Pastore: “Per Di Francesco non ero un’opzione, sono stato messo da parte”

13

ROMA CAGLIARI, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del centrocampista giallorosso Javier Pastore in occasione di Roma-Cagliari, match valido per la 34esima giornata di Serie A.

POST PARTITA

PASTORE A ROMA TV

Un ritorno così era difficile da pronosticare…
“Si grazie mille, sono molto felice perché l’ultima da titolare all’Olimpico è stata all’andata contro la Lazio, non era facile, non giocavo da tanto. La squadra mi ha aiutato, abbiamo fatto una buona partita, da squadra. Sono arrivati e gol non ci hanno segnato, cosa positiva per raggiungere l’obiettivo di essere quarti”.

Psicologicamente come ti senti?
“Ho tanta voglia di fare qualcosa. Sono stato messo da parte per tanti mesi, non sono stati mesi facili. Mi sono allenato alla pari e ho provato sempre a tornare il più presto possibile e oggi ho avuto la ricompensa. Ho fatto una buona prestazione, devo continuare con questo ritmo”.

Cosa ti ha detto il mister prima della partita?
“Lui non parla tanto con i giocatori, fa capire quello che vuole quando mette gli 11 in campo. È quella la sua forza, è stato intelligente a capire subito il momento della squadra e dei giocatori e lo ha cambiato subito.

Peccato per gli infortuni, è una delizia vederti giocare…
“Si penso che la mia sfortuna sia stata infortunarmi subito ed è una cosa che non può accadere. Dovevo fare più attenzione, sapevo le mie condizioni e non potevo giocare tutte le partire ogni 3 giorni. Sono cose che non posso cambiare adesso. Devo stare tranquillo e sereno e finire queste partite nel modo migliore”.

Come hai trovato la Roma?
“Mi sono trovato molto meglio in campo, ho trovato una squadra più sicura e serena quando abbiamo la palla e quando non la abbiamo. È una Roma diversa che sa cosa fare per difendersi. La squadra è più serena e tranquilla per affrontare queste ultime partite alla grande”.

Fai solo gol d’autore… Come l’hai pensato questo gol?
“Quando ho visto che Justin si fermava ho pensato a fare quello, a stoppare la palla perché il difensore era lontano. Ho provato a tirare piano sul primo palo e per fortuna è entrato, è servito per la squadra e per vincere. Peccato, il secondo sarebbe stato più bello”.

La standing ovation te la aspettavi?
“Si non posso dire niente in confronto ai tifosi, solo ringraziare. Mi hanno sempre sostenuto, non solo allo stadio ma anche per strada. Mi sento in debito perché sono venuto qui per essere un giocatore costante ed importante per la squadra ma infortuni ed altre cose non mi hanno fatto fare la stagione che volevo. Ma i tifosi sono stati sempre con me allora ogni volta che sarò in campo farò quello che ho fatto oggi per vincere le partite che per loro è tutto”.

PASTORE A SKY SPORT

Tante occasioni create. Forse questa è la migliore Roma del 2019?
“Abbiamo fatto una buona gara, l’importante era vincere per continuare a lavorare per il nostro obiettivo che è entrare in Champions League”.

Ci spieghi qual è la qualità principale di Ranieri?
“Io penso che lui abbia capito la situazione in cui ci trovavamo che non era quella giusta. Ha chiesto le cose basilari del calcio e poi siamo giocatori di qualità e sappiamo che il gol lo facciamo sempre. Ci ha aiutato nell’autostima e si vede in campo”.

Standing ovation per te. Perché questo pubblico ha dovuto aspettare cosi tanto?
“Ho avuto la sfortuna di infortunarmi all’inizio del campionato e poi non ero più un opzione per l’allenatore che c’era prima. Ora spero di aiutare la squadra nelle partite che rimangono”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

13 Commenti

  1. Pastó, gira gira la colpa era de Di Francesco se non giocavi??? Penso che dovresti solo statte zitto, hai avuto per tutta la stagione un approccio a dir poco svogliato… oggi, per una delle poche volte che hai disputato una buona gara, parli come se avessi fatto un gol in una semifinale de Champions, quando in realtà hai segnato contro una squadra già salva, hai la faccia tosta di prendertela con chi non c’è più quando sei sempre stato penoso, un po di umiltá e autocritica mai…

  2. Un allenatore che fa giocare un regista puro con un talento indiscusso, mezzala e che lascia in porta uno scarparo come olsen, è un incompetente totale che non merita neanche la serie b

  3. Ma basta con sta semifinale di Champions per favore… È talmente incompetente che la fiorentina ha preferito monella.. Ma chi se lo piglia il sassuolaro… Solo un altro incompetente come monchi lo poteva scegliere!!!

