Gigi Radice, il ricordo di Ruggiero Rizzitelli: “È la figura di un calcio che non c’è più”

0

RIZZITELLI RADICE – Gigi Radice, scomparso oggi a 83 anni, viene ricordato da molte persone a lui vicine con diversi messaggi, tra cui quello di Ruggiero Rizzitelli, in giallorosso nella stagione 1989-1990, quando mister Radice guidava la Roma. Come riporta ‘Adnkronos’, l’ex giallorosso ha affermato: «Radice venne preso per una stagione da traghettatore prima dell’avvento di Ottavio Bianchiinvece una volta arrivato a Roma fece innamorare noi giocatori e la tifoseria. La squadra fece una annata strepitosa, giocavamo al Flaminio perché all’Olimpico c’erano i lavori in vista dei mondiali del 1990. Fu una annata che doveva essere di passaggio e invece fece innamorare tutti. A fine anno era scritto l’arrivo di Bianchi, durante le vacanze estive io ero al mare e mi chiamò Cazzaniga, il suo secondo, per dirmi di convincere Radice che non voleva firmare per nessun’altra squadra perché era convinto di essere richiamato a Roma: era così innamorato della piazza che non voleva firmare con nessuno. È la figura di un calcio che non c’è più. Dietro l’allenatore, e sappiamo tutti cosa ha fatto, c’era la persona: noi giocatori andavamo al campo per allenarci ma anche perché c’era lui che ti faceva ridere con le sue battute e i suoi scherzi».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here