News della giornata. Jesus: “Su Schick pressioni fortissime ma è un grande calciatore”, il Villarreal punta Marcano. Perotti e Karsdorp scalpitano

1

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

QUI TRIGORIA –  La Roma continua la preparazione in vista della sfida di campionato in programma domenica alle 15 contro la Sampdoria. Arrivano buone notizie per Di Francesco da Perotti e Karsdorp: i due giallorossi svolgono parte dell’allenamento in gruppo e poi un lavoro individuale. Terapie per Luca Pellegrini, mentre capitan De Rossi continua il lavoro individuale.

CALCIOMERCATO – L’avventura di Marcano nella capitale potrebbe già essere ai titoli di coda. Secondo quanto riferisce l’esperto di mercato spagnolo Raul Franco, il giocatore vorrebbe ritornare in Spagna e il Villarreal è l’opzione più concreta. La formula migliore sarebbe una cessione in prestito con diritto di riscatto fino alla fine della stagione. L’ostacolo è rappresentato però dall’ingaggio del difensore che percepisce 2,8 milioni a stagione.

AGENTE PELLEGRINI – Dal tacco nel derby, per Lorenzo Pellegrini è iniziata tutta un’altra stagione in giallorosso fatta di gol, assist e grandi giocate. Giampiero Pocetta, agente del calciatore, parla del momento di forma straordinario che sta vivendo il numero 7 giallorosso nato in concomitanza dello spostamento nel ruolo di trequartista. Queste le sue dichiarazioni: “Lorenzo sta facendo bene, siamo contenti ma le sue doti erano già note a tutti gli addetti ai lavori. Sta trovando la sua dimensione alla Roma, è destinato anche a migliorare. Di Francesco? Si conoscono da qualche anno, conoscono i pregi e i difetti reciproci, il tecnico lo sta valorizzando”. E su Defrel dichiara: “Ha avuto diversi problemi a Roma e tanti infortuni. Ha le qualità per fare bene e alla Samp e si sta trovando bene, il tecnico poi sta sfruttando le sue caratteristiche.

INTERVISTA JUAN JESUS – Non è stato di certo un inizio di stagione semplice per Juan Jesus che, però, con il passare del tempo sta ritrovando la miglior forma ed un buon minutaggio. Il difensore ex Inter è intervenuto, ai microfoni di Sky Sport, in vista del match contro la Sampdoria: Battere il Real? Certo, siamo in casa e dobbiamo fare di tutto per vincere questa partita. Ci servono pochi punti per passare il girone, però puntiamo sempre a vincere. Sappiamo che sarà una partita difficile, ma saremo pronti. Differenza tra campionato e Champions? Io credo che sia una questione di concentrazione. Perché quando arrivi in Champions sai che è una partita difficile, sai che sono solo 6 partite nel girone e sei più concentrato. Ma dobbiamo fare questo anche in campionato, anche se è lungo ora siamo quasi a dicembre e non possiamo stare troppo dietro a quelle in alto. Questo non è il nostro posto, dobbiamo lottare di più e provare cose diverse che di solito non facciamo per ottenere qualcosa di buono e ritornare ad essere la Roma di prima. Schick? Dobbiamo ricordare che Patrik è ancora giovane, lui ha una pressione addosso. Ha delle caratteristiche fortissime, ha tanta tecnica e calcia benissimo. Anche lui deve provare ad avere un carattere più forte, ma siamo tutti diversi. Lui è un bravissimo ragazzo, un grande calciatore e può diventare ancora più forte. Quindi basta dargli un po’ di fiducia in più e avere pazienza. Per me è un grandissimo calciatore”.

