Faraoni contro il Faraone, Rigori ‘Opposti’: 20 cose su Udinese-Roma

0

UDINESE-ROMA – Seconda trasferta consecutiva per la Roma, che dopo aver girato la boa a Genoa ricomincia il girone di ritorno dal ‘Friuli’ di Udine. Domenica alle 15 i giallorossi saranno ospiti della squadra di Del Neri. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come Arbitra Damato. Il match della prima giornata di ritorno tra Udinese e Roma sarà diretto dal signor Damato di Barletta. Nei due precedenti diretti in Friuli regna l’equilibrio: una vittoria per parte, con entrambi i match terminati con il risultato di 2-1.

B come Bis. Seconda trasferta consecutiva per la Roma, che dopo la vittoria di Genova contro la squadra di Juric cerca il bis lontano dall’Olimpico. In trasferta bilancio in equilibrio per i giallorossi: 4 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.

C come Calendario. Non solo occhi su Udine, lo sguardo vola anche alle dirette concorrenti della Roma. La Juventus, prima in classifica, sarà ospite della Fiorentina nella delicata sfida del Franchi. Napoli impegnato invece in casa contro il Pescara.

D come Dacia Arena. Sulle ‘ceneri’ del vecchio Friuli è nata la Dacia Arena, la nuova casa dell’Udinese. Il 17 gennaio 2016 è stato ufficialmente inaugurato per la sfida contro la Juventus, persa 4-0. E’ cronologicamente il terzo stadio di proprietà in Italia, dopo Juventus Stadium e Mapei Stadium.

E come Emerson Palmieri. Prima le difficoltà e le critiche, poi gli elogi ed il posto da titolare. Emerson Palmieri ha scalato le gerarchie della squadra di Spalletti, e complice l’assenza di Rui, si è preso il posto da titolare. Ora l’ex Empoli è tornato, ma dovrà lottare con il brasiliano per scendere in campo.

F come Faraoni contro il Faraone. Per l’Udinese è certa l’assenza di Widmer. L’esterno ha rimediato nell’ultimo turno contro l’Inter un problema all’osso frontale a seguito di una gomitata ed è costretto a ricorrere all’operazione. Al suo posto si prepara Faraoni per la fascia destra. Da quelle parti potrebbe agire El Shaarawy: un Faraone contro Faraoni.

G come Gioca Paredes. Complice l’assenza di De Rossi per squalifica, si prepara a scendere in campo dal primo minuto l’argentino Paredes. Al suo fianco in mezzo al campo dovrebbe esserci Strootman, tornato in uno stato di forma invidiabile

I come Indisponibili. Rosa corta per mister Spalletti contro l’Udinese. Il tecnico di Certaldo dovrà fare i conti con le assenze di due pedine fondamentali per la sua squadra: De Rossi e Rudiger salteranno il match del Friuli per squalifica. Non dovrebbe recuperare Perotti, alle prese con un edema al soleo.

L come ‘L’ultimo Campione’. Parola di Antonio Di Natale, storico bomber dell’Udinese che ha da poco appeso gli scarpini al chiodo. Il destinatario di questa affermazione? Francesco Totti, che al Friuli potrebbe scendere in campo a gara in corso viste le tante assenze della Roma.

M come Momo in Coppa D’Africa. Osserverà dalla Tv i suoi compagni il giallorosso Momo Salah. Il numero 11 giallorosso è impegnato in Coppa d’Africa: debutto in programma il 17 gennaio alle 20 contro il Mali in Gabon, paese ospitante della competizione. La finale del torneo è in calendario il 5 febbraio.

N come No alla Noia. L’Udinese ha mancato l’appuntamento con il gol in una sola occasione da quando ha ingaggiato Del Neri. L’allenatore è subentrato a Iachini ad ottobre, esordendo il 15 del mese allo Juventus Stadium. I friulani non hanno segnato soltanto a Marassi contro la Sampdoria, nel match terminato 0-0.

O come Occasione El Shaarawy? Contro il Genoa l’esclusione a sorpresa per El Shaarawy, ma contro l’Udinese il Faraone dovrebbe essere schierato dal primo minuto da mister Spalletti alle spalle di Dzeko in posizione leggermente defilata sulla sinistra. Altrimenti la bocciatura comincerebbe a diventare totale.

P come Perotti Out. All’indomani della gara di domenica scorso contro il Genoa si è fermato Perotti. L’argentino ha riportato “una quota di edema nel muscolo soleo sinistro” e con tutta probabilità sarà costretto a saltare la sfida del Friuli.

Q come Quanti ricordi. Prima della sua avventura in giallorosso, Spalletti ha allenato l’Udinese, anche qui in due occasioni. Prima per pochi mesi nella seconda parte della stagione 2000-2001, poi di nuovo dal 2002 al 2005. Il quarto posto ottenuto a termine stagione 2004-2005 valse la prima qualificazione alla Champions League della storia del club.

R come Rigori ‘Opposti’. La Roma è la squadra che in questo campionato ha finora beneficiato di più calci di rigore, 9. L’Udinese è invece tra le squadre più punite dai direttori di gara: sono 5 le massime punizioni a sfavore. Due proprio all’andata contro i giallorossi, entrambi trasformati da Perotti.

S come Szczesny. Importanti le parole in arrivo da Szczesny a poche ore dal match del Friuli. L’estremo difensore polacco ha lanciato nuovamente la sfida a distanza alla Juventus: “Non ci accontentiamo del secondo posto”, ha detto il numero 1.

T come Tradizione Positiva. Tradizione positiva per i giallorossi negli ultimi incroci con i friulani: la Roma ha vinto le ultime 7 sfide, andando in rete 16 volte. L’ultima sconfitta in trasferta è datata 25 novembre 2011, quando i giallorossi vennero battuti 2-0 dalle reti di Isla e Di Natale.

U come Udinese Calcio. L’Udinese è uno dei club più antichi d’Italia: La Società Udinese di Ginnastica e Scherma è stata istituita nel 1896, mentre la sezione calcio è nata ufficialmente nel 1911. I friulani sono continuativamente nel massimo campionato italiano dal 1995, alle spalle solo delle due milanesi e delle due romane.

V come Ventotto punti. Sono ventotto i punti raccolti da Spalletti contro l’Udinese in 15 incontri complessivi, frutto di 8 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. In tali occasioni il tecnico di Certaldo è andato in gol 29 volte, incassando 20 reti.

Z come Zapata. Contro la Roma sarà regolarmente in campo Duvan Zapata, che ha superato i problemi al ginocchio che a metà settimana avevano fatto preoccupare Del Neri. In avanti ci sarà anche Thereau, l’unico dubbio per il tridente riguarda De Paul, leggermente acciaccato. Se non ce la farà si prepara Matos.

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here