Frosinone-Roma 2-3: Dzeko la decide nel finale, tre punti pesanti per la Champions (FOTO e VIDEO)

46

FROSINONE-ROMA, LA CRONACA – La Roma centra la quarta vittoria consecutiva tra campionato e Champions League. Dopo i successi contro Chievo, Porto e Bologna, i giallorossi espugnano il Benito Stirpe e battono 3-2 il Frosinone. Nel primo tempo passano in vantaggio i padroni di casa con Ciano (5′), poi la rimonta dei romanisti in 72 secondi con le reti di Dzeko e Pellegrini. Nella ripresa il Frosinone trova il pareggio con il giovane Pinamonti al 79′. La gara, però, non è finita: al 94′ Dzeko firma la sua doppietta personale e permette alla Roma di tornare al quinto posto in classifica a -1 dal Milan.

Cronaca tesuale
Riccardo Casoli

LE FORMAZIONI UFFICIALI

FROSINONE (3-5-2): 57 Sportiello; 6 Goldaniga, 27 Salamon, 25 Capuano; 17 Zampano, 66 Chibsah (76′ Trotta), 92 Viviani, 24 Cassata, 33 Beghetto (58′ Molinaro); 28 Ciano, 9 Ciofani (66′ Pinamonti).
A disp.: 91 Iacobucci 12 Salvati, 32 Krajnc, 34 Verde, 23 Brighenti, 21 Sammarco, 16 Valzania, 5 Gori, 8 Maiello, 20 Trotta.
All.: Marco Baroni

INDISPONIBILI: Ariaudo (distorsione caviglia destra), Dionisi (rottura crociato ginocchio sinistro), Ghiglione (distrazione tendinea bicipite femorale), Simic (distrazione muscolare)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Maiello, Chibsah, Sportiello

ROMA (4-2-3-1): 1 Olsen; 18 Santon, 44 Manolas ( Fazio ), 15 Marcano, 11 Kolarov; 42 Nzonzi (64′ Cristante), 16 De Rossi (C); 92 El Shaarawy, 7 Pellegrini, 8 Perotti (64′ Zaniolo); 9 Dzeko.
A disp.: 83 Mirante, 63 Fuzato, 3 Jesus, 24 Florenzi, 27 Pastore, 19 Coric, 34 Kluivert.
All.: Eusebio Di Francesco

INDISPONIBILI: 14 Schick (fastidio al flessore), 2 Karsdorp (problema al flessore), 17 Under (infortunio retto femorale della coscia sinistra)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Fazio, Zaniolo, Florenzi, Manolas

Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Assistenti: Ranghetti e Meli
IV Uomo: Di Paolo
VAR: Pairetto
AVAR: Paganessi

Ammoniti: El Shaarawy (R), Dzeko (R), Goldaniga (F), Cassata (F)
Marcatori: 5′ Ciano (F), 29′ Dzeko (R), 31′ Pellegrini (R), 79′ Pinamonti (F)

Espulsi:

LA CRONACA DEL MATCH

SECONDO TEMPO

95′ – Termina il match: Frosinone-Roma 2-3.

94′ – GOOOOOOOL ROMAAAAA!!!!! Dzeko batte Sportiello dall’interno dell’area di rigore dopo l’assist perfetto di El Shaarawy!

90′ – L’arbitro concede 5 minuti di recupero.

89′ – Ammonito Pinamonti per un fallo su Fazio.

84′ – Parata miracolosa di Olsen sul tiro di Trotta dall’interno dell’atrea di rigore.

79′ – Gol del Frosinone con Pinamonti: il giovane attaccante batte Olsen con un tiro di piatto dall’interno dell’area di rigore.

77′ – Ammonito Cassata per un fallo su Zaniolo.

76′ – Problemi alla caviglia per Manolas: il greco è costretto ad uscire in barella. Entra al suo posto Fazio. Cambio anche nel Frosinone: dentro Trotta, fuori Chibsah.

69′ – Conclusione di Cristante dall’interno dell’area di rigore, il pallone viene deviato in angolo.

67′ – Brivido in area giallorossa: Pinamonti calcia verso la porta ma il pallone viene deviato da Santon poi la Roma riparte. Successivamente veine ammonito Goldaniga per un fallo su El Shaarawy.

