Napoli, Ancelotti: “Abbiamo fatto in modo che la Roma non giocasse il suo calcio”

0

NAPOLI ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni dei tesserati azzurri in occasione di Napoli-Roma, decima giornata di Serie A.

POST PARTITA

ALBIOL A RAI SPORT

“Poteva finire male, abbiamo trovato il gol alla fine, l’importante è che la squadra stia crescendo, dobbiamo continuare così. È stata una settimana dura, nel secondo tempo la Roma si è solo difesa, mancano tante partite. Scudetto? Il campionato è lungo, sappiamo che possiamo stare vicini alla Juventus. La squadra ha fatto una grande partita, la Roma è una squadra forte. Sei punti non sono tanti. Sei punti per qualificarsi in Champions? È un calcolo che fate voi… prima c’è l’Empoli. Col PSG è una finale, vincere è importantissimo, ci farebbe fare un passo grande per andare avanti. Dobbiamo riposare, poi pensare all’Empoli e poi al PSG. Nel secondo tempo abbiamo chiuso la Roma nella sua metà campo, vanno fatti i complimenti alla squadra, che ha fatto di tutto per pareggiare la partita. Penso non si possa dire niente, anche vista la partita di mercoledì”.

ANCELOTTI A SKY SPORT

“La partita è stata ben giocata da tutti, sono molto contento della prestazione dei miei. Abbiamo avuto una pressione costante, è anche vero che abbiamo giocato contro una squadra che non è l’ultima in classifica. Abbiamo giocato in modo che la Roma non giocasse il suo calcio”.

A fronte della grande mole di gioco prodotta, vi manca un grande attaccante?
“Negli ultimi 16 metri ci siamo stati tanto forse non siamo stati molto precisi, trovare spazio non era semplice. La squadra è molto prolifica in avanti e gli attaccanti che abbiamo sono forti ed efficaci”.

Cosa cambia con Mertens o Milik?
“L’impostazione della partita non cambia se c’è Mertens o Milik, è stata una rotazione legata allo sforzo che avevamo fatto a Parigi”.

Oggi siamo rimasti incantati per la partita giocata da Fabian Ruiz
“E’ un grande giocatore continuo, con ottime qualità. Riesce a trovare bene la posizione, tiene un ottima personalità ed è stato un grande acquisto”.

Sottovalutato?
“Sottovalutato da chi? Neanche dal Betis che c’è l’hanno fatto pagare tanto…”.

Cosa hai pensato del Psg?
“Il Psg ha caratteristiche ben precise, è vero che gli attaccanti non lavorano molto ma è anche vero che li davanti sono terribili”.

Quale sarà la partita decisiva per la Champions?
“Se vinci col Parigi ti metti bene, ma ti devi mettere a giocare in tutte le partite. Oggi sono orgoglioso per la partita”.

Da centrocampista, ha costruito un centrocampo fenomenale…
“Il centrocampo è quello che da equilibrio alla squadra ed è vero che la società negli anni ha costruito un qualcosa d’importante. Una rosa che ha perso Jorginho ma che lo ha rimpiazzato con giovani di grande qualità. E’ un lavoro fatto negli anni”.

MERTENS A SKY SPORT

Com’è il tuo umore, c’è rammarico?
“Si è difficile parlare ora, peccato perchè oggi potevamo fare dei punti”.

C’è stata la reazione mentale, quindi anche di personalità?
“Si è vero, però oggi dovevamo fare di più. Il gioco loro era fatto anche bene, hanno giocatori di qualità, ma non so quanti tiri abbiamo fatto in porta”.

Che cosa si doveva fare di più?
“Sul punto della qualità, abbiamo fatto molti tiri senza trovare il gol”.

3 nelle ultime 3, questa sera 4? Volevi giocare da subito?
“Volevo partire dall’inizio, è bello giocare contro la Roma e peccato che non sono partito da subito”.

PRE PARTITA

INSIGNE A SKY SPORT

“Sappiamo che affrontiamo una grande squadra come la Roma, dovremo essere attenti per tutta la partita e giocare come stiamo facendo in queste ultime uscite”.

Queste notti di Champions vi stanno preparando ad un certo tipo di sfida?
“Si le partite in Champions ci permettono di affrontare grandi squadre che ti stimolano di più, noi quest’anno dobbiamo stare in gioco in tutte le competizioni”.

INSIGNE A RAI SPORT

“Stasera è una partita importante perché affrontiamo una grande squadra. Dobbiamo affrontarla nel miglior modo possibile per metterli in difficoltà e cercare di fare il risultato a tutti i costi. Sfida con Dzeko? Non faccio sfide con nessuno, faccio il bene per la mia squadra. Anche se non faccio gol è importante vincere e conquistare i tre punti”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here