News della giornata. Continua il ritiro, Coric: “Sogno di diventare come Modric”. DiFra: “Con Monchi lavoro in simbiosi”

2

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

RITIRO DAY 3 – Terzo giorno di ritiro in quel di Trigoria. Al mattino tanto lavoro atletico, con la squadra che si è divisa tra lavoro in palestra e sul campo con delle ripetute sugli 80 metri ed infine esercizi sulla tattica. Pomeriggio dedicato al lavoro con la palla con esercizi sulla trasmissione del pallone, pressing offensivo ed una partitella finale in cui si è notato un Patrik Schick in grande spolvero, autore di una doppietta e di grandi giocate. Domani l’allenamento delle 17.00 allo stadio Tre Fontane sarà aperto ai tifosi romanisti abbonati.

DI FRANCESCO – In mattinata è intervenuto ai microfoni di Roma Radio il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco, che ha analizzato questi primi giorni di ritiro: Il calcio è in evoluzione ed è giusto far capire ai ragazzi che la cosa più importante è il pallone senza trascurare la parte fisica, gli allenamenti sono cambiati, prima si vedeva la palla dopo una settimana, ora si avvicinano i ragazzi subito al pallone. È un grande vantaggio avere quasi tutti a disposizione, i ragazzi conoscono i miei metodi, a Pinzolo l’anno scorso avevo molti giovani e non siamo stati facilitati nella fase di apprendimento, quest’anno è tutto molto più facile. Pastore? Intanto deve allenarsi bene per conquistarsi la maglia da titolare, poi io non sono stupido e già so quale potrebbe essere la squadra titolare. Tutto parte dal lavoro settimanale, mi piace come ha approcciato, se poi gioca 5 metri avanti o indietro deve mettere bene i palloni come lui sa fare. Le partite si preparano durante la settimana e non due giorni prima. Il ritiro è fondamentale nei primi 15 giorni, quello che mi interessa è portare i giocatori a un determinato livello. Monchi? Lavoriamo in simbiosi, è cresciuta la sintonia tra di noi. A me piace molto il senso d’appartenenza, si deve capire che quando si fa questo lavoro è che bisogna amare la maglia che si indossa e serve disponibilità da parte di tutti”.

CORIC – Non solo Eusebio Di Francesco ai microfoni di Roma Tv, ma nel pomeriggio è stato il turno del nuovo acquisto Ante Coric, che ha parlato del suo approccio alla Roma ma non solo: “Sta andando molto bene, felicissimo di essere arrivato in un grande club. Non vedevo l’ora di iniziare. La mia posizione è sulla linea mediana, sono un centrocampista offensivo, di solito nel centrocampo a tre faccio la mezzala offensiva. Modric? Sogno di diventare come lui, mi viene la pelle d’oca a pensarci. In campo mi trovo bene sicuramente con De Rossi che parla un ottimo inglese è un giocatore straordinario ed un ottima persona. Colgo l’occasione per ringraziarlo, non fa mai mancare attenzione nei miei riguardi. Seguivo la Serie A e soprattutto la Roma. Ho visto la partita contro il Barcellona e solo parlarne mi viene la pelle d’oca, non sapevo di venire qui ed ero probabilmente più contento di un giocatore della Roma. Mi ha dato sensazioni incredibili”.

CALCIOMERCATO – Il trasferimento di Zapata all’Atalanta per la cifra di 26 milioni di euro, avvicina Defrel alla Sampdoria, con l’ipotesi più probabile di un prestito. L’uscita del francese ex Sassuolo, potrebbe avvicinare Domenico Berardi alla capitale. Intanto, la Roma e l’Empoli hanno trovato l’accordo per il prestito di Gerson, ora si attende solo l’ok definitivo del giocatore. Infine, è in arrivo il giovane statunitense Gennaro Nigro, centrocampista classe 2000.  Il giovane calciatore, che ha appena preso il passaporto italiano, verrà aggregato alla formazione Primavera.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane, si parla di mercato e dell’arrivo di Cristiano Ronaldo a Torino. Alessandro Austini, a Tele Radio Stereo, si esprime così: “Non vivo male l’arrivo di Ronaldo, alla Roma non cambia nulla. L’Inter non si è rafforzata così tanto da dire che è più forte dei giallorossi. Oltre a De Vrij e Nainggolan è arrivato Politano, che non mi sembra così forte da preoccupare. Non dico che i giocatori siano delle certezze, ma andranno valutati come quelli dell’Inter. Preferisco la società della Roma rispetto a quella dell’Inter e anche a quella della Juventus”. Max Leggeri, ai microfoni di Centro Suono Sport, si affida a Di Francesco: ““In Eusebio We trust”! Non è solo uno slogan, bensì la speranza che il mister possa plasmare una Roma capace di approfittare in zona Scudetto di un improbabile scivolone dei bianconeri”

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Coric, ce lo auguriamo tutti che diventi come Modric. Pero` sappiamo anche che, se appena appena si capisce che stai diventando come lui, subiti arriva la corte di qualche squadrone …et voila`, Coric venduto e a quattro soldi. Gli affari della Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here