La rivoluzione del Tottenham: calciomercato senza acquisti né cessioni

5

PREMIER LEAGUE TOTTENHAM  – Come ben sappiamo, in questa estate la sessione di calciomercato in Europa si sta chiudendo a scaglioni: la Premier League ha già terminato tutte le trattative in entrata lo scorso 9 agosto, la Serie A ha la deadline fissata per il 17 agosto e, infine, seguono Liga, Bundesliga e Ligue 1 con il termine del mercato il 31 agosto. Con la prima chiusura dell’Inghilterra, c’è una curiosità non poco rilevante: il Tottenham è diventato il primo club a non comprare e/o vendere nessun giocatore nella sessione estiva del calciomercato. Nonostante le voci che hanno interessato gli Spurs, sia in entrata che in uscita, il club ha ritenuto opportuno mantenere intatta la squadra. Infatti, i ragazzi guidati da Mauricio Pochettino, nello scorso campionato hanno conquistato la terza posizione in classifica e sono pronti a migliorare quanto fatto in precedenza.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

5 Commenti

  1. concordo meglio un anno in piu´dando fiducia agli stessi e amalgamandoli che continuare sistematicamente a vendere(i migliori) per fare plusvalenza e acquistare….(future scarse plusvalenze)

    • LUCA Scommetto che se l’avesse fatto la Roma alla fine del mercato ti saresti lamentato dei mancati acquisti. Va bene criticare quando c’è da criticare, ma così si cade nel ridicolo, che poi cosa ha vinto il Tottenham? Niente.

  2. Il tottenam non ha una situazione economica come la Roma. … e mi sembra abbia da anni uno stadio proprio !!!! Quindi é un club su un gradino più alto da questo punto di vista… poi sul campo …. la Roma e arrivata in semifinale Champion il tottenam a finale ligure !!!!

    • grazie. ogni club inglese, solo di diritti tv, ogni anno prende più o meno quello che ha incassato la roma dalla uefa per essere arrivata in semifinale di champions, comprese le neo-promosse. dai noi li vendono a meno di quanto ha incassato la ligue1 per farli restare a sky. chiaro che poi economicamente non li reggi

  3. Il Tottenham ha fatto quest’ anno lo stadio nuovo, spendendo mi sembra 1,2 miliardi e hanno preferito non spendere ulteriori soldi… se l’avesse fatto la Roma stareste tutti strillando che gli americani pensano solo ai soldi e non al progetto sportivo. Eppure non è difficile capire quale sia l’unico modo per costruire una società vincente dopo l’avvento del FPF, soprattutto dopo le innumerevoli volte che è stato spiegato… Comincio a pensare che sia un discorso di ottusità, magari a Napoli… ma non avrei mai immaginato che a Roma ci fosse tutta questa ignoranza!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here