News della giornata. Ranieri: “Nulla ripaga lo scudetto perso a Roma”, si ferma Zaniolo. Hagi si propone per giugno, si cerca il dopo-Monchi

1

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA – La squadra di Ranieri è scesa in campo a Trigoria alle ore 11.00. La seduta odierna di allenamento ha previsto una parte di riscaldamento con lavoro atletico ed una parte con il pallone, successivamente si è passati alla tattica con esercizi sul possesso palla ed attacco in inferiorità numerica e poi partitelle a campo ridotto. Terapie per Manolas, De Rossi e Pellegrini. Lavoro individuale, invece, per Fazio, differenziato per Pastore ed Ünder. Domani alle 14.30, il tecnico verrà presentato alla stampa.

RANIERI – Dopo l’anticipazione di ieri, oggi è stata rilasciata l’intervista integrale del nuovo allenatore della Roma, Claudio Ranieri, al Match Program in vista della sfida di lunedì sera contro l’Empoli: ” Sono stato sempre tifoso della Roma sin da bambino. Sono stato prima giocatore e poi allenatore. Certo, mi è dispiaciuto subentrare ad Eusebio dopo la sconfitta in Champions League. Adesso sono qui, mi hanno chiamato e sono contento di essere tornato a Roma. Chiederò loro di dare il meglio, di aiutarsi ad essere squadra, di sentire la Roma come tutti i tifosi. Il valore della maglia e quello di appartenere a questa città. Chiederò loro di dare tutto perché solo così potremmo essere contenti e appagati; il risultato certo è importante, però per me è determinante che i ragazzi nei novanta minuti diano tutto quello che hanno a disposizione. Niente mi può ripagare di quello scudetto mancato per un soffio, per mezz’ora, noi vincevamo a Verona e l’Inter pareggiava a Siena. Uno scudetto con la squadra che ami e di cui sei tifoso non te lo puoi ripagare nessuna vittoria”.

HAGI SI PROPONE – Il nuovo allenatore della Roma è Claudio Ranieri, ma il contratto che lo lega alla società è valido solo fino al 30 giugno 2019. George Hagi, ex stella del calcio rumeno e ora tecnico del Viitorul Costanza, parlando a prosport.ro, si è candidato per prendere il posto dell’ex Leicester sulla panchina giallorossa la prossima stagione, dichiarando: “Non avrei paura ad allenare la Roma, mi piacerebbe guidare una grande squadra per vincere. Roma è un impero e il mio spirito è lo stesso. Non so se accadrà, è difficile ma non impossibile: vedremo, comunque mi trovo bene qui in Romania e cercherò di dare il meglio”.

ZANIOLO – Attimi di paura in casa Roma. Nicolò Zaniolo ha riportato un problema al polpaccio destro: è stato sottoposto a esami clinici a Villa Stuart per capirne di più. Dopo la risonanza magnetica, sempre secondo quanto riferisce l’emittente satellitare, sono da escludere lesioni. Un responso fondamentale, dunque, per Claudio Ranieri che ora può provare a recuperare il centrocampista per la sfida di lunedì sera con l’Empoli.

MONCHI E L’ARSENAL – Da oggi Monchi può diventare un pericolo per la Roma. Il direttore sportivo spagnolo, infatti, tra poco sarà il nuovo dt dell’Arsenal e si ricongiungerà con Emery. Secondo quanto riporta Sportmediaset, lo spagnolo avrebbe già individuato i profili giusti per rinforzare i ‘Gunners’: Rugani dalla Juventus, Banega del Siviglia, Rabiot in scadenza con il PSG, l’esterno dell’Ajax Tagliafico e Nicolò Zaniolo. Il centrocampista della Roma è ormai un pallino del ds e vorrebbe continuare a coltivare il suo talento anche in Inghilterra.

DOPO MONCHI – La Roma si guarda intorno per sostituire Monchi e trovare un nuovo direttore sportivo. Uno dei nomi accostati al club giallorosso sarebbe quello di Luis Campos del Lille. In corsa, però, per sostituire lo spagnolo ci sarebbero anche Ausilio, GiuntoliPetrachi e Mirabelli con quest’ultimo che si sarebbe addirittura proposto. L’ultima suggestione è quella legata a Ben Manga. Dirigente di 45 anni originario della Guinea Equatoriale ma cresciuto calcisticamente in Germania, si tratta dell’attuale capo scout dell’Eintracht Francoforte, con cui è in scadenza di contratto a giugno. Non è da escludere, comunque, la conferma di Massara.

PRIMAVERA – Cade ancora una volta la Roma Primavera e stavolta in una sfida al vertice contro l’Inter. La squadra nerazzurra, infatti, ha avuto la meglio per 3-1, dopo un ottimo primo tempo della squadra giallorossa. I ragazzi di De Rossi, infatti, hanno chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio, grazie alla rete di Estrella, alla prima partita da titolare. Nel secondo tempo la musica cambia: i nerazzurri ribaltano il risultato con le reti di Salcedo, Izzo e il rigore segnato da Colidio. I giallorossi falliscono un’altra importante opportunità di agganciare le prime posizioni.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane, il tema principale di discussione è sempre legato all’arrivo di Claudio Ranieri. Per Roberto Pruzzo, intervenuto a Radio Radio, non poteva esserci scelta migliore: “Ranieri è la soluzione migliore, gli altri nomi fatti non collimavano mai. E’ l’allenatore giusto per questo momento particolare. La partita con l’Empoli sarà già decisiva, perchè ci saranno delle ripercussioni. L’aspetto psicologico vale più di tutto”. Stefano Petrucci, ai microfoni di Tele Radio Stereo, chiede un ruolo più di rilievo per Francesco Totti: “Totti dovrebbe avere un ruolo vero, decidere cosa fare da grande. Smetterebbe di essere sfoggiato e basta. Negli ultimi tempi ha dimostrato di essere cresciuto e di essere pronto. La gente lo rispetta, questo va sfruttato dalla Roma. Attribuirgli un ruolo diverso sarebbe importante”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here