ORSI: “Non si deve snaturare Zaniolo”, TORRI: “Roma squadra assemblata male”

27

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Sono curioso di vedere come si darà equilibrio alla squadra senza veri e propri esterni”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Nzonzi? Forse molti si aspettavano un top player, per la cifra spesa. Pastore credo sia l’emblema di questo mercato. La Roma non riesce a diventare una squadra, mancano le basi del mestiere”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “La Roma quest’anno ha fatto sempre fatica, anche con dei giocatori in più. E’ stata assemblata male, fa molta fatica. A me preoccupa che anche dopo i 100 milioni dell’anno scorso hanno fatto parecchie plusvalenze”.

Stefano Agresti a Radio Radio: “Petrachi? E’ un professionista, un po’ più di costruzione forse rispetto a Monchi e Sabatini che trovavano ragazzi di valore per rivenderli. Lui prende anche giocatori già fatti”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Ranieri è intelligente e bravo e mette la squadra col 4-4-2, il modulo più semplice. Lui deve normalizzare una situazione difficile. Non vorrei che Zaniolo a destra faccia la fine di Florenzi. Messo lì per tappare i buchi, non devi snaturare le sue caratteristiche perchè non è un terzino destro”.

Roberto Renga a Radio Radio: “La Roma sarà più tranquilla, Ranieri gioca con il suo modulo. Lui gioca con i 4 bloccati dietro. Mi aspetto una Roma che faccia dei passi in avanti. La Spal ha vinto all’Olimpico”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “L’unico dubbio rimane tra Karsdorp e Santon, ma credo gli serva di più Karsdorp. Un 4-4-2 che si potrebbe considerare un 3 e mezzo”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “L’idea che si possa vincere senza giocare bene è diventata normale in Italia. La Roma deve giocare meglio di come sta giocando. Il momento è decisivo. Credo che Schick e Dzeko possano coesistere. La questione Zaniolo è diversa, credo che abbia ancora l’età per costruirsi un’identità anche in campo. Se non va in coppa la Roma avrà dei problemi. Quella di Zaniolo è stata una crescita veloce, può diventare uno forte. Spero abbia più tenuta fisica e qualità di gioco”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Con Ranieri la Roma recuperò l’Inter, ma quella squadra era più forte. Mancini vede Zaniolo mezzala, ma lui lo mette sulla destra. Forse è il caso di modificare qualcosa per metterlo più a suo agio? Di Francesco sacrificava troppo Schick, farli giocare insieme è necessario. Il problema di Schick è quando lo fai giocare da centrale. Ranieri fa bene, serve una risposta di carattere da Schick. Zaniolo lo doserei di più, è la Roma che ha bisogno di lui e non il contrario”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

27 Commenti

    • E non solo è assemblata male, ma in caso di mancata qualificazione in Champions, come probabilmente succederà, andranno via anche i pochi giocatori buoni che ci sono…di male in peggio

  1. Non smetterò mai di ricordare che è Baldini quello che deve sparire, fino a quando ci sarà lui per noi Romanisti la nottata nin finirà mai.

    Purtroppo anche Massara (per quanto sia persona competente) é uno del suo entourage.

    SEMPRE E SOLO FORZA ROMA.

    • @spaccia, anche tanti tifosi dovrebbero scomparire, se ricordi gli scambi di opinioni estive oggi in tanti dovrebbero chiedere tante scuse. Sono mesi che aspetto ma non si presenta nessuno, però ad insultare come andavano forte. Oggi se dobbiamo stare tutti uniti per cercare di arrivare almeno in Champions, chi ha insultato deve avere il coraggio di chiedere scusa e deve iniziare a chiedere alla società un altro tipo di gestione perché questa è fallimentare.

    • @cupolone ….che apprezzano i ragionieri…. a parte il fatto che non ha senso buttare sta frase li se non per alzare cagnara. Potevi fare lo stesso commento senza parlare degli altri tifosi.
      Vedi che ti piace contestare invece di costruire!
      Secondo mai sentito Jacopo Fabrizio criptico me Mark Fabiano e tutti gli altri parlare dell’ amore per monchi. Il concetto di quelli che chiami ragionieri è sempre il punto di vista di voler prima fortificare la struttura Roma per poter poi essere forti nel calciomercato.
      Leggi con attenzione quando si parla altrimenti metti in bocca parole che non sono mai state dette.
      Io come gli altri abbiamo scritto post settimane fa sulla necessità di togliere alibi alla dirigenza chiedendo un allenatore di capacità acclarate.
      Siete voi che chiedete cose assurde come pallotta vattene quando è l unica cosa che non si può pretendere visto che è il proprietario è non si può cambiare.
      Oggi visto che allenatore è cambiato e ds non c è più vedi di concentrarti sul costruire creando un ambiente favorevole invece di ricominciare con la CONTESTAZIONE BASTA CHE SE CONTESTA PERCHÈ SO 40 ANNI CHE SE CONTESTA.
      Almeno i tifosi diano pace per poter avere serenità per vincere .ci bastano sto laziali o finti romanisti che per radio parlano sempre male per rimediare la pagnotta a creare ambiente negativo.

