News della giornata. Prima senza Astori per la Fiorentina, Pioli: “Ci mancherà”. Alisson corteggiato, si cerca il rinnovo. Continua il lavoro a Trigoria

0

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un unico articolo: buona lettura!

ASTORI – Nella vigilia del primo match senza Davide Astori, l’allenatore viola Stefano Pioli ha voluto concentrare l’intera conferenza stampa al suo capitano: “Preferisco parlare io oggi, evitando le domande. Il primo pensiero va a Davide perché ho avuto la fortuna di conoscerlo da vicino. Era una persona e capitano speciale, trovava sempre il modo e il tempo giusti di dire le cose a me e ai compagni, era generoso, disponibile e altruista. Purtroppo me lo sono goduto poco, mi mancherà. Domani allo stadio spero di vedere i suoi fratelli. Ci saremo sempre per Francesca (la compagna, ndr) e Vittoria (la figlia, ndr). I nostri tifosi hanno spesso la lingua lunga, ma hanno un cuore grandissimo, avrei voluto abbracciarli uno ad uno per consolarci e trovare la forza per andare avanti. Ringrazio tutto il mondo del calcio perché una partecipazione così commossa e sentita è stata merito di Davide. Tocca a noi seguire l’esempio di Davide e portare avanti i suoi principi. La proprietà si è caratterizzata per signorilità e disponibilità e sta facendo di tutto per aiutarci. La squadra ha pianto, piange e sta soffrendo perché Davide era speciale, era il punto di riferimento. A me piace stimolare la squadra dicendo: ‘allenatevi come se fosse l’ultima volta’. A Davide non c’era bisogno di dire questo, dobbiamo fare questo per lui, ci ha lasciato insegnamenti troppo importanti per non portarli avanti. L’eredità più grande di Davide è il seme dell’unione, della serietà, della passione e dell’amore per la viola, sta a noi proteggere questo seme e far sì che possa germogliare in un futuro migliore. Tutti uniti nel nome di Davide”.

CALCIOMERCATO – Come facilmente pronosticabile le big d’Europa stanno iniziando a sondare il terreno per Alisson Backer. La Roma sa che, col contratto in scadenza nel 2021 e un ingaggio che neppure con i bonus si avvicina ai 3 milioni, il futuro del portiere brasiliano è tutto fuorché al sicuro. Monchi infatti deve blindare il suo numero uno e, mentre lavora per il rinnovo, pubblicamente dichiara: “Pensiamo al finale di stagione, anche se vogliamo tenerlo a lungo con noi”. L’edizione odierna di TuttoSport mette ancora Lorenzo Pellegrini sotto i riflettori per un possibile rinforzo al centrocampo, al netto della trattativa che il ds Monchi sta portando avanti per eliminare dal contratto del calciatore la clausola rescissoria ora prevista.

CURVA SUD – Continua la protesta della Curva Sud che, attraverso un comunicato del Gruppo Roma, ha voluto esprimere il proprio dissenso in relazione alle condizioni ed alle resrtizioni applicate al tifo giallorosso: “Ci troviamo costretti a scrivere queste righe per far conoscere a tutti la situazione che continua a protrarsi da troppo tempo in Curva Sud e quello che si cela dietro ogni partita giocata all’Olimpico. Anche ieri sera ci siamo messi ai nostri posti e ci siamo impegnati come sempre nell’incitare la nostra Roma, consapevoli che arriveranno sistematicamente altre multe ed altre diffide per i lanciacori, visto che i famosi “palchetti” o “torrette” (tanto annunciati con articoli sui giornali nei giorni scorsi) non c’erano e forse non ci saranno mai! Nel frattempo siamo arrivati a circa € 6.000 di multe pagate e documentabili. DOVE VOGLIONO ARRIVARE? A CHI GIOVA QUESTA SITUAZIONE? CHI VUOLE UCCIDERE NELL’ ANIMA LA CURVA SUD? E PERCHE’? Una situazione paradossale, dove da una parte si chiamano all’appello i propri tifosi per una partita delicata come quella contro lo Shakhtar e dall’altra non si vogliono mettere in condizione gli stessi di poter organizzare il tifo per essere di supporto alla squadra. Situazione ancora più paradossale se rapportata a moltissimi stadi Europei, dove da molto tempo le nostre istituzioni, i media e tutti gli addetti ai lavori del mondo del calcio guardano come modelli da seguire, ma che poi “stranamente” vanno in direzione opposta alla nostra. Come per esempio le “Standing Area”, che all’estero si fanno sempre più strada al fine di valorizzare maggiormente i settori popolari, da sempre il cuore pulsante del tifo calcistico. Crediamo fermamente in quello che facciamo, rientra nel nostro ordine naturale delle cose; entrare e metterci nei nostri soliti posti, tifare Roma come si fa da 40 anni a prescindere dal risultato, dalle condizioni climatiche ed ora dalle multe. Lo abbiamo sempre fatto e continueremo a farlo! Vogliono smembrare la Curva, indebolirla, toglierle la voce, ma noi non assisteremo inermi a questa mattanza, anzi canteremo ancora più forte! NON SMETTEREMO MAI DI LOTTARE PER IL NOSTRO AMORE!!!”

TRIGORIA – Ancora in dubbio Gregoire Defrel. Il francese anche oggi, alla ripresa degli allenamenti, ha svolto a Trigoria lavoro individuale. Insieme a lui, i lungodegenti Karsdorp e Luca Pellegrini. Lavoro di scarico in palestra per i giocatori scesi in campo ieri, mentre tutti gli altri sono regolarmente in gruppo agli ordini di Di Francesco. L’allenamento ha visto i giocatori impegnati con il lavoro atletico ed esercitazioni tattiche, culminate in una partitella a campo ridotto.

Gianmarco Ricci

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here