Fiorentina abituata al pareggio: la vittoria manca da febbraio

1

ROMA FIORENTINA, L’AVVERSARIA – La Roma arriva da una sconfitta pesante contro il Napoli, che significa inevitabilmente aver perso altri 3 punti preziosi per raggiungere il quarto posto. Non c’è però tempo per autocommiserarsi: mercoledì arriva all’Olimpico la Fiorentina. I giallorossi si preparano ad affrontare nuovamente la squadra di Firenze, dopo il pesante 7 a 1 rimediato in Coppa italia. Nemmeno i viola vivono un momento facile, con la vittoria in campionato che manca da quasi due mesi. La squadra di Pioli è adesso al decimo posto in classifica, distante 7 punti dal Torino.

Prossimi impegni 
Roma-Fiorentina (30° turno di Serie A, 3 aprile ore 21.00, Stadio Olimpico)
FiorentinaFrosinone (31° turno di Serie A, 7 aprile ore 12.00, Stadio Artemio Franchi)
FiorentinaBologna (32° turno di Serie A, 14 aprile ore 15.00, Stadio Artemio Franchi)
JuventusFiorentina (33° turno di Serie A, 20 aprile ore 18.00, Allianz Stadium)

COME ARRIVA – Anche la Fiorentina sta facendo i conti con un momento non facile: la vittoria in campionato manca dal 17 febbraio. Dopo i 3 punti conquistati contro la Spal, infatti, la squadra di Pioli ha ottenuto solo 2 sconfitte e 3 pareggi in Serie A. L’ultimo è arrivato in casa contro il Torino. La Fiorentina è passata in vantaggio con Simeone al 7′ minuto, ma i granata sono riusciti a rispondere con la rete di Baselli.

INTRECCI DI MERCATO – Il calciomercato lega a doppio filo Roma e Fiorentina. Gerson sta disputando questa stagione con la maglia viola, ma rimane un giocatore di proprietà della società giallorossa. A giugno la squadra di Pioli dovrà decidere se riscattare oppure no il giocatore in prestito. Sono molte le voci di mercato al riguardo: la Roma potrebbe anche scegliere di prolungare il suo contratto, in scadenza nel 2021. Vista la stagione non pienamente convincente, nonostante una semifinale di Coppa Italia ancora da disputare, la panchina di Pioli sembrerebbe essere a rischio. Se a giugno il tecnico dovesse lasciare Firenze, il direttore generale Corvino avrebbe già in mente con chi sostituirlo: Di Francesco è il primo della lista. Si pensa anche a Giampaolo, De Zerbi, Semplici e D’Aversa, ma il preferito rimane il tecnico abruzzese.

PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZE – In questa stagione la Fiorentina non può vantare né una delle migliori difese, né uno dei migliori reparti offensivi, ma ha comunque subito meno reti rispetto alla Roma in campionato: 36 contro 43. Delle reti subite 16 sono arrivate in casa e 20 in trasferta. Sono, invece, 44 le reti messe a segno dalla squadra di Pioli in Serie A. Il club toscano sembra essere piuttosto abituato ormai a portare a casa un punto a partita: sono ben 14 i pareggi ottenuti dai viola in questa stagione, un record per questa Serie A. La Fiorentina vince e segna di meno fuori casa: 25 gol segnati e 5 vittorie al Franchi, contro le 19 reti realizzate in trasferta e le sole 3 vittorie ottenute. Un’occhiata al cronometro svela un dato curioso: la squadra di Pioli va a segno ed è più vulnerabile quasi sempre nei 15 minuti finali di gioco.

LE SCELTE – I moduli utilizzati in stagione dalla Fiorentina sono diversi, soprattutto per quanto riguarda la disposizione dei giocatori a centrocampo e in attacco. Solitamente però, quando i viola si trovano di fronte ad una delle squadre al vertice della classifica, optano per un classico 4-3-3. Tra i pali c’è Lafont, salvo rare eccezioni e la difesa a quattro è spesso affidata a Ceccherini, Pezzella, Milenkovic e Biraghi. A centrocampo ci sono invece Benassi, Veretout e Gerson. Il tridente d’attacco è formato da Muriel, Simeone e Chiesa. Viste le condizioni ancora da valutare dell’ultimo, al suo posto potrebbe esserci invece Mirallas.

PROBABILE FORMAZIONE

FIORENTINA (4-3-3): 1 Lafont; 5 Ceccherini, 20 Pezzella, 4 Milenkovic, 3 Biraghi; 24 Benassi, 17 Veretout, 8 Gerson; 9 Simeone, 29 Muriel, 11 Mirallas.
A disp.: 23 Terraciano, 33 Brancolini, 2 Laurini, 31 Hugo, 16 Hancko, 6 Noorgard, 27 Graiciar, 29 Montiel, 28 Vlahovic.
Allenatore: Stefano Pioli

BALLOTTAGGI: –
INDISPONIBILI: Pjaca (rottura del legamento crociato) IN DUBBIO: Chiesa (problema al retto addominale), Fernandes (problema muscolare)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Chiesa

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here