Genoa. Perinetti: “La Roma ha il 50% di arrivare in finale di Champions. Laxalt? Solo un’ipotesi”

0

GENOA PERINETTI ROMA – Il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti, ha rilasciato un’intervista a Tele Radio Stereo. Queste sono le sue dichiarazioni:

Roma-Liverpool, cosa le fa venire in mente?
“Doveva essere il suggello di un periodo straordinario per noi, quella sera l’ho vissuta in un modo particolare, ero in tribuna con Eriksson, eravamo già proiettati verso il futuro. Purtroppo andò male, chiudemmo il ciclo di Liedholm perdendo quella finale, ma il pubblico romanista, nonostante la sconfitta, ricaricò le batterie trascinando in Coppa Italia che poi vincemmo pochi giorni dopo. Affrontammo una squadra fortissimo, il Liverpool pochi anni prima aveva vinto la Coppa dei Campioni sempre a Roma contro il Borussia, era veramente una formazione fortissima. La defezione di Maldera per squalifica fu pesante, la batteria dei rigoristi si fece più corta durante la partita”.

Quante possibilità ha la Roma?
“Il sogno è stato rimontare il Barcellona, il sogno si è già realizzato, oggi è tutta realtà. La Roma ora è più convinta, giocherà contro una squadra organizzata di un allenatore bravissimo, ma i giallorossi hanno il 50% di possibilità di arrivare in finale”.

Per il Genoa che momento è? Vi sentite salvi?
“Con Ballardini abbiamo fatto un lavoro eccezionale, ormai siamo ad un passo dall’obiettivo dopo la vittoria col Crotone, anche se la corsa verso la salvezza riguarda ancora tante squadre”.

Laxalt?
“Non ci fu trattativa con la Roma, fu solo un’ipotesi: gli portò fortuna, in quel periodo poi decise le gare contro Lazio e Chievo. Noi dobbiamo chiudere in maniera degna questo campionato”.

Ballardini ancora non è al sicuro per il prossimo anno?
“E’ un discorso che sarà affrontato solo a salvezza acquisita dal punto di vista matematico. La società al momento giusto saprà cosa fare”.

Lei rimarrà a Genova?
“Sono appena arrivato e già mi fai fare le valige? (risata, ndr). Il Genoa è una piazza importante, sarei rimasto a Venezia se i programmi fossero rimasti quelli impostati, poi c’è stato un cambio ed io ho deciso di accettare la corte del presidente Preziosi”.

Quest’anno il Genoa ha fatto tanti punti in trasferta.
“E’ vero, in casa abbiamo fatto fatica, è stato un problema di struttura della squadra, il pubblico di Marassi però è straordinario, ci ha fatti superare le difficoltà standoci accanto, è sempre lì vicino che ci coccola. Riprendere la Samp? Difficile, manca poco e la differenza di punti non è esigua”.

Rimarrà Perin?
“E’ un grande portiere, incarna il giocatore ideale del Genoa, è bravissimo, ha una scuola importante, ha delle qualità tecniche importanti. E’ un bravo ragazzo, ma un giocatore di queste qualità ambisce a giocare le Coppe. Vediamo se riusciremo a trattenerlo, vogliamo resti qui perchè per noi è un valore aggiunto”.

Quanto margine di miglioramento ha Bessa?
“Tecnicamente è molto forte, deve migliorare in continuità, perchè il calcio di oggi è molto fisico. Lui oltre ad essere tecnico, è uno che attacca lo spazio, sa inserirsi bene, è un giocatore molto bravo”.

Bertolacci sarà lasciato in pace dagli infortuni?
“E’ di proprietà del Milan, qui da noi  ha avuto continuità, mi auguro continui cosi, perchè è un giocatore di spessore”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here