Liverpool, Alisson: “Rimasto colpito dal Liverpool in semifinale, è stata una scelta difficile”

17

ALISSON INTERVISTA – “Fin qui tutto bene e il meglio deve ancora venire. O almeno lo spero”, queste le parole di Alisson Becker, passato in estate al Liverpool. Ai reds ha cominciato alla grande la sua avventura: gli uomini di Klopp sono a 27 punti, secondi in classifica a pari merito con il Chelsea di Sarri. Il portiere brasiliano, in un’intervista a goal.com, è tornato a parlare della semifinale di Champions persa dalla sua ex squadra, la Roma:  “È stato un momento molto felice della mia carriera in cui ho vissuto grandi emozioni. In quella partita, tutto ciò che ricordo è la forza dei tifosi e della squadra che abbiamo affrontato. La qualità del Liverpool mi aveva già attratto guardandolo in TV, ma sono rimasto molto colpito da quello che ho visto sul campo quella sera. E’ stata una scelta difficile, ma ne sono felice“.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

17 Commenti

    • se te li davano a te li rifiutavi schifato no? per amore della Roma e delle roboanti vittorie cui è destinata…
      Vuoi un portiere tra i 3 migliori del mondo? Costa quello di stipendio.
      Se no c’è olsen. Poco da lamentarsi.

      • a me olsen piace e pure tanto non è perfetto ma buon portiere. invece il liverpool vince sempre ma v……io mi accontentavo di stare coi soldi della Roma…e godemme la più bella città del mondo

        • si ma, ammesso che sei sincero – la sincerità, il sole, la città più bella del mondo… tutte ste rispettosamente parlando fregnacce, te la puoi permettere finché non ti mettono il valigione con la grana davanti, un giocatore ha una carriera 12-15 anni mediamente. E a nessuno piace smettere pensando di aver giocato per la gloria e senza niente in bacheca. A parte totti.
          Detto questo non c’era nessuna critica a olsen. Portiere normale…
          Certo quando t’arrivano 70 tiri a partita il miracolo scappa sempre.
          Quello che volevo dire è vuoi un top del ruolo. Costa così, perché prezzi e stipendi li fa il mercato.
          Se non sei in grado di tenere il passo ci sono i giocatori normali tipo olsen.
          Che sta ad allison come under sta a salah o pellegrini a nainngolan.

          • @MaxP no non ha giocato gratis però diciamo che se andava da un altra parte guadagnava ‘leggermente’ di più.
            Tralasciando l’aspetto delle vittorie.
            Comunque sai che è molto divertente di voi? Che chi se ne va ha fatto male ad essersene andato, ed è un mercenario. Chi resta è uno scroccone. Però c’è libertà di pensiero e d’opinione… quindi…

  1. Ma questo ancora parla di quanto è stato difficile e quanto gli è dispiaciuto andar via dalla Roma? Ma che ce frega…ma che c’importa/ se l’oste al vino ci ha messo l’acqua…

  2. Lo stipendio è una scusa di chi vuole giustificare la partenza di Allison. Diciamo che Pallotta ha avuto l’acquolina in bocca all’offerta di 72 milioni ed Allison non si è strappato i capelli (e la barba) perché non è rimasto, ma è dipeso prima dalla Società così come per Nainggolan e Strootman. Ricordatevi una volta per tutte che Allison guadagnava meno di Moreno, Jesus, Gonalons, Schick. Che gli volete dire? Comunque Under sarà tra i prossimi se verrà recapitata una offerta da oltre 50 milioni.

  3. Ma come? I diversamente-tifosi non hanno detto per mesi che Alisson voleva a tutti costi restare a Roma ed è stata la società a volerlo vendere a tutti i costi? Come è successo per Strootman, Salah, Rudiger, Emerson Palmieri e compagnia cantante. E’ stato quel purciaro di Pallotta a venderli, loro sarebberi rimasti…. Ma quando finireti di credere alla Befana?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here