‘Non Rassegniamoci’. Torri: “Nessun contatto Roma-Florenzi per rinnovo”. Biotti: “Alisson incedibile”

1

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30 Claudia Demenica ed Alessandro Tagliaboschi vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa. Alle 9.30 scatta l’ora di Valeria Biotti (Centro Suono Sport), mentre alle 10.00 è tempo di Piero Torri, voce di Tele Radio Stereo e colonna de Il Romanista. Nel corso della puntata collegamenti con Dario Moio, l’inviato di Romanews.eu.

LE PAROLE DI VALERIA BIOTTI – “Il bilancio della stagione è molto positivo da tutta una serie di punti di vista, innanzitutto tra il rapporto tra le forze che ha la società ha messo in campo e ciò che si è raggiunto. E’ vero, non si è vinto e sono tanti gli anni che non succede, ma abbiamo iniziato ad assaporare veramente il salto di qualità. Roma inizia a diventare una piazza importante anche per giocatore che abbiano voglia di restare e non essere di passaggio, il fatto di non dover per forza vendere entro il 30 giugno aiuterà a costruire meglio la squadra. Bisogna partire il presupposto che Alisson è incedibile, anche rifiutando 100 milioni. Con una cifra del genere è vero che si possono fare tante cose, ma è dalla fase difensiva che si parte per portare a casa risultati importanti. Un altro pilastro è Edin Dzeko, che se vorrà merita di rimanere a vita a Roma e chiudere la carriera qui. I gol importanti, la qualità del suo lavoro parla per il giocatore. Io sarei disposta a perdere Strootman, meno a perdere Nainggolan, anche se sto sentendo nomi interessanti che potrebbero rappresentare un’alternativa non da poco. Se dovesse arrivare Talisca che a me piace tantissimo, lì si potrebbe ragionare sulla cessione di un big. Cederei sia Perotti ed El Shaarawy che hanno dimostrato di vedere troppo poco la porta per un esterno d’attacco di una squadra che punta a vincere qualcosa. Florenzi? E’ sicuramente un elemento divisivo per l’opinione generale per una serie di motivi: la sua versatilità che spesso ha rappresentato una difficoltà per lui, l’aspetto comportamentale perché c’è chi afferma che ha vestito troppo presto la fascia da capitano. In una Roma fortissima Florenzi non giocherebbe titolare, ma dobbiamo avere il senso della realtà che non siamo Real Madrid e Juventus ed un giocatore del genere a Roma può essere molto utile. Le cifre girate non sono quelle reali e so per certo che la Roma e Florenzi si vedranno giovedì per parlare. E’ una questione che in un modo o nell’altro si risolverà presto”.

LE PAROLE DI PIERO TORRI – “Definire Marcano profilo giusto faccio fatica: innanzitutto per l’età, ha 31 anni, un bagaglio d’esperienza importante. Se è il quarto della Roma è un profilo più che giusto, se deve essere un titolare non ne sono sicuro. Spero di sbagliarmi e che possa smentirmi come ha fatto Fazio in passato. Non escludo che possa arrivare a Roma nei prossimi giorni per le visite mediche. Il prossimo anno la Roma giocherà con la linea a 4? La risposta naturale verrebbe sì, però visto che anche se non sempre quando ha giocato a 3 dietro le risposte ci sono state, mi devo aspettare che nel ruolo dei centrali possa arrivare anche qualcun altro. Florenzi? Ho un datato e solido rapporto con Lucci, il procuratore di Alessandro. Da ciò che so finora non si è mai parlato del rinnovo di contratto. Lui ha ricevuto attacchi gratuiti sulla richiesta di 4 milioni che non c’è mai stata. L’ultimo contatto tra le parti è datato 2 mesi e mezzo fa. Io qualche dubbio sul rinnovo ce l’ho comunque, lo sapremo presto, o firma o va via. Talisca? Può essere un ottimo profilo, ma se ha solo la testa giusta. Tecnicamente però è un ottimo giocatore, secondo me alla Roma quest’anno è mancato un po’ di talento che i giallorossi cercavano da Schick che non hanno consentito di farci vedere le sue qualità. Io resto convinto che Schick sia un campione. Talisca ha fatto vedere questo talento, nel campionato turco, che per quanto minore resta competitivo ma lo ha fatto vedere anche in Champions League. Ho un solo grande dubbio: nel 4-3-3 di Di Francesco, dove gioca? Intermedio ci rimette la Roma e lui. A Bahia ha giocato anche come punta esterna, ma metterlo sulla fascia non so quanto sia nelle qualità del giocatore. O Di Francesco cambia un po’ il suo modulo, con il trequartista e le due punte penso che con il brasiliano potremmo divertirci un bel po'”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here