        • Vedendo questa Roma chi non è frustrato?cmq che tanti tifosi hanno difeso monchi anche quando è diventato indifendibile è vero…ho sentito addirittura dire che chi fa parte di questa società deve essere sostenuto a prescindere…io chi fa il male della mia squadra non lo difenderò mai

  2. L’importante è vincere oggi e raddrizzare la stagione. Poi certo come molti ieri dicevano la passione con la gestione americana sta sfumando e non perché i trofei sono scarsi. (neanche prima erano così frequenti) ma perché si cedono tutti entro 2 anni..almeno prima avevamo una ossatura stabile..avevamo stranieri che erano diventati più romani di noi vedi Radja o Candela).
    Ho provato a tifare il bilancio..
    Forza plusvalenze!!
    Daje con il riscatto!! W il fpf!!!,
    ma niente..nun se po fa.. Adesso è tornato nonno Ranieri ma è evidente che da solo non può fare i miracoli.
    La Roma deve puntare su 2 3 giocatori incedibili che restino per lungo periodo (1 per reparto: manolas elshewa, pellegrini) far crescere de Rossi come futuro allenatore, prendere Gasperini con contratto di 5 anni fare scegliere a lui i giovani (fuori Baldini o altri consulenti USA) il modello è l’ajax. Altrimenti quindi si farà lo stadio e mancheranno i tifosi.
    Forza Roma ne mancano 11 all’alba

  3. I tifosi per la reale proprietà della a.s. Roma non sono nécessari in quanto non la lottizzazione e per il 90% edilizia speculativa e circa il 10% lo stadio. Non vi e alcun perseguimento di interessi sportivi volti a vincere un trofeo ma solo interessi economici come evidenzio da molto tempo. Non ci saranno vittorie di trofei in futuro ma solo partecipazioni.
    Cordialmente

  4. Pallotta deve restare, altrochè, ha solo subìto alcune situazioni fidandosi troppo di quello che pareva il Messia dei DS, solo per l’impegno, la pazienza e i soldi che sta mettendo per lo Stadio merita i nostri applausi. Ora è intervenuto come un caterpillar licenziando allenatore, DS e medici, così si fa. Speriamo solo che la prossima rivoluzione sia sensata, basta allenatori pittoreschi con idee di calcio stravaganti o DS sognatori, è il momento della concretezza. Se non c’è un vero allenatore disponibile teniamoci Ranieri, l’ultimo campionato in cui abbiamo sognato avevamo lui in panchina e davanti l’Inter del triplete, non scordiamolo. Col Leicester ha vinto e non era tanto più giovane di ora, che significa Nonno Ranieri? Se il cervello ti funziona puoi allenare anche a 80 anni

  5. E’ chiaro che certa gente scrive solo per provocare e/o ha la memoria corta. Qua nessuno difende Monchi, che di errori in due anni ne ha fatti, ma come spesso accade si parla bene di chi ora non c’è più, dimenticandoci di cosa ha fatto Sabatini in 5 anni (non 2). A fronte di 83 acquisti (e meno male che era Monchi a comprare tanto) e qualche ottimo innesto, ha anche preso gente come Jose Angel, Nego, Kjaer, Borini, Bojan, Goicoechea, Dodò, Piris, Destro, Jedvaj, Toloi,Bastos, Ljajic, Yanga-Mbiwa, Cholevas, Cole, Ucan, Iturbe, Spolli, Ibarbo, Doumbia, Gyomber, Gyomber, Vainquer, Zukanovic. Mi dite di questi quale state rimpiangendo ancora oggi? penso che i DS attuali siano costretti gioco forza a puntare su tanti cavalli, e non tutti possono essere vincenti, altrimenti sarebbe troppo bello. Quindi fermo restando che Monchi degli errori ne ha fatti, non credo che abbia fatti niente di diverso da quello che aveva già fatto Sabatini, nè di quello che farà il suo successore, contando che appena arrivato abbiamo saltato la CL e si doveva ripianare un buco più grande del previsto per mancati incassi. Tutte le squadre sbagliano degli acquisti, ma i brocchi stanno solo da noi, come sempre per certa gente. E ora testa alla partita…Forza Roma!!!

