‘Non Rassegniamoci’. Evangelisti: “La perdita di Florenzi non sposterebbe gli equilibri”

0

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30 Alessandro Tagliaboschi e Matteo Martini vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa. Alle 9.00 via ai collegamenti: si parte con il procuratore Claudio Vigorelli. Alle 9.30 appuntamento con il Roma Club Genova. Infine, alle 10.00, spazio a Marco Evangelisti del Corriere dello Sport.

LE PAROLE DI MARCO EVANGELISTI – “Ronaldo è un’inversione di tendenza di cui il calcio italiano aveva bisogno. E’ un segnale, il rischio però è che la Juve congeli ulteriormente la sua supremazia in campo nazionale e che renda il campionato ancora meno godibile. Però è anche vero che si tratta di un inizio e credo che altre squadre saranno spinte a fare sforzi di questo tipo. Ci sono dei segnali di risveglio però: Ancelotti per il Napoli, Kluivert per la Roma. Chissà che non possa essere l’inizio di un’inversione di tendenza. Florenzi è un professionista che vuole ottenere le migliori condizioni possibile nel contratto più importanti della sua carriera. Io però, credo che ce le cifre della Roma siano più che congrue se Florenzi vuole andare via che vada pure, non credo sposti più di tanto gli equilibri del campionato. Karsdorp mi sembra tornato dalle vacanze piuttosto tirato, in forma. Io che conoscevo prima che venisse alla Roma lo considero uno dei migliori terzini in Europa dal punto di vista potenziale, non credo ci sia molto da insegnargli, è un talento naturale. Bisogna convincerlo dell’importanza del lavoro e Di Francesco è un maestro in questo. El Shaarawy o Perotti? Entrambi hanno caratteristiche significative che possono essere importanti per la Roma. Credo che non rinuncerà a cuor leggero ad uno dei due, poi avendo puntato su Kluivert e cercando ancora un attaccante esterno che può essere Chiesa o Berardi o addirittura Ziyech credo che alla fine almeno uno andrà via. Perotti forse è un tipo di giocatore che con Di Francesco è più importante perché è in grado di saltare l’uomo e fare la differenza in determinate situazioni”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here