66′ – Secondo cambio per il Frosinone: dentro Pinamonti, fuori Ciofani.

64′ – Doppio cambio per la Roma: dentro Zaniolo e Cristante, fuori Nzonzi ePerotti.

58′ – Primo cambio per il Frosinone: dentro Molinaro, fuori Beghetto.

57′ – Conclusione molto alta di Viviani dai 25 metri, nessun problema per Olsen.

49′ – Occasione per la Roma: tiro dal limite di Pellegrini deviato con le braccia da Salamon all’interno dell’area di rigore, ma l’arbitro non concede il penalty.

45′ – Inizia il secondo tempo: nessun cambio nelle due squadre.

PRIMO TEMPO

46′ – Termina il primo tempo: Frosinone-Roma 1-2.

45′ – L’arbitro Manganiello concede un minuto di recupero.

41′ – Ammonito Dzeko per un intervento in ritardo su Ciano.

37′ – Ammonito El Shaarawy per un fallo su Zampano.

31′ – GOOOOOOOOL ROMAAAAAA!!!!! Pellegrini completa la rimonta! Il centrocampista giallorosso deposita il pallone in rete dopo che Sportiello aveva respinto il tiro di El Shaarawy dall’interno dell’area di rigore. E’ il primo sigillo del numero 7 romanista in trasferta in questo campionato.

29′ – GOOOOOOOL ROMAAAAA!!!!! Dzeko sfrutta una disattenzione difensiva dei ciociari e calcia dall’interno dell’area di rigore con grande forza: il pallone bacia il palo e poi entra in rete! 84° centro in giallorosso per l’attaccante di Sarajevo.

27′ – Attimi di tensione in campo tra Dzeko e Goldaniga: il centravanti bosniaco mette in fallo laterale il pallone dopo che i giocatori del Frosinone avevano buttato fuori la sfera per il problema del loro difensore. Il centrale dei ciociari voleva che il pallone fosse restitutito al portiere e si è beccato con il numero 9 romanista.

26′ – Finisce a terra Goldaniga per un contrasto con Marcano, nulla di grave.

18′ – Lorenzo Pellegrini ci prova con un tiro dal limite dell’area di rigore, ma il pallone termina molto alto sopra alla porta di Sportiello.

16′ – Il Frosinone si rende ancora pericoloso: libera l’area di rigore Manolas.

13′ – Occasione per El Shaarawy: il numero 92 giallorosso colpisce il pallone di testa dall’interno dell’area di rigore e lo indirizza sotto all’incrocio dei pali, ma trova la risposta di Sportiello.

5′ – Gol Frosinone: passaggio sbagliato di Nzonzi al limite dell’area, il pallone arriva a Ciano che calcia verso la porta giallorossa e trafigge Olsen. E’ la prima volta che la Roma subisce una rete nei primi 15′.

1′ – Al via il match!

PRE PARTITA

Ore 20.40 – Le due squadre entrano in campo:

Ore 20.11 – Il riscaldamento dei giocatori del Frosinone:

Ore 20.00 – La squadra giallorossa scende in campo per il riscaldamento:

Ore 19.50 – La distinta con le formazioni ufficiali di Frosinone-Roma:

Ore 19.45 – I portieri della Roma scendono in campo per il riscaldamento:

Ore 19.43 – Lo stadio Benito Stirpe si inizia a riempire di tifosi:

Ore 19.40 – La formazione ufficiale del Frosinone:

Ore 19.30 – La formazione ufficiale della Roma:

Ore 19.25 – Manca circa un’ora al calcio d’inizio di Frosinone-Roma, ecco l’entrata dello stadio:

Ore 19.17 – La squadra giallorossa arriva allo stadio Benito Stirpe:

Ore 18.51 – Il tweet del giornalista di Sky Sport Angelo Mangiante con la formazione della Roma:

Ore 18.43 – Francesco Totti arriva al Benito Stirpe e viene sommerso dall’affetto dei tifosi: selfie e autografi per l’ex capitano giallorosso con tanti bambini.

Ore 18.40 – Ecco l’entrata dello stadio Benito Stirpe di Frosinone.

Ore 18.30 – Prima di Frosinone-Roma si gioca la Junior Tim Cup sul campo del Benito Stirpe.

