Milan-Roma 2-1: un gol di Cutrone beffa i giallorossi nel finale (FOTO)

25

MILAN ROMA, LA CRONACA – Non riesce ad ingranare la Roma 2.0 di Eusebio Di Francesco: dopo il pareggio sofferto di settimana scorsa per 3-3 contro l’Atalanta, stavolta i giallorossi escono sconfitti per 2-1 con il Milan a San Siro, con le reti di Kessie e Cutrone a rispondere a Fazio. Copione simile alla match di lunedì sera, con i capitolini che iniziano con il 3-4-1-2 giocando un primo tempo opaco, senza creare acuti o pericoli verso la porta difesa da Donnarumma e subendo gol dai rossoneri su difesa schierata. Nel secondo tempo si torna al 4-2-3-1 con l’ingresso di El Shaarawy ed i giallorossi trovano il pareggio con il gol di Fazio. Il Var diventa protagonista annullando un gol a Higuain ed uno a Nzonzi per fallo di mano. Nel finale proprio un disimpegno sbagliato del francese dà il via all’azione del vantaggio del Milan: il ‘Pipita‘ serve un gran pallone a Cutrone che a tu-per-tu con Olsen segna il gol vittoria.

Da San Siro

Daniele Matera

LE FORMAZIONI UFFICIALI

MILAN (4-3-3): 99 Donnarumma; 2 Calabria, 22 Musacchio, 13 Romagnoli, 68 Rodriguez; 5 Bonaventura (83′ Cutrone), 21 Biglia, 79 Kessié; 8 Suso, 9 Higuain, 10 Çalhanoğlu (81′ Castillejo).
A disp.: 25 Reina, 90 A. Donnarumma, 20 Abate, 33 Caldara, 93 Laxalt, 56 Simic, 14 Bakayoko, 91 Bertolacci, 77 Halilovic, 4 Mauri, 11 Borini, 7 Castillejo, 63 Cutrone.
All.: Gattuso

SQUALIFICATI: –
INDISPONIBILI:
 Conti (infortunio al ginocchio), Strinic (problema al cuore), Zapata (problema muscolare), Montolivo.

ROMA (3-4-1-2): 1 Olsen; 44 Manolas, 20 Fazio, 15 Marcano (46′ El Shaarawy); 2 Karsdorp (’76 Santon), 16 De Rossi, 42 Nzonzi, 11 Kolarov; 27 Pastore (’67 Cristante); 9 Dzeko, 14 Schick.
A disp.: 77 Greco, 63 Fuzato, 3 Luca Pellegrini, 5 Juan Jesus, 18 Santon, 4 Cristante, 7 Pellegrini, 19 Coric, 92 El Shaarawy, 34 Kluivert, 17 Under.
All.: Di Francesco

SQUALIFICATI: – 
INDISPONIBILI: Perotti (distorsione alla caviglia), Florenzi (trauma distrattivo al ginocchio sinistro), Mirante (dolore cervicale).

Arbitro: Guida di Torre Annunziata
Assistenti: Carbone-Passeri
IV uomo: Chiffi
VAR: Mazzoleni
AVAR: Del Giovane

Marcatori: 39′ Kessie (M), 58′ Fazio (R), 90’+4 Cutrone (M)

Ammoniti: De Rossi (R)

Espulsi:

Note: 0′ di recupero nel primo tempo e 5′ di recupero nel secondo tempo.

LA CRONACA

SECONDO TEMPO

90’+ 5 – Termina il match

90’+ 5 – GOL DEL MILAN. Su un errore di Nzonzi il Milan costruisce con Higuain, che serve Cutrone e trafigge Olsen.

90′ – Saranno 5 i minuti di recupero.

87′ –  Ammonito De Rossi.

83′ – Ultimo cambio per il Milan. Fuori Bonaventura, dentro Cutrone.

81′ – Altro cambio per il Milan. Fuori Calhanoglu dentro Castillejo.

80′ – Nzonzi porta in vantaggio la Roma, ma il Var annulla per fallo di mano.

76′ – Cambio anche per la Roma. Fuori Karsdorp, dentro Santon.

75′ – Primo cambio per il Milan. Dentro Laxalt per Rodriguez.

67′ – Secondo cambio per la Roma. Fuori Pastore, dentro Cristante.

61′ – Higuain riporta in vantaggio i rossoneri, ma il Var annulla.

58′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DEL PAREGGIO DELLA ROMA! Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Fazio si coordina bene e insacca in rete il gol del pareggio giallorosso.

51′ – Ancora Milan in avanti. Higuain crossa al centro in area di rigore, palla deviata in angolo.

49′ – Occasione Roma. Sul pressing giallorosso, palla per Dzeko che ci prova col sinistro a giro che esce alla destra di Donnarumma.

45′ – Inizia il secondo tempo: la Roma sostituisce Marcano con El Shaarawy.

PRIMO TEMPO

45′ – Fine primo tempo: rossoneri in vantaggio con un gol di Kessie.

44′ – Ancora Milan pericoloso. Cross di Rodriguez, Kolarov salva in angolo.

39′ GOL DEL MILAN – Rodriguez difende bene il pallone e crossa in area di rigore giallorossa. Si avventa Kessie che spinge in rete.

34′ – Kolarov crossa al centro per Shick. Il ceco colpisce di testa, ma Donnarumma è attento e blocca.

