VIDEO Fazio: “Abbiamo provato fino all’ultimo a vincere. De Rossi un vero capitano e leader”

0

SASSUOLO ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del difensore giallorosso Federico Fazio in occasione di Sassuolo-Roma, match della 37esima giornata di Serie A.

POST PARTITA

FAZIO IN ZONA MISTA

La Roma è praticamente fuori dalla Champions League. Quali sono le vostre sensazioni in questo momento?
“Oggi era una partita molto importante per noi. Volevamo vincere per continuare a lottare per il nostro obiettivo. Adesso finché avremo la possibilità matematica di entrare lotteremo. Manca una partita e aspetteremo risultati positivi per noi dalle partite di domani”.

È stato difficile per voi giocare in questo clima, con la curva che vi sosteneva, ma pensava un po’ di più a contestare?
“No, al di là di tutto quello che è successo siamo giocatori con esperienza. Era una partita molto importante per noi, per questo non volevamo pensare ad altre cose ma solo a vincere, che era molto importante per il nostro obiettivo”.

Sei d’accordo con Ranieri? Avresti rinnovato il contratto a De Rossi?
“Io sono un giocatore, quello che faccio è allenarmi, giocare e dare il massimo per la Roma”.

Cosa perde lo spogliatoio senza un giocatore come De Rossi?
“Tutti sappiamo che giocatore è tramite questi anni di carriera che tutti hanno visto, non solo io che ci ho giocato insieme. È stato veramente un piacere, aspetto di giocare l’ultima partita. Lui dal primo minuto mi ha accolto benissimo. Un vero capitano, un vero leader, dentro e fuori dal campo”.

FAZIO A DAZN

Siete andati vicini a vincerla…
“Al di là di quanto è successo, eravamo concentrarti per vincerla. Era importante per noi, nel secondo tempo abbiamo creato tanto fallendo tutte le occasioni. Peccato non essere riusciti a vincere, proviamo a sfruttare i risultati di domani e l’ultima partita”.

Ti senti centravanti aggiunto?
“Mi è rimasta dietro la palla su quell’ultima occasione e non sono riuscito a calciare bene. Questi tre punti erano importanti per noi ed entrare in Champions League, volevo dare l’input di giocare nella loro metà campo. Lotteremo fino a che matematicamente potremo entrare”.

Che settimana è stata?
“Al di là di tutto, Daniele è un grande giocatore e mi ha accolto benissimo. Mi aveva mandato un messaggio prima di mettere piede a Roma, un grandissimo capitano. Ci mancherà, è un leader con cui si impara giocandoci insieme. Gli auguro il meglio per quello che verrà”.

FAZIO A ROMA TV

La sensazione è che la Roma abbia definitivamente compromesso le speranze per la Champions…
“Sì, ci abbiamo provato fino all’ultimo minuto. Adesso lotteremo fino all’ultima partita”.

Come è andata la partita?
“Nel secondo tempo abbiamo creato tante occasioni da gol ma non siamo riusciti a sbloccare la partita, peccato perché ci lascia un sapore amaro”.

Hai qualità, ti piace giocare più in avanti?
“Sono momenti delle partite e della stagione. Ci giocavamo la qualificazione alle coppe e pensavo fosse il momento giusto per portare la squadra più avanti. Pareggiare è come perdere, non cambiava niente. La cosa più importante per noi era la Champions, per questo era importante vincere. Non siamo riusciti a sbloccare, ma volevo dare l’input alla squadra di giocare nella loro metà campo”.

Ha un po’ condizionato la situazione di De Rossi?
“Per niente, noi siamo giocatori con esperienza e non pensiamo ad altro che al nostro obiettivo. Oggi era importante, e lo sarà anche l’ultima, aspettiamo domani e vediamo le altre”.

Perché in trasferta è sempre mancato qualcosa?
“Non dobbiamo guardare indietro, ora manca una partita e aspettiamo i risultati di domani. Dobbiamo essere positivi e crederci”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here