DOVE VEDERLA – La partita tra Frosinone e Roma si gioca questa sera alle ore 20.30 allo Stadio Benito Stirpe di Frosinone. La gara viene trasmessa in esclusiva sulla piattaforma di DAZN.

I PRECEDENTI – Sono soltanto tre i precedenti tra Roma e Frosinone e due di questi risalgono alla stagione 2015/2016, prima annata in Serie A dei ciociari. Entrambe le sfide di tre anni furono vinte dai giallorossi: 0-2 all’andata con gol di Iago Falque e Iturbe e 3-1 al ritorno con la spettacolare rete di tacco di El Shaarawy al suo esordio con il club capitolino. Quest’anno, nel match disputato allo Stadio Olimpico, netto 4-0 della squadra di Di Francesco con le reti di Under, Pastore, El Shaarawy e Kolarov.

LE SCELTEBaroni riparte dal classico 3-5-2, capace di dare copertura alla squadra ed anche di avere le giuste caratteristiche per giocare di rimessa. In porta c’è Sportiello, mentre la difesa a tre è composta da Goldaniga, Salamon e Capuano. Sugli esterni pronti Zampano e Molinaro, con quest’ultimo che viene insediato da Beghetto, mentre a presidiare la zona centrale dovrebbero essere Chibsah, Maiello (in ballottaggio con Viviani) e Cassata. Davanti la coppia d’attacco Ciofani e Ciano. La Roma potrebbe ripartire dal 4-3-3, ma non è da escludere un ritorno al 4-2-3-1 con Di Francesco che dovrà fare i conti con i tanti diffidati in vista del derby. In porta Olsen, galvanizzato dalla grande prestazione contro il Bologna, mentre nei quattro di difesa potrebbe esserci qualche cambio: Jesus potrebbe tornare titolare al posto di Manolas, con Santon che insidia uno tra Kolarov e Florenzi sulle fasce. A centrocampo confermato De Rossi Cristante si gioca un posto con Nzonzi, scelta che inciderà sul modulo, e Lorenzo Pellegrini è cerco di una maglia da titolare. Dopo 11 partite consecutive, possibile riposo per Zaniolo (anche diffidato), mentre Under continua a dare forfait. Pronto al ritorno sulla sinistra El Shaarawy, mentre il centravanti sarà Edin Dzeko. Scalpita Pastore per tornare titolare: l’ultima volta nel 7-1 contro la Fiorentina.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

46 Commenti

  1. Sarebbe prudente tenere Manolas e Zaniolo in panchina per non rischiarli. Un turno di riposo servirebbe a Kolarov e credo che contro il Frosinone c’è la possiamo permettere. Dzeko avrebbe bisogno di un turno di riposo pure ma Schick e infortunato (tanto per cambiare).

    Ci giochiamo tanto in queste prossime settimane e le alternative sono poche. Troppi infortuni e troppi giocatori di cui non ci possiamo fidare.

  2. Non bisogna prendere con leggere la partita contro il frosinone, ormai tutti conoscono le nostre possibili amnesie. In campo devono scendere solo giocatori a posto fisicamente, sarà una partita basata molto sulla tenuta, anche mentale, quest’ultima si sbriciola se con il fisico non ci stiamo.
    E’ vero, non bisogna bruciarci giocatori in vista del derby e del ritorno di coppa, ma bisogna anche assolutamente fare risultato contro il frosinone, per non perdere di vista il milan che contro l’empoli sicuramente vincerà.

    • Ne prendi 4 dal Frosinone con quella formazione. Vatti a rivedere Bologna Frosinone 0 4 e Sampdoria Frosinone 0 1 e anche Frosinone Lazio 0 1 con Strakosha migliore in campo.

  3. Pronti per la macumba contro la Roma anche per stasera per quei vili pseudo tifosi espertoni di calcio che vivono solo di proprie convinzioni contro la ROMA, a prescindere?

