LJAJIC: “Da adesso sette finali. Il derby sarà decisivo” (VIDEO)

0

INTERVISTE ROMA-ATALANTA – Le parole di Adem Ljajic nel postpartita di Roma-Atalanta.

LJAJIC IN ZONA MISTA

In avanti poche e confuse idee…
“Secondo me oggi abbiamo giocato solo noi, abbiamo creato fino agli ultimi 30 metri. Sono mancati alcuni movimenti in più, alcune soluzioni in più. Prima di dare spiegazioni devo vedere la partita”.

Te la senti di lanciare un messaggio all’ambiente sul fatto che la Roma c’è perchè così come è sembra che vada per inerzia.
“E’ normale che il mister sia arrabbiato e anche noi siamo arrabbiati con noi stessi. Dovrebbe uscire un po’ più di rabbia, di voglia, ma noi non molliamo mai fino alla fine. Possiamo giocare anche male, ma anche oggi abbiamo dato tutto in campo, tante volte non riusciamo a fare le cose al meglio ma adesso è così…

L’eventuale 3° posto sarebbe vissuto come un fallimento o come il raggiungimento di un obiettivo?
“L’obiettivo è giocare la Champions League l’anno prossimo. Prima di questa partita l’obiettivo era arrivare secondi, adesso siamo secondi con la Lazio, con stessi punti. Ci sono 7 partite da giocare, 7 finali, poi c’è il derby che può essere decisivo”.

LJAJIC A ROMA TV

Cosa succede a questa Roma? Un vero peccato non aver sfruttato l’occasione…
“In verità non lo so neanch’io. Prima devo vedere la partita a casa, poi potrò parlare. Secondo me abbiamo iniziato bene, sbloccando la gara: pensavo che si mettesse in discesa, perché loro si aprono e hai più spazio. Poi abbiamo preso gol su un rigore mezzo-mezzo. Abbiamo girato molto la palla sugli ultimi 30 metri, ma mancavano movimenti e soluzioni. Dobbiamo migliorare lì e farlo subito, da sabato”.

Due trasferte ora: forse meglio così?
“In questo momento sembra che facciamo meglio in trasferta. Contro il Napoli secondo me abbiamo giocato una grande partita, però sembra che giochiamo meglio fuori. Ora a Milano ci aspetta un avversario forte, ma sicuramente ci concederà un po’ di spazio. Speriamo allora di poter fare risultato”.

Nel primo tempo ti abbiamo visto zoppicare: come va?
“Sì, ho preso una botta: mi si è gonfiata un po’ la gamba, ma alla fine niente di grave”.

Ti ho visto sempre sulla sinistra: era un’indicazione del Mister?
“Abbiamo cominciato con il 4-2-3-1 con me alle spalle di Francesco come mezza punta, poi il Mister ci ha fatto tornare al 4-3-3 dove sono andato sulla sinistra. Non è un alibi, ma Estigarribia ha fatto un grande lavoro, tornando sempre e raddoppiandomi. Su questo però devo fare io di più, prendendo responsabilità. Dovevo sicuramente fare di più”.

LJAJIC A SKY 

Rimani il capocannoniere della squadra, ma siete il nono attacco della Serie A.
“Come già detto, bisogna segnare di più. Si dice spesso che non c’è un giocatore da 25 gol a stagione, ma tanti di noi possono farcela”.‏

Giocate più sciolti quando siete lontano dall’Olimpico?
“Posso dire che sicuramente c’è più paura. Non riesco a spiegarlo. Sembra che giochiamo meglio fuori casa. Ma all’Olimpico abbiamo giocato bene contro il Napoli, anche all’inizio oggi. Pensavo fosse un momento buono, specie quando sblocchi subito il risultato. Poi alla fine non è andata bene”.‏

Sembri l’unico che prende iniziativa. Gli altri sembrano impauriti. Iturbe non ne indovina una.
“Non so, non posso spiegare cosa succede. Per me è un piacere giocare davanti al nostro pubblico. Quest’anno non riusciamo a segnare molto e non so perché”.‏

State facendo il vostro gioco? Qual è il motivo per cui, al di là della fase realizzativa, vi siete involuti?
“Oggi non abbiamo fatto bene. Mi dispiace. Abbiamo avuto molto possesso palla ma ci mancava qualche soluzione in più, qualche movimento in più. Ad oggi non riusciamo a fare di meglio. Speriamo di cambiare dalla prossima partita”.‏

Ti manca un centravanti in mezzo che accolga i tuoi inviti?
“Il nostro gioco è così, anche l’anno scorso abbiamo giocato senza punta e abbiamo fatto molti gol. Non è questo il punto, dobbiamo mettere più voglia in campo”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here