News della giornata. Totti: “Fiducia a Di Francesco”. Nainggolan: “Qui a vita”. Riecco Gonalons

1

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un unico articolo: buona lettura!

TOTTI LAUREUS AWARDS – Francesco Totti ha partecipato Laureus World Sports Awards, gli Oscar dello Sport, che si sono tenuti presso la Salle del Etoiles dello Sporting Club di Montecarlo. L’ex capitano giallorosso è stato premiato dalla campionessa paraolimpica Bebe Vio e da Alessandro Del Piero per i traguardi straordinari raggiunti in carriera: si è aggiudicato l’Achievement Award ed è entrato ufficialmente a far parte del corpo di ambasciatori dei Laureus, che annualmente si riunisce per conferire onorificenze agli sportivi meritevoli. Ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine dell’evento, eccone uno stralcio: “Sinceramente un premio inaspettato, ma è un riconoscimento internazionale che accetto a braccia aperte, sono riuscito in 25 anni a fare qualcosa di bello. Piano piano sto capendo il ruolo che mi si addice, penso di rimanere nel settore tecnico. Il campo è la cosa che conosco meglio, non so se da direttore tecnico o altro. Ma la parte di campo è la più bella”

QUI TRIGORIA – La Roma si è ritrovata oggi a Trigoria per preparare la sfida di sabato prossimo contro il Napoli (Stadio San Paolo, ore 20.45). La squadra è stata divisa in due gruppi tra coloro che hanno giocato domenica contro il Milan e quelli che hanno riposato. E’ tornato in campo il francese Gonalons. Ancora lavoro individuale per Karsdorp e Luca Pellegrini. Lorenzo Pellegrini domani da Coverciano tornerà alla base per ulteriori accertamenti.

NAINGGOLAN – “Se pensassi ai soldi avrei già cambiato squadra due o tre volte e guadagnerei di più. Potevo andare al Chelsea o potrei andare ora in altre squadre, ma io voglio vivere dove si sta bene, nel mio futuro mi vedo a Roma. Qui a me e la mia famiglia non manca nulla, si vive nel migliore dei modi, ci sono buoni ristoranti e si può fare bene shopping”. “. Parola di Radja Nainggolan, in un’intervista rilasciata al portale belga sportmagazine.knack.be. Il Ninja, poi, è tornato sul discorso mondiali, lasciando trapelare la sua insoddisfazione per non esser preso troppo in considerazione dal ct Martinez: “Penso di meritare di andare al Mondiale visti gli ultimi anni. Nello spogliatoio non sono un piantagrane e non ho mai avuto problemi con nessun compagno, basta chiedere in giro

ANTICIPI E POSTICIPI – Attraverso un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito ufficiale, la Lega Serie A ha reso note le date di anticipi e posticipi di campionato dalla dalla 30ª alla 33ª giornata. Bologna-Roma si giocherà sabato 31 marzo alle ore 12.30, Roma-Fiorentina sabato 7 aprile alle ore 18.00 e infine il derby contro la Lazio domenica 15 aprile alle 18:00.

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – Mario Corsi, a Centro Suono Sport, parla senza censura: “La Roma è più forte di Lazio, Inter e Milan, per me. Allora voi adesso mi chiederete: allora perché la Lazio ci sta davanti? Hanno una cosa più di noi, il gruppo; così come il Napoli. Ah, un’altra cosa: chi è che getta merda sulla Roma non sono le radio, è il presidente della Roma James Pallotta. Voglio che questo sia chiaro e che lo riprendano tutti. Alessandro Austini, a Tele Radio Stereo, è lapidario: “Di Francesco? Se molla pure lui, è finita”.

Paolo Sparla

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Penso che lo sappiamo tutti, altre due sconfitte e DiFra sarà immolato sull’altare: “Ci vuole un cambiamento”, “serve una nuova motivazione”, “una sterzata”, “nuova linfa”. La verità è che qui a Roma i giocatori non possono e non devono stare più di due anni (ce lo dobbiamo mettere in testa per primi noi tifosi) poi via. Perché questa città li ingoia, li trasforma e li addormenta. E siccome almeno 8 giocatori (caduti nella sirenite romana) non si possono dare via adesso, servirà il “Ranieri” o il “Ventura” o il “Capello” di turno: con una rocciosa difesa e centrocampo a proteggere e poi Dzeketto la davanti alla Toni.
    Questo è quello che avverrà nei prossimi mesi. Mi piacerebbe vincere qualcosa ma sono romanista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here