Matteazzi, dg Virtus Entella: “Formula Coppa Italia sbagliata, sarebbe stato bello avere Zaniolo per qualche altro anno”

3

MATTEAZZI VIRTUS ENTELLA – Si avvicina il ritorno in campo della Roma. Ad attendere i ragazzi di Di Francesco la Virtus Entella. Intervistato da Tele Radio Stereo, Matteo Matteazzi, dg della squadra di Chiavari, ha parlato della sfida di Coppa Italia di lunedì sera.

AVVICINAMENTO ALLA SFIDA – “Bene, perché arriviamo da un periodo di riposo che è stato fondamentale per i nostri equilibri, quindi staccare la spina per alcuni giorni è stato sicuramente positivo. La squadra si è ripresa ad allenare e credo arrivi all’appuntamento in discrete condizioni”.

VITTORIA COL GENOA – “Per noi è stata una grande sorpresa, ma il nostro obiettivo è quello di vincere il campionato di C per tornare in B, ma sappiamo che non sarà facile. Le gare in Coppa si preparano da sole, c’è tanto entusiasmo grazie alla partita che giocheremo a Roma e, ovviamente, i pro sono ben superiori ai contro e sono convinto che la fatica nei prossimi impegni si farà sentire meno”.

IL COLPO MANCOSU – “Gli acquisti di Mancosu e De Santis sono stati finalizzati per andare in Serie B. Mancosu era molto conosciuto da mister Boscaglia. Purtroppo è da tanto tempo che non gioca una partita ufficiale, dunque si sta allenando per trovare la giusta condizione. Matteo è un giocatore estremamente importante, ha tanta esperienza ed il suo arrivo da noi è fondamentale sotto questo punto di vista”.

AFFRONTARE LA ROMA IN COPPA ITALIA – “La formula della Coppa Italia per me è sbagliata, è creata per far arrivare in fondo le squadre big, anche se ultimamente ci sono state molte sorprese. Giocare in trasferta ti costringe a fare un mezzo miracolo, quello che è successo a noi a Genova, dove abbiamo ripreso la partita all’ultimo secondo”.

ZANIOLO – “L’unico rammarico che abbiamo su Zaniolo è quello di non averlo potuto portare immediatamente in prima squadra, ce l’abbiamo avuto soltanto un anno in Primavera. Si vedeva negli allenamenti che aveva una marcia in più. Purtroppo è stato aggregato ai grandi troppo tardi, sarebbe stato bello se lo avessimo potuto tenere un altro po’ con noi”.

TIFOSI ALL’OLIMPICO – “Le ultime notizie parlano di 500 tifosi, che per una piazza come Chiavari è tantissimo, rappresenta un esodo per noi. La vittoria col Genoa è stata vissuta con grande entusiasmo e la tifoseria ci seguirà in massa. Fa sorridere che lunedì saremo a Roma, poi la domenica andremo ad Arzachena: speriamo che qualcuno venga anche lì in Sardegna”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

3 Commenti

  1. Leggo le parole del DG dell’Entella e sono le stesse di Sabatini prima, e di monchi poi riguardo le cessioni della Roma. Siamo un Entella di lusso.
    Grazie Pallotta, grazie Unicredit, grazie stampa romana e non compiacente, grazie tifosi 2.0.
    Tutti con un unico mantra in testa, la speculazione stadio, motivo per cui è stata sottratta la Roma ai sensi per darla ad uno sconosciuto con l’input di fare uno stadio su un terreno su cui ancora verte una sentenza di fallimento, in un area esondabile, come da piano regolatore, non edificabile e destinata dallo stesso piano regolatore ad un area flora faunistica di tipo fluviale.
    Secondo tanti Pallotta boys io sarò pure laziale, ma voi siete conniventi con chi sta facendo carne di porco con questa città e questa nazione.
    Ben felice di avere un pensiero non assimilabile al vostro, e soprattutto di sentirmi prima cittadino e poi tifoso, per quanto credo di amare la Roma più di voi che volete il quartiere attorno allo stadio.

  2. Sono d’accordo col presidente riguardo alla formula della coppa Italia. Sarebbe molto più giusto dare almeno l’opportunità alle più deboli di giocare in casa e non il contrario

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here