Il futuro di De Rossi tra Stati Uniti e Giappone, pressing del New York City

9

DE ROSSI STATI UNITI GUARDIOLA – Daniele De Rossi continuerà a giocare, ma non con la maglia della Roma. Il suo prossimo futuro lontano dalla capotale, molto probabilmente sarà in America o forse in Giappone. Poi, secondo quanto viene riferito dal sito calciomercato.com, Guardiola lo vorrebbe al suo fianco per formarlo come allenatore o magari per regalargli un ultimo anno da calciatore nel club che in carriera lo ha tentato di più: il Manchester City. Difficile, ma non impossibile. 

AMERICA E GIAPPONE – Con ogni probabilità il futuro sarà negli USA. Un paese che Daniele adora da sempre così come adora la NBA. Raiola, che già ha portato Ibrahimovic a Los Angeles coi Galaxy, è pronto a mediare. L’altro grande amore è l’Oriente, con in piedi l’idea del Vissel Kobe dove gioca Iniesta.

NEW YORK CITY – Il futuro di Daniele De Rossi sarà lontano da Roma, ma anche dall’Italia. Il centrocampista potrebbe prendere il posto che, un tempo, era di Andrea Pirlo. Come riporta TMW, il New York City è in pressing per anticipare la concorrenza e trovare un accordo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

  1. la favola Guardiola serve probabilmente a manternere la quotazione.
    se Pallotta si è così espresso lo condivido.
    Daniele ha personalità e prende una decisione dignitosa alla luce del suo stato fisico non più da campionato.
    A differenza del simulacro nullafacente che non abbandona la mammella della lupa.

  2. Concordo. Tra l’altro, se De Rossi in futuro tornerà alla Roma, lo farà avendo acquisito esperienza, e pure internazionale, potendo quindi proporsi in maniera davvero utile, in un calcio sempre più esigente in fatto di cervelli dirigenziali

  3. Evvai!! Prima totti, poi de Rossi, fuori da tutte le competizioni,presidenza assente oppure presente solo nelle sale del Campidoglio per lo stadio.allenatore a tempo, senza un ds, parco giocatori smontato ogni anno. Ho 42 anni sono cresciuto con un altro calcio, fatto di bandiere e presidenti veri, non mi riconosco più in quello che è diventato solo un circo per fare soldi e nessun sentimento. IN BOCCA AL LUPO CAPITANO

  4. infatti,proprio niente hai capito,ed inoltre hai scritto per 2 volte lo stesso messaggio in 2 articoli diversi.come si dice,”errare è umano,ma perseverare è da imbecilli”……..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here