce ma si guarda gli avversari….. 2 passaggi in avanti addirittura….. palle recuperate 0…. camminando in campo…..
    Florenzi…… soliti grossi limiti fisici tecnici ma sopratutto mentali…… dopo il goal che ha fatto,notare sulla destra in difesa addirittura un tacco per cercare di superare un avversario …… facendo il solito fenomeno testa di caxxo …..
    pellegrini Lorenzo …. signori miei i giocatori veri sono altri….. guardate Cristante la fame che ha…… serve fame per giocare no fichettaggine…….
    Elsharawi…. goal a parte(lo faceva pure mi nonno con quella palla di Kluivert) eterna fighetta….. mi sono rotto i coglioni che uno invece di spaccare la porta tira tanto per tirare come se il goal per la Roma non contasse nulla…..ci vole faaameeee!!!!
    Perotti….. si è capito lontano un chilometro che sarà il prossimo ad andare…. doeghito grazie di tutto….. ma gli atteggiamenti sbagliati non li perdono a nessuno mi dispiace…… se anche si gioca solo un minuto per la nostra Roma lo si deve fare al 1000 per 100….. non c’è piu spazio per prime donne o mezze fighette……
    pastore ancora non lo giudico in toto ma si vede che ha quello che è mancato per anni alla Roma ,L ultimo passaggio e quella qualità che in alcune partite farà la differenza…… Manolas e Jesus …. mamma mia ragazzi non migliorare neanche dell 1 per 100 su errori che si commettono sempre è assurdo per un giocatore di livello internazionale …. lo trovo assurdo….. ma Manolas sappiamo che è così ma ha delle caratteristiche che fanno dimenticare il resto…. Jesus mi dispiace ma ha finito i bonus…..
    ultima cosa….. ci tengo a sottolineare come le mie non sono critiche di tecnica di gioco …. o di tattica …… le mie sono critiche di MENTALITÀ…… di VOGLIA….. di AMORE….. e di RISPETTO VERSO UNA MAGLIA CHE PER NOI È TUTTO…..!!!!! Poi si può sbagliare tutto , ma la concentrazione , la determinazione la voglia e l attegiamento giusto deve essere la PRIMA COSA DI QUESTA NUOVA ROMA!!!!!! Vedrete come Fazio e Kolarov cambieranno questa squadra…… detto tutto ciò la partita di oggi ancora non è giudicabile per condizione ma vanno visti e presi solo degli spunti senza essere né negativi ne positivi……
    quello che mi auguro è che il grande direttore prenda il mediano titolare e il terzino destro titolare …… la ciliegina sarebbe anche un esterno destro titolare ma so che è impossibile ……. i miei “sogni” sono gente con i coglioni e con la voglia …… N’Zonzi chiesa terzini ce ne sono a centinaia cattivi e bravi…… sempre immensamente forza Roma!!!!!! Ciao a tutti !!!!!!

  2. umiliati per. 85 minuti e leggo commenti positivi..il barca D ci hacredo bombardato.ho la netta sensazione che siamo peggiorati in tutto…negli 11 nella difesa..questar Roma è da 5 6 posto…Correte ai ripari per favore…

  3. Francamente dare giudizi sulla partita di stanotte mi sembra fuori luogo. Addirittura ci hanno umiliato secondo alcuni. Abbiamo sfiorato pure il quinto gol. Inoltre il Barcellona ha fatto tanto possesso palla ma se andiamo a vedere come occasioni da gol siamo li. Nel primo tempo hanno fatto 4 minuti di possesso palla chiudendoci indietro e senza farci toccare palla. Cosa hanno ottenuto alla fine di questi 4 minuti ? Una rimessa laterale per la Roma…………..

  4. ICC è per le grandi squadre, perché i formellesi si interessano al torneo?
    Perché scrivono qui?
    La Roma è da 5 anni tra le prime 3 in campionato e a un nome in Europa che non ha mai avuto prima.
    In Italia vince una squadra di proprietà di una Holding che ha chiuso il bilancio con oltre un miliardo di € di UTILE.
    Cosa volete vincere? Il Napoli ha vinto? Inter e Milan?
    Forse il problema e una supercoppa italiana vinta dai formello boys anticipando la preparazione come una provinciale per poi esplodere a marzo e arrivare, come sempre, tra il quinto e l’ottavo posto……

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here