Manolas: “Siamo una squadra di leader, dopo il gol con il Barcellona ero l’uomo più felice al mondo”

4

MANOLAS TWITTER – I problemi fisici sembrano essere alle spalle e Kostas Manolas si è ripreso la difesa della Roma. Il difensore greco, come annunciato dal profilo Twitter della società giallorossa, è protagonista di un intervista sul social network. Dopo l’allenamento mattutino il centrale della Roma risponde alle domande dei tifosi contenenti l’hashtag #ManolasLive:

Ti senti un leader della squadra?
“Siamo tutti leader, chi gioca e chi non gioca, dobbiamo tutti aiutare il club”.

La partita col Porto…
“Abbiamo fatto una gran partita, peccato per il gol in cui siamo stati molto sfortunati. Abbiamo il ritorno col Porto e dobbiamo cercare di passare”.

Nello spogliatoio si sentono i tifosi durante la lettura delle formazioni e l’inno?
“No, nello spogliatoio non si sente. Magari quando siamo nel tunnel…”.

Il giocatore ancora in attività che stimi di più nel tuo ruolo?
“Sergio Ramos”.

Preferisci a 3 o a 4?
“A 4, sono abituato a giocare così”.

Le sensazioni contro il Barcellona?
“Ero l’uomo più felice del mondo”.

Quante volte l’hai guardato? 10, 20?
“Di più…non vado a cercarlo ma su Instagram me lo mandano spesso”.

Il giocatore più forte contro cui hai giocato? Totti a parte…
“Ibrahimovic e Messi. E direi anche Benzema”.

Il giocatore più forte con cui hai giocato? Tolto Totti…
“Direi Maicon”.

Quando riprendi uno in velocità…
“Cerco di fare il mio lavoro, quando faccio qualche buon recupero penso dentro qualcosa dentro me stesso. Quando cascano li guardo…”.

Il più grande rimpianto e la più grande soddisfazione alla Roma, Barcellona a parte?
“Il più grande rimpianto è non essere andati in finale di Champions perché abbiamo sbagliato la partita d’andata lì. La più grande soddisfazione tolto il Barcellona…la vittoria nel derby per 4-1”.

La tua vittima preferita negli scherzi?
“Mi piace tenere sempre vivo lo spogliatoio e tenere sempre tutti sul pezzo”.

Il tuo idolo calcistico?
“Da piccolo era mio zio, che giocava nell’AEK Atene”.

Quanto casino avete fatto negli spogliatoi dopo Barcellona?
“Abbiamo festeggiato ma cose normali”.

In Grecia si festeggia San Valentino?
“Sì”.

Ti chiamavano Kostaki da bambino? Lo fanno ancora?
“Sì”.

Piatto greco e romano preferito?
“Greco il mussaka. Romano…non lo so, mangio quello che fanno qui a Trigoria. La pasta col tonno, in bianco però”.

Dove bisogna andare per mangiare la miglior feta della Grecia?
“Ovunque”.

A quale fumetto potresti paragonarti?
“A nessuno…”.

C’è una playlist che sentite prima della partita?
“Io sento la mia, greca…”.

Dov’eri quando la Grecia vinse l’Europeo del 2004?
“A Naxos, vedevo le partite mentre pescavo. Facevamo gol ed esultavamo tutti”.

Il nome di un artista greco che ascolti
“Sono miei amici”.

Serie tv preferita?
“No, le serie di calcio. Serie A…”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Se Manolas dopo il goal al Barcellona era lìuomo più felice al mondo, lo stesso non si può dire per quei diversamente tifosi che scrivono su questo sito, che fino a qualche ora prima di quella partita scrivevono contro. Poi hanno cambiato nickname….., questo è il livello di alcuni che scrivono e commentano su questo sito.

    • Veramente c’è stata una valanga di gente che ha scritto contro sopratutto dopo dicendo che il Barcellona era in un momento di flessione, di scarsa forma, quindi era tutto dovuto!! All’idiozia non c’è mai fine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here