News della giornata. Panchina Roma, si avvicina Fonseca e De Zerbi frena: “Quello che leggo va oltre la verità”. Ipotesi scambio Schick-André Silva

1

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

DE ZERBI ROMA INTERVISTA – “C’è poco o niente per ora. Se dovesse arrivare un’offerta concreta ne parlerò con la società perché sono molto riconoscente. Al Sassuolo sto benissimo”, queste le parole di Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo accostato alla Roma, ai microfoni diSky Sport 24. “Quando andrò via lo farò per andare in un altro posto dove fare il calcio a modo mio, portando le mie idee, voglio divertirmi e al Sassuolo i calciatori mi rendono felici e la società mi segue. Contatti con la Roma? Tengo per me queste informazioni. Quello che leggo va oltre la verità. Domani non so cosa accadrà, ad oggi è così. Sono comunque felice di allenare il Sassuolo, io non cerco nulla. La città e l’ambiente di Roma? Sono concentrato sul Sassuolo, ad oggi la situazione è questa”.

ROMA FONSECA DICHIARAZIONI – La Roma è ancora alla ricerca dell’allenatore per la prossima stagione: Gasperini e Conte hanno detto ‘no’, mentre c’è stato un netto dietrofront per Gattuso e Mihajlovic. Uno dei nomi più gettonati è quello di Paulo Fonseca. Il tecnico dello Shakhtar ha parlato ai microfoni del network ucraino ProFutbol riguardo un suo possibile cambio di panchina per il prossimo anno. Queste le parole del portoghese: “Nel calcio possono succedere tante cose, l’unica certezza è che non andrò alla Dinamo altrimenti mia moglie si inca**a“.

NICOLI FONSECA ROMA – “Fonseca, Ismaily e Marcos Antonio alla Roma? Mi intrigano tutte e tre le cose per motivi diversi. Fonseca, dal mio punto di vista, ha sfruttato tre anni del nostro lavoro, ha sempre giocato con la nostra squadra e quando ha cambiato un paio di giocatori ha perso, e in tre anni ha lanciato pochissimi giovani. E’ un buon allenatore, ha vinto, però in un campionato che non è più veritiero, essendo fallite Dnipro e Metallist e con una Dinamo senza soldi, è difficile contrastare lo Shakhtar. Sono curioso di vederlo in una piazza importante come in Italia e in un campionato dove ogni partita è da giocare, dove c’è da affrontare in ogni gara un discorso tattico diverso, e con una rosa completamente differente da gestire. Il nome Fonseca comunque mi incuriosisce, ma non è un allenatore che ricostruisce”. Con queste parole Carlo Nicolini, ex vice allenatore di Lucescu allo Shakhtar Donetsk e nella nazionale turca, parla all’agenzia di stampa Adnkronos del possibile arrivo di Paulo Fonseca alla Roma: “O gli fanno una squadra di giovani, con cui ha lavorato bene al Braga, perché più facili da gestire, o deve gestire una squadra già fatta. Secondo me a Roma troverà delle grossissime difficoltà e anche se giocatori di carattere sembrerebbero andare via, e questo gli potrebbe agevolare il lavoro, la vedo dura”.

EMERSON PALMIERI ITALIA INTERVISTA – “Sarri e Mancini vogliono giocare sempre in attacco, lo hanno dimostrato. Questo è un buon stile di gioco. Ho giocato alla Roma nel 3-4-3 e nella difesa a quattro, mi sono trovato bene in entrambi i ruoli. Un terzino deve pensare prima a difendere, ho imparato ma posso migliorare su questo. Sto facendo di tutto affinché avvenga” Emerson Palmieri, difensore del Chelsea e della Nazionale Italiana,  ha parlato in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano, in vista delle gare di qualificazione all’Europeo contro Grecia e Bosnia Erzegovina. “Sarri? Per me deve rimanere, nel calcio non si sa mai. Spalletti? È un allenatore fantastico, una grande persona, lo devo solo ringraziare. Sarei contento se lavorassimo insieme un’altra volta. Prima dell’infortunio alla Roma avevo fatto una grande stagione, il ginocchio mi ha rallentato. In questa stagione sono tornato quello di prima, sono ancora giovane e penso di aver fatto una buona annata. Sono contento di quello che ho fatto, qui devo dimostrare il mio valore e quello che so fare”. A proposito, infine, del suo futuro, Emerson conclude: “Mi piacerebbe un giorno tornare in Italia, un posto che amo e che ama anche la mia famiglia. Ma adesso sto bene al Chelsea”.