FAZIO MATCH PROGRAM – Federico Fazio, difensore della Roma, torna a parlare dopo il successo in Champions League contro il CSKA Mosca e a due giorni dalla sfida di campionato con la Sampdoria che anticipa la sosta per le Nazionali. Queste le sue parole al Match Program: “In Champions stiamo facendo bene, ma in campionato non siamo dove vorremmo essere. Penso che abbiamo una squadra per essere più alti in classifica. La cosa più importante è pensare partita dopo partita. Ora c’è la Samp in casa e dobbiamo dare un segnale. Dobbiamo vincere e non guardare oltre. E’ una partita molto importante prima della sosta. In questo periodo siamo stati troppo negativi. Dobbiamo trovare il buono di quanto fatto. Penso che questa domenica con i tifosi nostri all’Olimpico faremo una buona partita e vinceremo”.

ZANIOLO INTERVISTA – “Devo allenarmi giorno dopo giorno, perché il bello deve ancora venire”. Queste sono le parole del centrocampista giallorosso Nicolò Zaniolo, intervenuto al sito ultimouomo.com, che dimostrano la grande umiltà e la voglia di far bene del giovane classe 1999. Ecco parte dell’intervista: “Che avrei giocato al Bernabeu, l’ho saputo la mattina quando c’era la riunione tecnica, il mister mi ha preso da parte e mi ha detto che era giunto il mio momento. Non me lo aspettavo minimamente. La cosa più difficile è stata preparare la partita. Alle 11 ho saputo che avrei giocato, e la partita era alle 21. Tutto il giorno a pensare che la sera avrei giocato contro dei campioni che fino a pochi giorni prima usavo alla PlayStation. È stato un sogno, fino a quando non entri in campo. Poi quando sei in campo non pensi a quello che hai attorno ma a quello che sai fare e che devi fare”.

DACOURT INTERVISTA – Tre anni nella Roma con 94 presenze e due gol. Questo è il curriculum di Olivier Dacourt, ex centrocampista giallorosso, che oggi si è espresso sul momento della squadra di Di Francesco ai microfoni di Tele Radio Stereo. Queste le sue parole: “Nzonzi ha fatto un percorso più lungo e non è andato bene all’inizio della sua carriera. Lui gioca con tranquillità, Capello con Emerson diceva che con lui la palla era in banca, così è anche Nzonzi. E’ un giocatore d’esperienza che è cresciuto nel corso degli anni e non è facile avere quella tranquillità in campo. Fa sembrare tutto facile ma non è scontato. De Rossi? E’ incredibile. Lui non è mai cambiato, è sempre lo stesso “piccolo” Daniele che è arrivato con noi in prima squadra, che aveva voglia di imparare, era affascinato dalla Roma. Ha sempre detto che nella vita ci sono degli obiettivi e anche se è difficile il suo è quello di vincere con la Roma, ma piuttosto che vincere di più preferisce vincere con i giallorossi. E’ sempre lo stesso Daniele che ama la sua squadra”.

ALLENAMENTO SAMPDORIA – La Sampdoria continua a preparare il match di domenica alle 15.00 contro la Roma. Per la squadra di Giampaolo seduta prettamente tattica con partitella a tema, il tutto sotto gli occhi del presidente Massimo FerreroVasco Regini e Gabriele Rolando hanno effettuato un lavoro individuale di recupero agonistico sul campo. Conferenza del tecnico, invece, fissata per domani alle 12.45.

BURDISSO DERBY – Si avvicina sempre di più la storica finale di Libertadores tra Boca Juniors e River Plate. L’ex difensore di RomaInter e Genoa tra le altre, Nicolas Burdisso, ai microfoni di Sky Sport ha parlato dei vari derby che ha vissuto: “In Italia sono diversi: il genoano è molto simile al tifoso del Boca, allo Xeneize, ha una maniera di vivere abbastanza simile. Per fare un paragone, Boca-River ha la follia di Roma-Lazio, l’impatto mondiale di Inter-Milan e l’essenza del derby della Lanterna. E poi è derby di una città come Torino-Juve”.

