Il SINDACO DA´ I NUMERI. Una valanga di critiche, ma Ranieri ai punti batte Spalletti e il vincente Capello

0

IL SINDACO DA’ I NUMERI -(focus 1)

Il suo motto in conferenza stampa è ‘il calcio non è fatto solo di cifre’…Ma questa volta forse al tecnico Claudio Ranieri farà piacere sentirne qualcuna.
Ad oggi, i numeri sul suo rendimento in termini di punti parlano chiaro. Fino ad ora ha saputo far meglio di gente del calibro di Capello e di Spalletti, tanto per tirare in ballo gli ultimi due grandi allenatori che, in un modo o nell’altro, a Roma hanno saputo lasciare un segno.
La cosa suonerà strana a molti, ma le cifre parlano chiaro, sia se andiamo ad analizzare la percentuale di punti fatti sul totale delle partite dei tre allenatori, sia se si mettono a confronto i numeri dei primi 17 mesi; tanti ne ha vissuti fino ad ora Ranieri sulla panchina della Roma.

PERCENTUALE PUNTI SUL TOTALE DELLE PARTITE A DISPOSIZIONE – Ranieri da quando è alla Roma, si è seduto in panchina per 78 volte, vincendo 46 partite (il 59,0%), pareggiandone 15 (il 19,2%) e perdendone 17 (il 21,8%).
I punti a disposizione da conquistare sono stati quindi in tutto 234, 153 dei quali sono finiti nel “paniere” giallorosso per una percentuale pari al 65,4%.
Spalletti di partite a disposizione sulla panchina della Roma ne ebbe in tutto 225, ne riuscì a vincere 122 (il 54,2%), a pareggiarne 53 (il 23,6%) e a perderne 50 (il 22,2%).
I punti che potè conquistare in 225 partite furono quindi  675, ne portò a casa 419 pari ad una percentuale del 62,1%.
Capello invece, l’ultimo allenatore Campione d’Italia sulla panchina giallorossa, di partite a disposizione ne ebbe in tutto 241, 118 delle quali fruttarono la vittoria (il 49,0%), 73 il pareggio (il 30,3%) e 50 la sconfitta (il 20,7%).
Ebbe la possibilità quindi di giocarsi in tutto 723 punti in palio, ma ne conquistò in tutto 427, bottino in percentuale pari al 59,1%.

RANIERI AL SUO 17° MESE, IL CONFRONTO CON SPALLETTI E CAPELLO –
Se si vuole fare invece un paragone sullo stesso arco temporale basta prendere i numeri di Ranieri, e metterli a confronto con i primi periodi di Capello e Spalletti, rispolverando la stagione 1999-2000 e metà di quella successiva per il friulano, e la stagione 2005-2006 e metà della succesiva per il tecnico di Certaldo.
Il risultato cambia di poco, si assottigliano le differenze, ma Ranieri rimane sempre quello ad aver fatto la miglior percentuale di punti.
L’attuale allenatore della Roma è al 65,4% dei punti conquistati, Spalletti e Capello nei loro rispettivi primi periodi in giallorosso si fermarono rispettivamente al 63,6% e al 61,8%.

CONCLUSIONI – Dai calcoli emerge più di un dato da non sottovalutare. Per esempio che Ranieri è l’allenatore che in campo nazionale (Coppe e Campionato) vince di più, che in assoluto tra i tre è quello che pareggia di meno e che realizza la miglior percentuale di punti.
La storia, però, insegna che i numeri sono importanti, ma è farli nei momenti decisivi che risulta fondamentale se l’obiettivo è quello di arrivare a traguardi che contano.
Le sconfitte della scorsa stagione con Sampdoria in campionato, e con il Panathinaikos in Europa League, ad esempio, pesano poco in percentuale nei nostri calcoli, ma restano dei macigni pesantissimi sull’avventura della prima Roma di Ranieri.
Continuare quindi a far punti con questa frequenza è importante, ma farlo nei momenti giusti potrebbe essere la chiave per scrivere una pagina indelebile nella storia della Roma.

Marco Schiacca
(statistiche@romanews.eu)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here