Estasi Roma, Max Giusti: “Voglio la Juve”. Memphis: “Gli ultimi dieci minuti ci hanno tolto tanti anni”

1

MAX GIUSTI ROMA SHAKHTAR – Intervenuti ai microfoni di Roma Tv, Ricky Memphis e Max Giusti hanno espresso tutta la loro felicità per la vittoria contro lo Shakhtar ed il passaggio del turno.

LA GIOIA DI RICKY MEMPHIS
“Troppo bello, mi stavo sentendo male. Non ho parole, troppo felice. Ci hanno levato tanti tanti anni di vita gli ultimi 10 minuti. Cosa mi è piaciuto? La vittoria. Ora chi voglio? Non lo voglio dì, lo stavo per dire ma non lo dico”

MAX GIUSTI
Sofferenza?

“Un po’ si, ho detto un po’ di parolacce ma domani mi confesserò. E’ stata bellissima perchè è la rivincita della squadra e del gruppo. Voglio la Juve, testa a testa chi vince vince. Voglio la Juve, Voglio la Juve. Ho cantato come un pazzo. In campionato stanno tanto avanti. Ma la cosa importante era di cambiare la Roma. Essere qua è importante, non credo si possa vincere lo scudetto ma almeno consolidare il terzo posto.”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Finché non troveremo un equilibrio mentale faremo sempre una brutta fine e tanta tenerezza. Vale per la squadra, vale per noi tifosi. Davanti non avevamo esattamente Barça, Real o City, nemmeno la Giuve. Giusto godersi il passaggio del turno (più che la vittoria, arrivata dopo un andata/ritorno giocati demm…), ma non capisco tutta ‘sta EUFORIA. Volendo anche tralasciare l’aspetto dell’assenza di Pallotta, delle sue strategie e l’operato dei vari Sabtini / Monchi, è dalle dichiarazioni dopo certi “exploit” che si evince perché facciamo regolarmente la stessa fine. Speriamo bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here