    • Cioè ma veramente stai esaltando Pastore per un gol fatto al Cagliari che era già salvo???
      Ma te le sei scordate TUTTE le partite penose che ha fatto???
      Non parlo di posizione in campo, parlo di atteggiamento da prima donna, moscio, svogliato, zero cattiveria, zero grinta, era colpa di Di Francesco?
      3,5 netti l’anno…
      Ma tu ripartiresti con piena fiducia a Pastore titolare l’anno prossimo???

    • Io proporrei come DS orlandofazio perche di calcio ne capisce quanto me, lui si che ci farebbe vincere, ed in più finalmente avrebbe un lavoro. Però deve decidere un solo nome tra i vari nickname che usa ok?

    • È evidente che i problemi legati al rendimento della squadra derivano da scelte societarie incentrate sui risultati economici piuttosto che su quelli sportivi.
      Questo “sistema” di dare la colpa all’allenatore per salvare l’operato di Pallotta e dei suoi compari ormai non funziona più

  4. Pastore… Abbiamo giocato contro il Cagliari cavolo! Posso capire il momento delicato, però… Di sicuro di Francesco era incompetente, faceva giocare mezza Squadra fuori ruolo, per non parlare delle tattiche “Sassuolesche”… Ranieri è un Signor Allenatore, con esperienza, con i piedi per terra, pragmatico e umile… Io me lo terrei anche per il prossimo anno. Se i giocatori lo seguono si possono fare veramente delle belle cose. Tornando su Pastore, una partita non basta a salvare una stagione mediocre, già nel P.S.G. non era più considerato… Tuttavia se fa queste ultime partite ad un buon livello, si può vendere più facilmente… Già c’è Dzeko che sta facendo pena, gioca svogliato e si mangia (come sempre) i gol a porta vuota. Sarebbe utile avere un pizzico di quel giocatore che è stato per il Palermo e il P.S.g. Del resto ora l’importante è qualificarci. poi via tutti quelli che non possono dare un contributo a questa Squadra! Dajee!!!

  5. Gente indegna di essere tifosa della Roma offende un allenatore che ti ha portato al terzo posto (ricordate??) ed alla famosa semifinale di Champions che se non ci rubavano il noto rigore potevamo passare in finale dopo 24 anni . Sto uomo indegno di Pastore dopo aver fatto ridere metà campionato viene qui a raccontare balle e voi come pesci pronti ad abboccare. Contento solo della sua prestazione perché sarà più facile venderlo…

    • Asterix… Qui nessuno offende nessuno ma si giudica (o critica) l’evidenza… Ringrazia Santo Alisson se siamo arrivati in semifinale… Altro che Di Francesco… Con Garcia che è più sclauso di Di Fra in Campionato abbiamo fatto meglio… Ma c’erano anche più giocatori forti… E comunque la “prima Roma” di Di Francesco era ancora quella residua di Spalletti… Aveva ancora un gioco… Tra lui e Monchi c’hanno massacrato… A me sembra che tu vuoi vedere la Roma in Serie B o ai livelli del Sassuolo o Udinese o Fiorentina da cui con il tuo Eusebio abbiamo preso 7 sberle come se fosse il M.United! Piuttosto ringrazia Ranieri che c’ha risollevato sennò con Di Fra a quest’ora c’eravamo scordati pure l’Europa League. Poi su Pastore sono d’accordo con te…

  6. Ma statte zitto Pastore…60′ buoni, contro otto mesi di nulla non giustificano nulla. Già “romanizzato” anche tu? “Apparso” per 1ora come giocatore “solo” alla 35^ giornata, si legge: la “rivincita”….
    “la rinascita”…«Argentinooo» il torneo è finito e senza”opzioni”…Amen.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here