CASSETTI: “Al Porto toglierei Herrera”, BALZANI: “La Roma arriva meglio a questa partita dal punto di vista fisico e mentale”

16

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Del Porto temo l’esperienza internazionale e l’attenzione difensiva che mettono in ogni gara. Dobbiamo stare attenti a non offrigli la possibilità di ripartire in contropiede. Noi possiamo metterli in difficoltà con il nostro attacco”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “La Roma arriva meglio a questa partita dal punto di vista fisico e mentale. Il Porto subisce sempre pochi gol, non vorrei ci trovassimo di fronte a un muro poco perforabile. Temo anche l’esperienza di alcuni giocatori della formazione portoghese, soprattutto Pepe e Casillas”.

Marco Cassetti a Tele Radio Stereo: “Questa sera sarà una partita complicata. Al Porto toglierei Herrera, il capitano della squadra è un giocatore intelligente”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio: “Sono convinto che stasera avrebbe giocato Florenzi anche se Karsdorp non si fosse infortunato. Continuiamo a schierare la Roma 4-3-3, ma secondo me sarà più un 4-4-2. È una squadra che mi piace, equilibrata. La Roma arriva bene a questa partita col Porto, l’avversario non è da sottovalutare ma tra quelle che ti potevano capitare è la meno pericolosa. La Roma è una squadra indecifrabile, non capisci quale sia la sua natura”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “Partite facili negli ottavi di Champions non esistono, il clima di coppa è diverso. Sono gare belle, toste. Io preferisco sempre giocare contro una grande avversaria perché noi italiani abbiamo sempre bisogno di essere stimolati a dare il massimo. Quando si comincia a dire che ci è andata bene potrebbe essere un pericolo. Proprio perché il Porto è l’avversario più facile, è il più pericoloso. Non so se la Roma sia più forte del Porto. In teoria potrebbe essere così, però poi c’è il campo e in due partite può accadere di tutto. Fossi in Di Francesco sarei molto prudente”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Sulla questione Karsdorp, Monchi e Di Francesco non volevano dare un vantaggio a Sergio Conceiçao. Io non posso insegnare il mestiere a nessuno, però siamo al secondo infortunio, dopo Schick, a ridosso di un impegno importante di Champions qualcosa da correggere c’è e a giugno verrà rivisto. La Roma è a livello del Porto, la fase difensiva dei portoghesi non è impeccabile anche se i numeri dicono altro. Se la Roma stesse bene e in fiducia potrei anche azzardare nel dire di vederla davanti nella sfida, ma di questa Roma non mi fido. Il bello di De Rossi è l’essere un vero uomo”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Non può essere che ad oggi ancora dobbiamo assistere a tutti questi infortuni e non voglio dare la colpa solo a Di Francesco. Non sono particolarmente terrorrizzato dalla partita di questa sera”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “C’è Florenzi al posto di Karsdorp, quindi la qualità rimane alta. Il ragazzo saprà riaccendere l’intensità sulla partita”.

Jacopo Palizzi a Tele Radio Stereo: “Ci sono alcuni calciatori che non riescono a reagire ai carichi di lavoro, sono molto pochi i calciatori rimasti indenni ad infortuni muscolari e questo è un aspetto che merita attenzione”.

Franco Melli a Radio Radio: “È bello vedere i tanti giovani italiani in campo oggi per la Roma, ora l’unica cosa che manca sono i risultati

Furio Focolari a Radio Radio: “Di Francesco punterà sull’esperienza, quindi De Rossi insieme a Nzonzi. Spalletti lo vedo già fuori dall’Inter, anche se vince l’Europa League”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Occhio al Porto, non si deve prendere sotto gamba è una squadra di corsa e intensità. Mi voglio affidare a De Rossi con Nzonzi in panchina pronto a dare supporto al capitano. Gioca Pepe, il giocatore più antipatico nella storia del calcio.

Daniele Lo Monaco Tele Radio Stereo: “Il Porto è un’ottima squadra e non molla nulla, anche se concede qualcosa in difesa. Questa sera mi aspetto una partita autorevole. Nzonzi lo vedo inizialmente in panchina, per poi dare supporto in corso d’opera.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “La Roma parte favorita, ma occhio al Porto. Gli infortuni intorno alla Roma sono inquietanti, ora ci mancava anche Karsdord”

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Il centrocampo della Roma di questa sera mi sembra molto europeo, Zaniolo in questo momento non può non giocare. Conceiçao ha sbagliato, non si sfotte prima della partita”.

Nando Orsi a Radio Radio: “La Roma a questa partita ci arriva bene e contro una squadra alla pari”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “La Roma ci arriva bene ha recuperato a pieno Dzeko e De Rossi. Del Porto conosco poco, ma credo che la Roma abbia legittime possibilità di passaggio turno”.

Alessio Nardo a Tele Radio Stereo: ” Vincere sarebbe perfetto, ma questa sera mi potrei accontentare anche di un pareggio. De Rossi e Nzonzi possono comunque giocare insieme con Zaniolo, Pellegrini ed El Shaarawy a supporto di Dzeko non la scarterei a priori”.



Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

16 Commenti

  1. Non capisco tutto questo ottimismo che sprizza dalle radio. Per com’è messa la Roma, incerottata e priva di autostima, ci vuole un miracolo per passare anche col Porto, e baciamoci i gomiti che l’urna è stata, per usare un eufemismo, benigna. Per affrontare queste partite devi far leva sulla tua forza interiore. La Roma può farcela ma sarà durissima e va considerato che in panchina non hai uomini che possano ribaltarti la partita.

    Se la Magica passa ai quarti ha già raggiunto metà degli obiettivi stagionali, sarebbe un ottimo risultato, e anche storico, dato che non si è mai vista una Roma che in due anni fa Semifinali e Quarti.

    Il capitolo infortuni sta assumendo proporzioni grottesche. Anche qui, medici e preparatori si alternano nel corso degli anni ma abbiamo sempre mezza squadra out, possibile che non si trovi una soluzione?

    • Ho letto che siamo al 31mo infortunio muscolare, e siamo solo a metà febbraio. Che sia colpa dei preparatori, campi, allenamenti quotidiani o preparazione estiva non ho idea. Ma come hai scritto la situazione è grottesca. E non siamo nuovi a situazioni del genere. Più di un mercato sbagliato o qualche scelta non condivisibile del Mister questi infortuni hanno minato la nostra stagione.

      Per stasera però, FORZA ROMA!

  2. Buongiornoa tutti, sono sconcertato per l’ennesimo infortunio che si lega ai tanti infortuni capitati non solo in prima squadra ma anche alla squadra primavera. Credo sia opportuno fare una indagine approfondita ai campi di Trigoria, e non sono sarcastico.

  3. Spero vivamente che oggi Dzeko faccia una grande partita, ridicolizzando quel macellaio di Pepe. Sull’infortunio di Karsdorp, mi dispiace, ma a mio avviso oggi, in difesa, deve giocare Flo, avendo passo più breve e maggiore affiatamento con gli altri compagni di reparto; fondamentale, però dovrà essere la tenuta del centrocampo; per me, la Roma deve giocare con un 4-2-3-1, con i 2 che devono essere N’zonzi e DDR e i 3 che, a questo punto, dovranno essere Zaniolo a dx, Pellegrini come 3/4ista e il Faraone a sx; io al posto di Zaniolo avevo “messo” Karsdorp, a fare il cavallone e a portare scompiglio, ma ben venga Zaniolo (con Kluivert pronto a subentrare, eventualmente), che però dovrà frenare i suoi “ardori” giovanili, perchè ogni tanto, x la foga, entra a “craparo” e ciò, in Champions, viene visto male; i 3, comunque, dovranno portare un pressing alto e ragionato, x non far sì che il Porto non costruisca azioni con tranquillità.

  4. Se stasera la Roma farà una grande partita sarà solo fortuna oppure perchè il Porto ha qualche infortunato. In caso contrario la Roma avrà perso contro una squadretta, io come membro e portavoce delle tante socere frustrate esperte di calcio e diversamente appassionati della Roma ve l’abbiamo detto prima, che si sappia!!!
    P.S.
    Anche la Roma ha qualche infortunato??? vabbè ma non conta, la colpa è di Pallotta che usa acqua frizzante per irrigare i campi!!!!

  5. Ma mi spiegate quale vero ROMANISTA ancora ascolta Radio Radio? Furio Focolari Laziale Ilario Ilario Laziale Damascelli Juventino Melli Roma (residenza ) ma Laziale Renga ( ROMANISTA per Lavoro ) gufo.
    Personaggi che non hanno rimediato il prosciutto a Natale da Sensi. Individui che cercano in ogni modo di far passare il concetto della bella e romantica rometta di scarchilli servidei Frau Comi. Di come si stava meglio all’ epoca perché sapere di poter aspirare alla mezza classifica ti faceva andare allo stadio con serenità!
    Ma davvero nell’ ambito dello sport dove l unica cosa che conta è agonismo e vittoria si vuole far passare il concetto della scampagnata con pic nic?
    Potere mediatico in mani a chi con malafede instilla idee interessate e malevoli nelle persone! È non dite che non è vero perché di tifosi che ti dicono si stava meglio prima…
    Meglio che ci dite che siamo da uefa così stiamo tranquilli ne sento a iosa.
    I tifosi hanno bisogno di vincere… nello sport si deve cercare di primeggiare ad ogni costo poi alla fine si vedrà….
    Vorrei vedere quanta vita avrebbero questi tizi se parlassero di Juve ai juventini come parlano di Roma a noi.
    Vorrei sapere chi di noi li ascolta sinceramente alla radio e a chi di noi piace vedere le loro parole amplificate anche sui siti! Una pacifica. Democratica e legittima richiesta.
    Noi romanisti non dobbiamo più dare odiens a questi LUPI TRAVESTITI DA AGNELLI.
    Opinioni?

    • Caro Patrizio, non possiamo pretendere che gli altri non ascoltino le radio lazziesi (contenti loro) o leggano qui su romanews le trascrizioni delle loro perle di povertà.

      Quello che possiamo fare è IGNORARE.

      Ignorare i lazziesi, la lazziesità, e tutto ciò che li circonda (le radio, le trascrizioni, i commenti che li riguardano). È molto più semplice di quanto sembri.

      La reazione a un ilaido ilaido qualsiasi che dicesse una baggianata non dovrebbe essere, idealmente, “oh avete visto cosa ha detto ilaido ilaido?” bensì… NESSUNA REAZIONE.

      Ignora e vivi felice 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here