33′ – La Roma sbaglia il cambio di gioco. Ne approfitta il Milan, ma prima la difesa e poi il fuorigioco sugli sviluppi successivi fermano i rossoneri.

27′ – Suso ci prova dalla distanza. Olsen è attento.

15′– Occasione Milan. Uno due che trova Calabria che calcia col destro, alto sopra la traversa.

10′– Cross di Bonaventura pericoloso in area. Olsen riesce a catturare il pallone

8′ – Fallo fischiato a favore del Milan. Si incarica della battuta Calhanoglu. Il tiro è diretto in porta, nessun problema per Olsen.

2′– Fuorigioco di Higuain.

1′ – Inizia il match: primo possesso è della Roma.

PRE-PARTITA

Ore 19:58 – La Roma è scesa sul prato del Meazza per il riscaldamento pre partita.

Ore 19:33 – La Roma, tramite il suo profilo Twitter, rende nota la formazione ufficiale per il match in programma tra circa un’ ora.

Ore 19:28 – Il Milan ha diramato, sul suo profilo Twitter, il suo 11 titolare: 99 Donnarumma, 22 Musacchio, 13 Romagnoli, 68 Rodriguez, 79 Kessie, 21 Biglia, 5 Bonaventura, 8 Suso, 9 Higuain, 10 Calhanoglu.

 

Ore 19:02 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, svela l’undici iniziale della formazione giallorossa:

Ore 18:54 – Lo spogliato giallorosso allo stadio Meazza è pronto.

 

Ore 18:10 – Cielo grigio su Milano. Come si può vedere da questa foto scattata dal nostro inviato, il cielo sopra Milano non porta buone notizie.

I PRECEDENTI – Ricordi in agrodolce per la Roma nella scorsa stagione contro il Milan: vittoria per 0-2 all’andata a San Siro con gol di Dzeko e Florenzi, sconfitta per lo stesso risultato nel culmine del periodo buio giallorosso tra dicembre e fine gennaio. In generale, in Serie A su 166 incontri il diavolo vanta una netta superiorità con 73 successi, 49 pareggi e 44 sconfitte (235-181 il computo delle reti segnate). A Milano, invece, sono 85 i precedenti tra i due schieramenti con 20 vittorie giallorosse, 19 pareggi (l’ultimo nel 2013/2014) e 46 sconfitte.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

25 Commenti

  1. Sono d’accordo. Fosse per me l’avrei venduto da quel dì. Perotti non segna ma almeno gioca. Comunque è di gran lunga meglio Kluivert ( Gasparini nell’ultima partita se ne è preoccupato molto )

  2. ero un grande ammiratore del Faraone, ma devo dire che ultimamente nella maggior parte delle partite scompare completamente.
    onestamente punterei su qualcun’altro, vedi Kluivert.

  3. Togliamo quel morto di Pastore almeno giochiamo 11 contro 11. Lo considero una pippa già dai tempi del Palermo. Quando c’era Sabatini (che era un suo estimatore) andavo in chiesa a pregare che non lo comprasse e con l’arrivo di Monchi speravo di essere fuori pericolo. Invece pure lo spagnolo s’è fatto abbindolare.

  4. Mi chiedo quando farà UNA partita decente Schick UNA!!!
    L’anno scorso non si poteva fare il 4-2-3-1 per mettere Nainggolan trequartista, il 4-3-3 era sacro, quest’anno per Pastore si puo!
    Kluivert 90 minuti in panchina un delitto.

  5. Non sono mai stato un disfattista, tifo Roma da 40 anni….ma quest’anno sarà dura…grazie di averci derisi, maltrattati e ridicolizzati ….sempre Forza Roma ma stavolta con la consapevolezza di non essere più all’altezza….

  6. Risultato giusto.. sconfitta meritata. La Roma si è indebolita rispetto all’anno scorso. Non è il Milan che si è rafforzato siamo noi che ci siamo ridimensionati. In questa partita si sono visti difetti noti anche l’anno scorso (non abbiamo alternative a Florenzi, shick e Dzeko insieme non possono giocare perché si pestano i piedi) a cui si è aggiunta la difficolta di Difra di gestire le cessioni di due titolari come radja e Strottman. Cristante e Pastore non sono ancora pronti. Quest’anno arrivare in CL sarà durissima. Sempre Forza Roma !!!

  7. Non si vede luce! Con Alison il primo non lo prendi, la palla passa dentro l’area piccola, Shick gira a vuoto e non ha anima, Nzonzi fa un errore che non si deve fare a 40 secondi dalla fine, mancano uomini che sanno cambiare passo, Kluivert è troppo giovane, se ci qualifichiamo per l’Europa League è grasso che cola….

  8. la leggerezza del centrocampo in copertura è imbarazzante, con Strootman era carente, senza è assolutamente imparagonabile anche nei confronti di quello di una neo promossa.
    i tre punti di Torino hanno un solo nome, prodezza personale di dzeko , la rimonta di roma dice che si è presi tre gol in casa e subìto più di 20 tiri in tutta la partita con una difesa perennemente in affanno. ora prendersela con Fazio, Manolas e compagni di reparto (anche “occasionali”) è sbagliare miseramente bersaglio . di francesco è un bravo allenatore degno della roma, ma responsabile assoluto delle scelte societarie che ha avallato in toto.

  9. Articolista, la “Beffa” (?) stà solo nel «suo» titolo. Il risultato è coerente con la gara. E quella che hanno «subìto» nelle due gare precedenti… torino e atalanta???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here