Marco Lanna a RN Web Radio: “A Roma un’esperienza magnifica. La squadra ha perso tanto a centrocampo” (AUDIO)

0

LANNA ROMANEWS WEB RADIO – “A Roma è stata una magnifica esperienza, che mi lega alla squadra ed alla città, mi ha lasciato veramente tanto”, queste le parole di Marco Lanna, 235 presenze tra Roma e Sampdoria, ai microfoni di Romanews Web Radio, a riguardo del match di domani dell’Olimpico che vede giallorossi e blucerchiati protagonisti. Ma non solo, l’ex difensore, tra il ’93 ed il ’97 nella capitale, ha aggiunto con grande sincerità ed affetto: “Insieme alla Samp, sono le mie squadre del cuore, spero in un pareggio”.

LA ROMA DEL PASSATO –  Tra presente e passato, Lanna ha ricordato la squadra giallorossa nei suoi tempi, notando grandi differenze con quella odierna: “La Roma in cui giocavo io era una squadra molto passionale, con un allenatore ed un presidente legati alla città e tifosi romanisti, con diversi romani all’interno della squadra”. Ora, invece, è tutto diverso: “Adesso si dà molta attenzione ai numeri, ai conti, c’è un presidente lontano e la società viene gestita come un’azienda: prima era diverso, era tutto in mano del presidente che controllava quasi in prima persona, con un attaccamento diverso e una dimensione quasi familiare. Le differenze sono legate, quindi, sostanzialmente ad epoche di calcio diverso. I fatturati sono cresciuti talmente tanto che non sono più possibili gestioni come quelle passate”.

LA SAMP – Parlando di Sampdoria, sul progetto di Massimo Ferrero, il difensore classe ’67 si è detto soddisfatto: “Le squadre come la Samp devono sopravvivere, giocatori più bravi spesso a fronte di offerte interessanti vengono ceduti, bisogna fare dei conti. Sta facendo molto bene per quello che può fare, ha sempre comprato bene e venduto ancora meglio senza mai cambiare gli obiettivi e cioè di stare nella parte sinistra di classifica e di trovare un posto in Europa League: ci è sempre riuscita, riuscendo a ricostruire con giocatori nuovi ed interessanti. Fino a questo momento, quella di Ferrero, è un’ottima gestione”.

SCHICK – Impossibile non parlare di Patrik Schick, quasi certo di un posto da titolare nel match di domani, calciatore brillante, imprevedibile e deciso a Genova, lontano parente di quello che si può ammirare oggi nella capitale: “Schick ha grandissimi doti tecniche, forse gli manca un po’ di carattere, a volte mi sembra che sia un po’ troppo lontano dall’ambiente e dalla partita. Genova è una piazza facile, senza troppe pressioni e si può fare bene o male, il tifoso blucerchiato ti perdona tanto. Roma è molto più complessa ed a livello tattico secondo me andrebbe messo al posto di Dzeko, sull’esterno destro viene perso, nel progetto di Di Francesco è difficile collocarlo o gioca come prima o seconda punta di 3-5-2 o di un 4-4-2. Le doti ce le ha, in alcuni momenti nella capitale li ha fatti vedere, probabilmente gli manca la fiducia e di essere libero mentalmente”.

PROGETTO ROMA – Infine, Lanna prova ad analizzare quanto fatta dalla Roma fin qui, partendo dal calciomercato estivo: “Quando si tratta di fare delle azioni di mercato come ha fatto la Roma vendendo giocatori importanti e comprando ragazzi giovani (Kluivert, Coric ecc…) e volendo mantenere obiettivi alti ci sta che un anno si può sbagliare e si rischia di perdere qualcosa. Si è cambiato praticamente tutto il centrocampo, che aveva calciatori esperti e di personalità e di questo la squadra ne risente”. Lo stesso Di Francesco, però, deve trovare quanto prima delle contromosse: “Anche Di Francesco ha cambiato spesso la formazione, forse anche lui deve trovare ancora l’assetto e la strada giusta, ma deve fare presto. Spesso si nota come se la squadra si rilassasse, che può essere dato dall’eccessiva gioventù, manca la cattiveria che ti permette di chiudere gare o di non patire troppo la squadra avversaria, anche quelle più deboli: non si possono perdere punti con Chievo, Spal e Bologna, sono queste le partite che contano per un campionato”. Come da vecchio detto: gli scontri diretti si possono perdere, i campionati si vincono con le ‘piccole’.

Alessandro Tagliaboschi

QUI L’INTERVENTO COMPLETO 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here