Goleador a confronto, Pioli trema: 20 cose su Inter-Roma

0

INTER-ROMA – Ventiseiesima giornata di campionato, dopo il passaggio del turno in Europa League la Roma si rituffa nella Serie A. Domenica sera i giallorossi saranno ospiti dell’Inter a San Siro. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come Altra Partita. Rispetto al match d’andata, vinto all’Olimpico dai giallorossi, l’Inter è quasi totalmente un’altra squadra. L’esonero di De Boer e l’arrivo di Pioli hanno consentito ai nerazzurri di cambiare pelle, raccogliendo ben 31 punti in 13 partite.

B come Bologna. Nel turno precedente i nerazzurri hanno ottenuto la vittoria in trasferta a Bologna, grazie ad un gol allo scadere di Gabigol. Per il brasiliano quella in terra emiliana è stata la prima rete in Serie A.

C come Candreva-Salah. Sfida interessante in scena a San Siro, tra due specialisti delle corsie esterne. Le strade di Candreva e Salah in campo si incroceranno poco viste le posizioni opposte in campo, ma i loro strappi potrebbero decidere il match.

D come Due su due. Le ultime due gare in casa dell’Inter sono state vinte dai nerazzurri. Nelle precedenti 12 sfide bilancio invece molto diverso, con due successi dell’Inter, 6 pareggi e 4 vittorie giallorosse.

E come Emerson Palmieri. Dopo il turno di riposo concesso da mister Spalletti per la gara di ritorno con il Villarreal, a San Siro Emerson Palmieri tornerà a prendersi la fascia sinistra. Tornerà ad accomodarsi in panchina Mario Rui.

F come Formazione tipo. Dopo il turnover di Europa League la Roma a San Siro riproporrà la formazione tipo del momento. In porta torna Szczesny, in difesa Rudiger, Fazio e Manolas. A centrocampo Bruno Peres, De Rossi, Strootman e Emerson Palmieri, con la coppia Salah-Nainggolan a sostegno di Dzeko.

G come Goleador a confronto. Quella tra Roma ed Inter sarà anche la sfida a distanza tra Dzeko e Icardi. Il giallorosso è il capocannoniere delle Serie A con Higuain (19 gol), mentre il nerazzurro (15 gol) è il calciatore che in media ha bisogno di meno palloni per andare in rete: un gol ogni 38 tocchi per lui.

I come Indisponibili. Tutti a disposizione per Mister Spalletti. Restano fuori dall’elenco dei convocati soltanto i lungodegenti Florenzi e Nura. Per l’Inter in dubbio l’impiego dell’affaticato Murillo.

L come Lazio. Testa fissa sull’Inter, ma il pensiero inizia a correre anche al derby del primo marzo, andata delle semifinali di Coppa Italia. I biancocelesti in questo turno di campionato sono impegnati all’Olimpico contro l’Udinese.

M come Mister Mancini. Nei giorni precedenti a Inter-Roma l’ex tecnico nerazzurro Roberto Mancini è stato intervistato da Romanews.eu: “Sarà una partita aperta a qualsiasi risultato perché la Roma sta andando bene, però l’Inter in casa negli scontri diretti ha fatto sempre delle buone prestazioni”, è stata l’analisi del tecnico.

N come Niente Miranda. Pioli dovrà fare a meno di uno dei suoi titolari in difesa. Si tratta di Miranda, squalificato dal Giudice Sportivo dopo lo scorso match contro il Bologna.

O come Occhio ai cartellini. Due giocatori giallorossi dovranno fare attenzione al cartellino giallo: Strootman e Manolas sono infatti in diffida ed in caso di ammonizione salteranno la sfida contro il Napoli.

P come Pioli trema. L’allenatore dell’Inter Stefano Pioli vede la Roma e trema, i precedenti per lui sono totalmente negativi. Soltanto una vittoria per il tecnico in 13 incontri con i giallorossi in Serie A. Per l’ex Lazio otto sconfitte, nessuna squadra lo ha battuto di più.

Q come Quattro Anni. Da ben 4 anni la Roma non batte l’Inter a San Siro. L’ultimo successo giallorosso porta la firma di un gran Totti (doppietta) e Florenzi. In panchina sedeva Garcia.

R come Rombano i motori. In conferenza stampa mister Spalletti ha caricato la sfida: “Acceleratore a tavoletta su una partita per volta, si valuta quello che viene fuori e si va alla successiva. Le partite sono tante e di un’importanza fondamentale”

S come Sì allo stadio. E’ finalmente arrivata la tanto attesa fumata bianca per lo stadio della Roma e l’attenzione può essere dirottata interamente al calcio giocato. Progetto rivisto e modificato, ma la Sindaca Raggi nelle scorse ore ha annunciato: “Accordo raggiunto, si farà senza le torri”.

T come Tour de Force. Inter, Lazio, Napoli, Lione. In 12 giorni si decide una buona fetta della stagione giallorossa con quattro gare di grande importanza in fila, scaglionate ogni tre giorni. Spalletti prepara la volata, ci sarà da tenere duro.

U come Unico stop. L’Inter ha vinto 9 delle ultime 10 partite disputate in Serie A. Solo la Juventus, unica a sconfiggere i nerazzurri in questo arco di tempo, ha fatto altrettanto bene.

V come Ventuno. Il direttore di gara designato per il match di San Siro è Tagliavento della sezione di Terni. Sono ventuno i successi dei giallorossi su 33 incroci con il fischietto. Bilancio completato da quattro pareggi ed otto sconfitte.

Z come Zona Cesarini. La Roma e l’Inter sono le due squadre che in assoluto segnano di più nei minuti finali delle gare. Ben 13 gol siglati nel quarto d’ora finale per le due compagini. Guai ad abbassare l’attenzione allo scadere…

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here