CORIC CROAZIA CACIC – Arrivato con tante aspettative nella capitale, al momento Coric nella Roma è stata poco più di una comparsa, con solo una manciata di minuti giocati contro la Spal. Per parlare del centrocampista ex Dinamo Zagabria, è stato intervistato Ante Cacic. Queste alcune delle sue parole: “Ante può giocare in diverse zone del campo ma credo che la sua migliore posizione sia sulla trequarti, dietro gli attaccanti, dove può giocare più palloni. Quando tatticamente maturerà e migliorerà sarà in grado di giocare anche come centrocampista centrale. Questo sarebbe per lui un importante passo in avanti perché ci sono molte squadre che si schierano senza un costruttore di gioco, piuttosto con centrocampisti dinamici che sono ugualmente capaci di fare molto bene entrambi le fasi, quella di possesso e quella senza palla”.

NAPOLI ANCELOTTI CHAMPIONS – «Tutte e quattro le squadre italiane possono passare il turno di Champions League, sarebbe bello per il calcio italiano perché non succede da parecchi anni. Il compito più difficile rimane sulle nostre spalle perché credo che più o meno le altre sono passate». Lo ha detto il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, in conferenza stampa alla vigilia di Genoa-Napoli commentando la situazione in Europa di Juventus, Inter, Roma e del suo club.

MANOLAS GRECIA – Kostas Manolas, difensore della Roma, è stato convocato dal c.t. della Grecia, Aggelos Anastasiadis, per le due gare di Nations League della prossima settimana. I greci infatti giovedì 15 e domenica 18 saranno impegnati contro la Finlandia e l’Estonia.

TURCHIA UNDER –  Non è nel suo periodo migliore con la maglia della Roma, ma al momento la Turchia non può fare a meno di lui. Tramite il proprio sito la federazione turca di calcio ha annunciato i convocati per il match di Nations League contro la Svezia di sabato 17 novembre alle 18:00 e l’amichevole contro l’Ucraina di martedì 20 novembre alle 20:00: c’è anche il romanista Cengiz Ünder.

CONVOCATI ITALIA – Andrea Marcucci, centrocampista della Roma Primavera, è stato chiamato dal ct Paolo Nicolato in vista delle gare dell’Italia U20 contro Germania e Olanda del “Torneo 8 Nazioni“.  Due importanti ‘crash test’ attendono la Nazionale Under 21, invece, che in vista dell’Europeo casalingo di quest’estate affronterà Inghilterra e Germania. Convocato Zaniolo. Ci sono anche Pellegrini e Florenzi nelle convocazioni di Roberto Mancini per l’ultimo impegno nella UEFA Nations League con il Portogallo e per l’amichevole con gli Stati Uniti. Sabato 17 novembre, allo stadio ‘Giuseppe Meazza’ di Milano, gli Azzurri si giocheranno con il Portogallo le ultime chance per conquistare il primo posto del girone che vale l’accesso alla Final Four. Martedì 20, invece, per la Nazionale ultima gara dell’anno con gli Stati Uniti, amichevole che si giocherà allo stadio “Luminus Arena” di Genk (entrambi gli incontri inizieranno alle ore 20.45 e saranno trasmessi in diretta su Rai 1).

SENTI CHI PARLA – Nelle principali emittenti radiofoniche romane, in vista di Roma-Sampdoria si parla molto di un grande ex, Patrik Schick.  Federico Vespa afferma: “Posso capire la scelta di far giocare Schick contro la Samp ma ad oggi è l’investimento peggiore. Vincere domenica è fondamentale perché le altre hanno gare difficili. La Roma è a -5 dal quarto posto ma resto perplesso sulla possibilità che la squadra abbia di agganciarlo. Anche Mauro Macedonio parla del ceco: “Bisogna capire se Schick è davvero il giocatore che hai immaginato. Ogni volta gli diamo l’ultima chance e delude, però questo Dzeko appare appannato. Trovo giusto quindi farlo riposare. Ora vediamo se da solo Schick può essere utile alla causa. Se è vero che abbiamo già assegnato le prime tre posizioni a Juve, Inter e Napoli, allora il quarto posto è solo tra Milan, Lazio e Roma.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here