  4. Ahahahahaha semo riusciti ad anda in svantaggio co una squadra a – 27 di differenza reti. Famo ride. Pure se alla fine vinciamo è lo stesso. Se meritamo l’E League co sto allenatore Nzonzi e Olsen

  5. Quello che ho visto sta sera nel primo tempo da parte di de rossi mi ha sconcertato assolutamente e credo che qui non c’entra nulla il calcio giocato.
    Io non parlo di errori, che ci possono stare , anche se un centrocampista sbaglia 10
    Passaggi su 12 si può sbagliare tutto per me. Io parlo di atteggiamenti. È stato scandaloso quello che è successo sta sera e dzeko è stato GRANDE a far vedere a TUTTI !
    Come atteggiamento l ho visto brutto brutto quello di de rossi e sinceramente ho pensato veramente male. Ripeto fuori dal calcio giocato.
    Sono due le cose e posso credere che sia fatto tutto in buona fede.
    O Daniele de Rossi fa una conferenza dove dice i suoi problemi e tutti stiamo con lui come sempre, e non gioca più!
    Oppure continuiamo così ma non parliamo di colpe di società o di direttore o di allenatore. Altra cosa è la colpa dell allenatore che ancora fa giocare un giocatore che è tirato avanti solo dai giornalisti. Ma ormai anche i sordi e i ciechi sanno che di Francesco è stato portato a Roma da Totti e de rossi.
    Scusate lo sfogo. Ma da ex giocatore vedo cose che magari un tifoso normale giustamente non vede perché si devono vedere altre cose.
    Io sono disgustato sta sera. Già ho detto che florenzi non mi rappresentava. Dico lo stesso di de rossi. Non mi importano più 3/4 partite L anno. Mi dispiace; non lo accetto più.
    Poi si possono dare anche delle pippe a nzonzi e olsen io non dico nulla ci può stare. Ma un conto sono gli errori, un conto sono gli atteggiamenti.
    GrZie a dzeko, che non ha avuto paura dopo il goal di far vedere che atteggiamento ha avuto il suo capitano.
    Forza roma sempre e ciao a tutti scusate lo sfogo ma nn ce la potevo fare!

  6. Olsen Santon Fazio Marcano e Kolarov sono da squadra di serie B o da Udinese.
    Nzonzi e’ nzoombie. De Rossi 36 anni. Stiamo messi male.
    Monchi e Difra andatevene via e portate con voi tutte le pippe che avete portato a Roma.

  7. Mi raccomando continuate ad insultare i critici, perché sono loro il problema della Roma, questi cattivoni che già ad agosto criticavano, Olsen e pastore, gente che di calcio capisce poco visto che Olsen sembra Dino Zoff e Pastore Kakà.
    Forse neanche col Frosolone se vince. Che pena, pallotto è il vostro presidente, non il mio. Pallotta vattene

  8. “Quello” deve uscire…”l’altro” è ai ferri corti, arriva”tizio”, va via “caio” etc etc. TUTTE DOTTISSIME DISQUISIZIONI SULL’ ARIA FRITTA. Chiunque è stato (o è) alla Roma negli ultimi otto anni è funzionale a questa proprietà di mentecatti, idiota, a cui non gli fotte un c***o di risultati sportivi, di campo. È sarà cosi finché l’amerikano (sia stràmaledetto) non si venderà anche l’as roma e si toglierà dai co****ni, PUNTO

  9. va bene che si è vinto ma non sopporto con quanta superficialità si passavano il pallone sul 2 a 1 e di Francesco che si risparmia i giocatori x il derby.. qui si vede la differenza con un allenatore serio.. Ronaldo 23 partite su 25… noi pensiamo a risparmiarsi x quando? fine campionato?

  10. Per schieramento iniziale, tattica, gioco e cambi una delle peggiori prestazioni di un allenatore in questo campionato. Speriamo Manolas, l’unico che aggiusta un po’ questa difesa. FORZA ROMA.

  11. qui avoja a criticá il presidente, il direttore sportivo, i dirigenti, io non riesco a capire come fanno i giocatori con tutta l´esperienza che hanno – e con tutti i punti già persi quest´anno contro le piccole – ad andare a fare ste passeggiate pensando che gli altri si scansino… ma che c´hanno in testa…

  12. Molto male Olsen .. discreto Santon .. Bene Manolas (speriamo non sia grave l’ infortunio) .. bene Marcano .. Bene Kolarov .. male De Rossi .. Malissimo Nzonzi .. maluccio Pellegrini .. male Perotti .. benino El Shaarawy .. bene Dzeko .. una Roma che fa andare a letto incavolati nonostante la vittoria a Frosinone .. una pena infinita per tutti i 96 minuti .. cacciare Olsen e Monchi e pure DiFrancesco e De Rossi e Nzonzi e diversi altri che stasera non hanno giocato .. questa Roma mina il mio equilibrio mentale .. non la sopporto piu’ .. e’ ora di mettere un portiere vero e un allenatore verissimo .. basta con gli infarti e le depressioni e gli incubi la notte .. basta ..