MALAGÒ ROMA –Se entrassi nel dettaglio di quello che succede delle squadre nel privato avrei tanto da dire. Sulla Roma mi auguro che si risolvano i tanti dubbi, onestamente spesso anche legittimi, che sono venuti però mi devo fermare qui, non posso dire altro”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, a Palermo, a margine dell’inaugurazione della mostra per i 110 della Fondazione della federazione italiana schema, ha risposto alle domande dei cronisti sulla Roma.

GRANCIO STADIO DELLA ROMA – “Credo che loro avranno grandi difficoltà a portare in aula questa variante urbanistica, per svariati motivi: tecnici e normativi. Ad esempio devono prima declassare il rischio idrogeologico che, al contrario di quanto afferma la maggioranza, ancora esiste. Stanno provando a ribaltare il voto del IX Municipio che si è opposto allo stadio”, queste le parole dell’ex consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Cristina Grancio ai microfoni di Te la do io Tokyo, in onda su Centro Suono Sport. E’ tornata a parlare della situazione riguardante il nuovo Stadio della Roma:” Il segretariato si è impuntato solo sul voto dello stadio, non su altri; contestando la modalità del voto che per altri atti era sempre andata bene. Noi abbiamo chiesto se la società con sede in Delaware potesse usufruire della legge sugli stadi. Perché qui la cosa strana è che una società di cartolarizzazione e non una società sportiva stia ‘sfruttando’ questa legge. Lo stadio si farà? Loro dicono di sì, ma la verità è ben lontana da questo. Da quello che so io alcune persone della maggioranza stanno cercando una via d’uscita dal progetto stadio. Ponte dei congressi? Non hanno fatto progressi, e questo ponte è fondamentale per lo stadio. C’è anche una novità sul fronte Roma-Lido. I fondi già erano pochi per ammodernare la linea, ora sono anche meno: 40 milioni sono stati destinati all’acquisto di un capannone“.

QATAR AL KHELAIFI LEEDS – Si fanno sempre più insistenti le voci che negli ultimi tempi ritengono molti investitori del Qatar interessati alla Roma. Al-Khelaifi, numero uno del Qatar Sports Investments, non sarebbe interessato solo alla società giallorossa. Come riportato dal Financial Times, infatti, il presidente del Psg sarebbe interessato anche a rilevare delle quote del Leeds. Tuttavia, per non rischiare di violare il Fair Play Finanziario, un’alternativa potrebbe essere quella di finanziare Radrizzani, attuale presidente del club inglese ed acquistare una nuova società calcistica europea.

AGGIORNAMENTI – Secondo L’Equipe Al-Khelaifi dovrebbe incontrare in giornata a Doha i vertici della società inglese, confermando quindi l’interesse del club qatarino riportato dal Financial Times la scorsa settimana.

ABBONAMENTO DIGITALE ROMA – “È qui che vive la mia passione“: è questa la nuova campagna abbonamenti per la stagione 2018/2019. La Roma ha lanciato il nuovo servizio digitale.

TOTTI LA NOTTE DEI RE INSTAGRAM – Ieri sera è andata in scena “La Notte dei Re” che ha visto protagonisti Totti e Figo in un 6 contro 6 insieme ad altri illustri ex calciatori. Sul suo account Instagram l’ex capitano giallorosso ha voluto condividere i migliori scatti dell’evento, aggiungendo: “Momenti indimenticabili”.

