Lingua di fuori, Emerson out: 20 cose su Bologna-Roma

0

BOLOGNA-ROMA – Dopo la delusione di Coppa Italia, con vittoria nel derby di ritorno ma eliminazione a causa del 2-0 dell’andata, la Roma si rituffa nel campionato. Per la trentunesima giornata di campionato i giallorossi saranno ospiti del Bologna al Dall’Ara. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come A testa alta. Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia la Roma riparte da Bologna. Obiettivo tre punti per tenere la testa alta e continuare a tenere viva la fiammella della speranza per lo scudetto.

B come Bologna ostile. Nonostante la tradizione recente sia favorevole ai giallorossi, la Roma è la squadra che il Bologna ha battuto più volte in Serie A, collezionando 48 successi su 137 confronti.

C come Chievo. Domenica alle 15 i giallorossi scenderanno in campo conoscendo il risultato della sfida tra Juventus e Chievo, anticipo del sabato sera. Prima dell’inizio della trentunesima giornata i capitolini sono a -6 dai bianconeri.

D come Destro in dubbio. Settimana travagliata per Mattia Destro, ex attaccante giallorosso in forza al Bologna. Affaticamento muscolare per la punta, che potrebbe però stringere i denti per giocare contro la sua ex squadra.

E come Emerson out. Altra defezione in casa giallorossa. Ai box Emerson Palmieri per una endinite del muscolo retto-femorale sinistro: il brasiliano non sarà rischiato per la trasferta del Dall’Ara.

F come Fischia Damato. Sarà il signor Damato di Barletta a dirigere la sfida tra Bologna e Roma.  Dieci i successi su quindici gare in trasferta con il fischietto pugliese. Per i giallorossi la tradizione con il direttore di gara è positiva: 15 vittorie, 5 pareggi ed 8 sconfitte.

G come Gol dell’ex. Rischia di non esserci Destro, spauracchio della Roma da ex. L’attaccante ha trovato la via della rete in due gare su tre disputate contro i giallorossi.

I come Indisponibili. La Roma dovrà fare a meno di Florenzi e quasi certamente di Emerson Palmieri. Per i felsinei sicura l’assenza di Helander.

L come Lingua di fuori. “Paghiamo un po’ di stanchezza”. Così l’egiziano Salah ha giustificato le eliminazioni contro Lione e Lazio. In effetti, in riferimento al campionato, la Roma è la squadra che ha finora utilizzato meno giocatori: 22.

M come Masina. Per la squadra di Donadoni è in dubbio anche la presenza di Masina, che non dovrebbe partire dal primo minuto. Il titolare potrebbe essere Mbaye: con quest’ultimo i felsinei potrebbero passare al 3-5-2.

N come Nessuna squalifica. Nessun giocatore delle due squadre salterà il match per squalifica. Tra le fila dei giallorossi nessun diffidato, mentre in caso di giallo Nagy del Bologna salterà la sfida delle giornata successiva contro la Lazio.

O come Occhi sull’Olimpico. La Roma guarda in alto, ma l’attenzione è viva anche su quello che succede alle spalle. Nel week end in scena la sfida tra terza e quarta della classifica: Napoli e Lazio, che si sfideranno all’Olimpico.

P come Porta Chiusa. Tra i pali tornerà il portiere di campionato Szczesny. Il polacco è il portiere della Serie A che ha chiuso più partite con la porta inviolata in questa stagione, ben 13.

Q come Quante polemiche. In settimana ha fatto molto discutere un video che ha invaso il web. Nelle immagini risalenti alla semifinale di Coppa Italia di ritorno si vede Totti lanciare un pallone al difensore Wallace. Il laziale Anderson ha insultato il capitano. Domenica c’è il Bologna, la stracittadina deve essere soltanto un ricordo lontano.

R come Rimonte fallite. Contro la Lazio il 3-2 della Roma non è bastato per ribaltare il 2-0 dell’andata ed accedere alla finale di Tim Cup. Dinamica simile all’eliminazione dall’Europa League per mano del Lione. In quell’occasione alla ripresa del campionato la Roma è ripartita con una vittoria in campionato, 3-1 contro il Sassuolo.

S come Salah scatenato. L’egiziano ha nel Bologna una delle sue vittime preferite. Ben quattro le reti messe a segno nelle due sfide contro i felsinei. Proprio nel 3-0 dell’andata l’unica tripletta firmata nel campionato italiano.

T come Torosidis. Altro ex della sfida è l’esterno difensivo Torosidis. “Alla Roma ho bei ricordi. Totti? Uomo super”, ha dichiarato il greco nei giorni precedenti alla gara.

U come Unica vittoria. Nelle ultime 16 sfide contro la Roma in Serie A il Bologna ha trovato la vittoria in una sola occasione. L’ultimo successo rossoblu risale al settembre 2012. Nei restanti incroci 7 pareggi ed 8 successi giallorossi.

V come Vena realizzativa. Nell’ultima sfida disputata il Bologna ha rifilato 4 gol al Chievo. Prima però i felsinei avevano collezionato quattro sconfitte consecutive tra le mura amiche del Dall’Ara, andando in rete in una sola occasione.

Z come Zero a zero. La Roma è la squadra che in Serie A non pareggia da più partite. L’ultimo pari risale allo 0-0 di Empoli all’andata.

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here