  6. Non è l’età che fa la saggezza..
    L’importante è che Ranieri sia venuto per il 4 posto e non per dare vetrina ai giocatori che la Roma vuole vendere (shick, kluivert).
    Quello sarebbe l’ultimo insulto ai tifosi.. Monchi per me ha sbagliato e lo volevo fuori da tempo, ma credo che lo stesso spagnolo si fosse accorto a dicembre degli errori fatti e volesse intervenire ma Pallotta o chi per lui lo ha stoppato. Difra e Monchi sono stati fatti fuori da una squallida lotta intestina fra dirigenti, non certo per un piano di rilancio della squadra.
    Senza una squadra decente lo Stadio non si riempe di tifosi e non si vendono abbonamenti TV (tralascio il mercato immobiliare in forte crisi a Roma sud che secondo me complichera le cose). Se Pallotta vuole pensare unicamente allo stadio forse è meglio che dia incarico a società specializzate per vendere la società.

  7. Avevamo ragione, la Roma faceva pena per colpa di Di Francesco, con RANIERI Finalmente vero calcio. In campo finalmente i campioni si vedono.

  8. Giocatori senza più voglia. Solo Elsha ha dato qualcosa nel primo tempo, Zaniolo Dzeko e Perotti nel secondo.
    Ma se giochi in 3 non vai da nessuna parte.
    Né un arbitro da cancellare da tutti gli albi del regno purtroppo può cambiare la sostanza: abbiamo perso con la Spal due partite su due quest’anno, in casa non vincevano da settembre. SETTEMBRE.
    E noi dobbiamo andare a battere l’Inter a Milano?
    Non possiamo pensare di contare sui risultati altrui se tanto di nostro non ci mettiamo abbastanza.
    Tanta amarezza, TROPPA amarezza.
    Per citare Bergomi: “che palle ragazzi, che palle!”

  9. @Texber, lascia stare, tanto nessuno ammetterà di avere sbagliato, lo spagnolo è tornato a casa, Di Francesco ha pagato per non avere scelto subito di dimettersi, ora siamo qui noi tifosi con le ossa rotte senza capire cosa ci riserverà ancora l’americano.
    Per me la Roma rimane, mi auguro solo che Pallotta passi il prima possibile.

    Go home Mr. James Pallotta, basta, Attila era un dilettante nei tuoi confronti.

    Se Rosella portava i libri in tribunale C’era la possibilità di non averti mai avuto come presidente della A.S. Roma e forse ora saremo stati meglio di come ci sentiamo adesso.

    Pallotta se ci tieni veramente alla Roma mettila in vendita.

  10. Ma non avremmo risolto con la cacciata di Di Francesco, secondo voi unico responsabile di un campionato discutibile?
    Con Ranieri salviamo il campuonaro come ha già fatto con il Fuhllam.
    Zaniolo in panca e Cristante titolare grida vendetta, di Jesus e Kardsdrop contemporaneamente titolari non ne parliamo.poi Dzeko che non sopporta neanche se stesso vicino con Schick….

    • Ciao Paolo, l’unico appunto è che ieri di terzini sinistri di ruolo ce ne erano esattamente ZERO.
      Dunque che fai? Metti Karsdorp a sinistra? Anzi no, ok, ci metti Santon, ma poi comunque devi mettere Karsdorp a destra… la coperta in questo momento è corta, dove tiri scopri…

  11. Facciamo un giochino: dichiarate la vostra scelta riguardo alla strategia societaria per la prossima stagione. Ha senso solo fatto ora, prima che ci siano gli esiti di questa stagione, e di conseguenza il calciomercato, e la nuova stagione stessa. Perché, ricordiamocelo, a posteriori semo bòni tutti.

    Per gli smemorati faccio prima un piccolo promemoria; quanto sto per scrivere è frutto dei miei ricordi e di come l’ho capito, ma non dovrebbe essere completamente scorretto:

    1) la prima delle due strategie enunciate a suo tempo da Baldissoni è quella attuale: costi della rosa più alti, bilanciati dalle maggiori entrate che questi dovrebbero essere in condizione di portare, e bilanciati soprattutto dal trading dei giocatori stessi. Lo scopo è quello di avere maggiori probabilità di centrare la Champions tutti gli anni, avere appunto maggiori introiti, e nel tempo sanare il rosso di bilancio. Il costo è che la rosa cambia in continuazione, quando più quando meno.

    2) La seconda strategia è quella che non è stata attuata: costi della rosa più bassi, minor probabilità di centrare la Champions ma anche maggior stabilità della rosa, con tempi necessari a raggiungere obiettivi teoricamente più lunghi. Bilancio più in ordine o comunque più facilmente sistemabile.

    Il fatto che a fine stagione la scelta potrebbe essere obbligata non deve essere una scusa, ripeto che il gioco è proprio pronunciarsi ORA e non DOPO.

    Daje coi voti, e daje Roma.

