News della giornata. Verso Roma-Shakhtar, Scala: “Gli ucraini non verranno a difendersi”. Dzeko, dalla Polonia un restroscena di mercato

0

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un unico articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA – La Roma ha proseguito la preparazione in vista della gara di Champions League con lo Shakhtar Donetsk, in programma martedì alle 20.45. I giallorossi sono scesi in campo a Trigoria alle 11.00 agli ordini di mister Di Francesco. Sala video, palestra e lavoro sul campo per il gruppo. Individuale per Defrel, Karsdorp e Luca Pellegrini.

MERCATO TEODORCZYK – Dzeko è stato il protagonista del mercato invernale romanista. Il Chelsea sembrava ad un passo, poi non se ne è più fatto nulla. Spunta un retroscena: Kubacki, agente di Lukasz Teodorczyk, attaccante dell’Anderlecht, ha detto a Przeglad Sportowy: “Lukasz sarebbe alla Roma se Dzeko fosse andato al Chelsea”. Monchi, quindi, secondo i media polacchi, aveva individuato nel classe ’91 il papabile sostituto del bosniaco.

MERCATO STROOTMAN – Il Milan pensa a Kevin Strootman. A darne notizia è stato Tuttosport: il club rossonero vorrebbe rinforzare il reparto di centrocampo e considera l’olandese perfetto per il 4-3-3 di Gattuso. Il calciatore della Roma, però, ha una clausola di 45 milioni fino al 31 luglio.

MERCATO LAFONT – Alban Lafont, portiere classe 1999 del Tolosa, è stato accostato a più riprese alla Roma nel corso delle ultime settimane. L’estremo difensore francese è stato individuato come possibile sostituto di Alisson nel caso in cui il brasiliano partisse a fine stagione ma, secondo quanto è rimbalzato dalla Francia, sul talento del Tolosa pare abbia messo gli occhi il Napoli, pronto ad offrire 10 milioni al club. Su Lafont è vivo anche l’interesse di Arsenal, Real Madrid e Newcastle.

INTERVISTA SCALA – Nevio Scala, ex centrocampista che ha militato nelle fila della Roma nel 1966-1967, ha parlato in giornata della sfida di martedì sera contro lo Shakhtar: Non verrà a difendersi, perché sa che sarebbe sconfitto in partenza. Cercheranno il gol nel primo tempo, se riusciranno a farlo le cose non si metteranno bene per la Roma. Sarà una gara da 50 e 50, volendo fare percentuali. Se la Roma è convinta, concentrata e determinata a livello fisico è superiore, però a livello tecnico loro sono molto forti e imprevedibili, giocano sull’imprevedibilità e la fantasia. I brasiliani hanno nel loro DNA il fatto di essere giocolieri, per la Roma non sarà facile controllarli, sono talmente abituati a grandi alternative di gioco che metteranno in difficoltà anche la Roma.

Paolo Sparla

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here