‘Non Rassegniamoci’. Buffoni: “Per lo stadio è tutto congelato”

0

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30 Simone Brozzesi e Matteo Martini vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa. Alle 9.30 al via i collegamenti: si parte con Alessio Di Francesco di Radio Radio, per parlare della vicenda stadio. Alle 10.00, invece, è il turno di Romolo Buffoni, caposervizio di Leggo.

LE PAROLE DI BUFFONI – La sensazione, da cittadino, è di grande depressione, per una città che non riesce a scrollarsi di dosso certe cose. Quando si vede le situazioni sono sempre le stesse, si fa fatica. Anche molta demagogia andrebbe risparmiata. Chi occupa un posto di rilievo e responsabilità non deve avere la condizione del bisogno. Se un arbitro dovesse arbitrare partite importanti e non riuscisse a pagare le bollette sarebbe molto più facile corromperlo. Questa metafora è esplicativa. Se continuiamo ad avere queste idee demagogiche e populiste non andiamo da nessuna parte. La Roma in questa vicenda è parte lesa e vede un sogno infranto da una persona che l’ha ingannata. A me viene da pensare che se è vero che Pallotta abbia stentato parecchio a trovare persone interessate ad investire nello stadio, probabilmente è perché la realtà di Roma è ben nota tra chi fa affari di questo tipo. Probabilmente le difficoltà nel trovare investitori sono date anche da questo. Spiega anche perché tante entità e aziende importanti vanno via da Roma. Chi pensa di continuare a fare così rimarrà solo a Roma, senza nulla da fare. Per quanto mi riguarda toglierei ogni speranza di vedere realizzato lo stadio. E’ tutto momentaneamente congelato, almeno finché l’autorità giudiziaria ha il suo faro acceso su Eurnova. Ora è difficile parlare di altro. Pochi giorni fa c’è stato un vertice tra Monchi e Pallotta, ma ora sarà necessario vedere se alcune operazioni saranno congelate, nonostante poi sia arrivata la risposta positiva da parte dell’UEFA sul FPF. La vicenda stadio comunque, e indagini annesse, andranno avanti per diverso tempo. Questo è inevitabile. Anche Pallotta, credo, cercherà di congelare le emozioni in attesa di sviluppi. Capitolo Spagna e Mondiale, ho pensato a quanto sarebbe stata difficile la gestione dello spogliatoio. Il Real vive di prepotenza e questo si vede anche negli atteggiamenti fuori.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here