    • Caro Marks ..a bbiamo finora provato con la prima strategia ed ha ampiamente FALLITO .. GAME OVER!!!!
      Perché per fare il trading calcistico ti servono giocatori di valore e dopo poche stagioni te li sei venduti tutti ed i nuovi non li vuole più nessuno. Per alimentare il trading sei costretto a fare scommesse sui giovani ogni anno (prendendoli a strascico)con il rischio di trovare nella rete dei bei scarpari..
      Inoltre per fare questo gioco hai costi della rosa troppo alti, debiti crescenti verso società, procuratori sportivi, banche, ecc..
      Non puoi applicare regole di gestione, valide per una azienda finanziaria ad una società sportiva.
      Ti serve un maledetto STRACCIO DI PROGETTO TECNICO !!!
      Da quanti anni diciamo che alla Roma mancano centrocampisti di contenimento, esterni difensivi, esterno destro alto, fantasista..con i soldi delle cessioni non hai mai risolto uno di questi problemi!!
      Sono tutti cedibili !! solo per questa frase la dirigenza della Roma dovrebbe essere mandata a pascolare le pecore.. vuol dire che non capiscono un cavolo di calcio .. Kasdrop è uguale a Manolas ? Shick è uguale a Dzeko? Kluivert è uguale a Ekshewa?
      Sei la Roma, davanti a te le piccole si chiudono? e quindi prendi shick un seconda punta per una squadra che gioca in contropiede pagandolo una enormità ? lo fai solo per prendere in giro i tifosi dicendo che hai preso il vice salah. Oppure cedi per far cassa due dei migliori centrocampisti che la Roma ha mai avuto nella sua storia facendo passare uno per ubriacone e l’altro come se avesse voluto lui andare via.
      Vatti a leggere l’intervista a Szczesny come parla di radja dicendo che ha sempre fatto una vita da pazzo, ma è sempre stato un grande giocatore (e nella juve qualcuno ne ha visto). In cambio hai preso Cristante, Pastore e Nzonzi (che Thor vi fulmini) e mi li hai fatti passare come un rafforzamento della squadra ??
      Baldissoni ha adottato la prima strategia non per farei contenti a noi tifosi, ma solo perché con il trading e gli alti costi della rosa giustifica anche i ricchi stipendi e bonus che lui e Monchi hanno preso e continuano a prendere..
      Pallotta è riuscito a far crollare la passione in una delle tifoserie più accese di Italia.
      Hai il vizio del gioco? Passioni incontrollabili ? Prendi un Pallotta dopo cena e ti rilasserai e non ti fregherà più di nulla.. se non ti basta ti vendiamo i Pallotta boys che parlando di numeri e bilanci ti frulleranno il cervello e ti addormenterai senza pensieri (perché tutto sarà andato nel ce…o)
      PALLOTTA dovevi vendere la società dopo Roma Liverpool !!
      Maledetta KOP hanno preso gli americani giusti !!!

      • Ok dunque mi pare che anche tu come Spaccia propenda per il secondo sistema con l’abbandono del primo. Rifondazione più o meno completa, ripartire da obiettivi meno ambiziosi nel breve termine, con giocatori magari non di primo piano ma almeno scelti in base alle caratteristiche che mancano alla rosa, al “ruolo utile” diciamo, e possibilmente condivisi con l’allenatore di turno.

        P.S. mi spiace che tu ed altri ancora continuiate a fare l’equazione “parlare dei bilanci” = “essere Pallotta boy”, come se un altro presidente non dovesse far fronte ai bilanci, ma vedo che provare a farvi capire che l’equazione è sbagliata sia inutile, dunque ci rinuncio 🙂

        Ciao!

  12. Ciao Marks,
    L’unica strategia è quella che Pallotta metta in vendita l’A S. Roma.

    Siamo stanchi di questo cialtrone.

    Chiunque la possa acquistare, prima di mettere piede dentro Trigoria deve sospendere tutti i contratti in essere con dirigenti e figure con contratti a termine, liquidare tutti.

    Ingaggiare pochi professionisti competenti e senza troppi legami con l’esterno e con l’etere romano, ad iniziare dalla attività di base fino alla prima squadra..

    Sarà dura i primissimi anni, ma certamente questo potrà essere necessario per mettete nuove basi per un futuro migliore fatto di sostanza e lavoro, tutto ciò che è legato oggi alla Roma è da cancellare, L’unica cosa che salvo sono i tifosi, unica vera vittima di questi incompetenti.

    Solo così potremo ritrovare la nostra Roma.

    Questo è l’unico progetto vincente.

    SEMPRE E SOLO FORZA ROMA.

    • Ciao Spaccia,
      io non credo che si esca fuori da quei due tipi di gestione; o l’uno o l’altro, a prescindere dai protagonisti.
      Un altro conto è realizzare bene o male uno di quei due sistemi; allora sì ci possono essere differenze fra un protagonista e l’altro, ma sempre uno dei due sarai costretto a scegliere, né mi sembra che alla fin fine tu descriva altro che il secondo.
      Saluti, Forza Roma!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here