  13. L’ha vinta Dzeko, partita orribile, se si soffre così con il Frosinone difficile arrivare quarti.
    Di Francesco allenatore mediocre da esonero immediato sapevamo tutti che De Rossi e Nzonzi, sono una non coppia, che si pestano i piedi e banalizzano tutto il gioco della Roma e lui che fa li ripropone insieme.
    Per fortuna Dzeko giocatore di livello internazionale, che oggi da solo contro tutti e litigando contro tutti, ci da ancora un barlume di speranza per il quarto posto.
    Ma se si continua a giocare in modo così pietoso è solo un piccolo piccolissimo barlume.
    E niente di più.

  14. Societa ‘ fallimentare squadra mediocre, chi difende questa societa’ e’ un colluso contro la Roma .
    I giornalisti sono una falsa realta ‘di cattive informazioni.
    Per essere sinceri siete la mediocre verita’ che non e’ credibile del vostro operato .

  15. Sognori miei è iniziato il piano per far fuori la Roma.
    Sta sera c ha salvato dzeko.
    Le milanesi devono andare in champions. La Roma non può qualificarsi e la Juve uscirne . Sarebbe un boom negativo a livello di immagine per gli strisciati. Tutte e tre le squadre. Abbiamo cominciato dai media questa settimana. Tutti venduti! La Roma è un armata, il Milan la squadra più forte e L Inter, meglio senza Icardi. Manganiello mandato a trappola, agnelli presidente eca(che ricordo siede di diritto nel tavolo delle decisioni uefa).
    A Frosinone arbitraggio pessimo per destabilizzare i giocatori. Che già Ne hanno di loro.
    I leader , se ci sono , si devono compattare e svegliarsi. Oggi di leader si è svegliato solo dzeko che ha vinto da solo! La verità è questa. RIbadisco primo tempo mi sono vergognato dell atteggiamento del “mio” capitano. E ripeto per quelli che si fanno belli con le chiacchiere da bar, non errori , ma atteggiamenti! Io parlo solo di atteggiamenti !
    Non venite a dirmi sì ma ha fatto L assist a Elsharawi per L Assist a dzeko.
    RAgazzi , parlo di atteggiamenti , di leader , di personalità. No de passaggi!
    A chi , come MASSIMO DECIMO MERIDIO , che ha talmente tanta personalità da non firmarsi neanche col un suo nick , fa lo spiritoso, dovete leggere bene e se non sapete cosa scrivere non scrivete! FAte altro!
    Io ho scritto una cosa negativa quando si vinceva, Troppo facile scrivere quando si perde. Ritorna nella legione inglese scatena L inferno!
    Forza Roma 🙂 fino alla fine!

    Ps
    Senza under , senza perotti , senza de rossi per tante partite , senza allenatore , senza difesa, senza portiere , senza società , senza direttore , senza attaccante , senza Schick , senza karsdorp , senza idee , senza tattica , senza nulla, siamo lì , a 2 punticini dal terzo posto, contro tutti e tutto contro! QUeste sono le cose belle della vita! Provare L impossibile contro chi è lì pronto a mangiare con i tuoi resti come avvoltoi.
    Sono convinto che gli avvoltoi questa volta se la suderanno. Se la Roma uscirà dalla champions tireranno il primo sospiro di sollievo, ma non sara così scontato! 🙂 ciao ciaoooo!

  16. Bicchiere mezzo pieno:tre punti. Bicchiere mezzo vuoto: Annate a lavorà. Nzonzi me sembra uno uscito da sala rianimazione. Ma lo fanno magnà..? Pallotta,Monchi e Difrancesco triade vincente,nun ce batte nessuno,pure quest’anno ce salvamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here