CALCIOMERCATO – L’estate tra Roma e Milan si prospetta movimentata: i due club devono ancora trovare un allenatore per la prossima stagione. I nomi più caldi sono Marco Giampaolo per i rossoneri e Paulo Fonseca per i giallorossi. E questo fa aprire altri scenari: l’attuale tecnico della Sampdoria è stato l’unico che è riuscito a valorizzare Schick, e secondo quanto riporta calciomercato.it, potrebbe esserci uno scambio di prestiti con i Diavoli. Infatti a Milano tornerà André Silva dopo la stagione passata al Siviglia e potrebbe cominciare una nuova avventura con il suo connazionale Fonseca. In entrambi i casi si eviterebbero delle importanti minusvalenze.

In casa Roma c’è aria di rivoluzione: l’allenatore deve ancora essere scelto e tanti senatori potrebbero lasciare la Capitale. Uno tra questi è Kostas Manolas, che possiede una clausola rescissoria di 36 milioni che fa gola a molte squadre europee. Ma per trovare estimatori del greco non bisogna andare fuori dai confini nazionali: secondo quanto riporta Sport Mediaset, l’Inter di Antonio Conte avrebbe messo gli occhi anche sul difensore. Nei giorni scorsi c’era stato un interessamento per Kolarov e Florenzi, oltre alla trattativa in stato avanzato per Dzeko. Per il numero 44 giallorosso, però, si tratta semplicemente di un sondaggio.

Dopo l’ottima stagione disputata con la maglia della Roma, Nicolò Zaniolo ha inevitabilmente attirato su di sé le attenzioni di molte big europee. Anche il Real si sarebbe fatto avanti per il classe ’99: secondo quanto riportato dall’Ansa, fonti vicine ai blancos fanno sapere che un emissario del presidente Perez dovrebbe incontrare l’entourage del ragazzo in settimana, dopo averlo seguito attentamente negli ultimi tempi.

La sessione estiva di calciomercato è, ormai, alle porte e la Roma si guarda intorno. Uno dei giocatori che sembra già essere finito nel mirino dei giallorossi è Benjamin Bourigeaud. Come riportato dal portale francese footmercato.net, sul centrocampista del Rennes non ci sarebbe solo il Napoli, ma anche l’Inter e la società giallorossa. Desta parecchio interesse non solo in Italia: anche il Siviglia di Monchi sarebbe interessato a lui.

La Roma oltre ad acquisti e cessioni dovrà fronteggiare anche i giocatori rientranti dai prestiti: uno su tutti è Maxime Gonalons, passato al Siviglia nella scorsa finestra estiva di calciomercato. Secondo quanto riporta Estadio Deportivo, il francese potrebbe essere riscattato dal club andaluso, anche se i biancorossi hanno qualche dubbio sull’operazione considerati i molti infortuni dell’ex Lione che l’hanno tenuto fuori dai campi. La Roma, che ha acquistato il giocatore a 5 milioni, potrebbe chiedere a Monchi la stessa cifra per non generare una minusvalenza dalla trattativa.

Il futuro di Edin Dzeko non sarà nella capitale, ormai sembra certo. Il bosniaco avrebbe già trovato un accordo con l’Inter per un contratto triennale. Come riportato da Sky Sport, in settimana la Roma dovrebbe incontrare i nerazzurri per discutere il prezzo del cartellino dell’attaccante, che per i giallorossi ammonterebbe a 10-12 milioni di euro.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche della capitale si continua a parlare incessantemente del futuro della panchina della Roma. Queste le parole di Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Favoritissimo Fonseca rispetto a De Zerbi. In settimana ci sarà un incontro in Portogallo. C’è una grande unione di intenti, lui ha già dato grande disponibilità, anche economica”. Roberto Renga, intervenuto a Radio Radio, ha detto: “Fonseca non lo consce bene nessuno, con lo Shakhtar ha ottenuto comunque buoni risultati. Se dovesse arrivare Mourinho allora il discorso sarebbe diverso”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here