Di Francesco: “Noi bravi a difenderci, le grandi squadre sanno farlo. Ma è dura senza De Rossi e Manolas”

10

NAPOLI ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco in occasione di Napoli-Roma, decima giornata di Serie A.

POST PARTITA

DI FRANCESCO A ROMA TV

Un punti guadagnato o due persi?
“Per come è andata la partita alla fine speravamo nei tre punti nonostante il Napoli nel secondo tempo abbia avuto un maggiore dominio della gara per alcuni motivi anche fisici, problemi vari che abbiamo avuto durante la preparazione della gara, sapevo che saremmo andati incontro a qualche piccolo infortunio ma eravamo stati bravi a difenderci, le grandi squadre sanno difendersi. Peccato per l’ultimo gol perché se avessimo seguito l’ultimo uomo e non ci fossimo schiacciati addosso alla palla saremmo arrivati ad accorciarlo”.

L’imprevedità psicologica della squadra, questa sera ha avuto delle amnesia, fa parte della gara?
“Adesso analizziamo queste cose, anche il Napoli ha avuto queste amnesie. La capacità di averne meno possibile. Siamo venuti a fare un risultato importante peccato perché stavamo cercando i 3 punti che avrebbero rilanciato il campionato. Dobbiamo guardare anche il bicchiere mezzo pieno, devo dire che il desiderio di portare a casa i 3 punti c’era da tutti. Siamo mancati nella qualità del palleggio”.

Il Napoli è più forte o sta solo meglio?
“Magari entrambi, ha dimostrato di essere una squadra forte. Nella prima parte della partita sembrava che anche loro andassero a vuoto nel palleggio. Alla fine avremmo potuto portare a casa questi tre punti perché abbiamo avuto anche tante palle per il 2-0, una palla sbagliata di El Shaarawy su calcio d’angolo ci ha portato al gol dell’1-1, anche se Stephan aveva fatto un’ottima gara”.

E’ un punto che fa morale o rabbia?
“Deve far morale, io posso sapere come è stata preparata questa gara e le difficoltà nel mettere in campo i giocatori per i problemi fisici, con Kolarov che va ancora in giro in ciabatte e si mette le scarpe solo per giocare e tante altre situazioni al limite. Contro una squadra in salute è una prestazione di ottimo livello”.

Perché è iniziata la partita in ritardo? Sull’1-0 non è stato concesso un rigore a Dzeko? Cosa vi siete detti a fine partita?
“L’ha toccato con la gamba il difensore. A noi la volta scorsa ci hanno dato un rigore su una situazione così, con Pellegrini. Non so perché non è stato chiamato il Var, io non l’avevo visto dalla panchina. Nello spogliatoio abbiamo parlato di altro, delle situazioni al limite che hanno costretto ad alcuni cambi che avrei evitato di fare in alcuni momenti della gara. E’ cominciata in ritardo la partita perché non funzionava il Var, così ci hanno detto (ride, ndr)“.

DI FRANCESCO A SKY SPORT

Come valuta questo punto e se c’è rammarico per la mole proposta dal gioco del Napoli…
“Dispiace aver preso gol al 90′, le difficoltà maggiori le abbiamo trovate all’inzio. Abbiamo avuto difficoltà nel palleggio e nel saltare la prima aggressione. Anche con i cambi abbiamo invertito poco la rotta, devo dire che anche noi abbiamo avuto le nostre chance. Devo dire che il Napoli ha meritato il pareggio per come è andata la partita”.

Vi hanno rubato palla 4 o 5 volte è un rischio calcolato?
“Nel momento in cui abbiamo messo il pallone sopra Edin, avevamo l’opportunità di uscire dal pressing del Napoli. Quando giochi, corto corto corto, eccolo qui il problema. Quando siamo riusciti a trovare il trequartista eravamo noi a farli correre a vuoto”.

Momenti altissimi e momenti bassisimi, come mai non si riesce a stabilizzare la squadra?
“Se vogliamo analizzare la prestazione di stasera, per me è andata bene. Siamo stati una squadra combattiva e compatta, abbiamo sbagliato più a livello tecnico. Stiamo lavorando su questo e stiamo cercando di trovare una serenità con il gioco e i risultati”.

Avete concesso qualcosa di troppo sulle fasce laterali, era una strategia di difendere più nel centro del campo?
“La capacità e la bravura contro il Napoli era di dare poche opportunità di ricevere il pallone a ridosso dell’area. Era calcolato di ricevere molti più cross. Di concetto vorrei sempre una squadra molto più propositiva che difensiva come nel secondo tempo. Abbiamo avuto problemi a livello fisico e si è visto nella seconda frazione, il discorso avvolge anche De Rossi che per noi è un giocatore importante che detta molti tempi nella rosa”.

Cosa pensi manchi a qualcuno per fare il salto di qualità mentale?
“Vi ricordate Pellegrini lo scorso anno? I giovani vanno fatti crescere, bisogna aspettarli. Se oggi avessimo vinto avremmo ricevuto una bella iniezione di fiducia”.

E’ soddisfatto della prestazione?
“Dobbiamo crescere sotto molti punti di vista, tanti calciatori devono ancora assimilare la realtà romana. Dobbiamo mettere in testa prima di fare il risultato e poi di giocare come sappiamo farlo. Siamo venuti qua con molti problemi fisici, prima De Rossi poi Manolas giocatori importanti per noi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

10 Commenti

  1. Di Francesco vuole una squadra propositiva… Pensa un po’ come stiamo messi! Hanno fatto il tiro a segno. Allenatore sbagliato totalmente, giocatori anche a questo punto…Pensavo un po’ meglio della rosa (non tanto ma un po’ sì).

  2. Ma Di Francesco non lo sa che ha un calciatore costato 45 milioni di euro che si chiama Schick?
    Ma non si è reso conto il sig Di Francesco che nella ultima mezz’ora della gara, la squadra non riusciva più a superare la metà campo, hai un calciatore che potrebbe volare in contropiede non lo metti?
    Per favore iniziamo con il mettere le persone giuste al posto, serve un tecnico di valore.
    Di Francesco NO.

    • Ahahhahahahahahhahahha quando ha fatto goal il Napoli il mio primo pensiero è volato a te grande luca!!!!!
      Mi sono detto “grazie Mertens perché così hai dato una speranza al povero luca che non riesce a farsi una vita è scrive solo quando la Roma perde o pareggia!!! #fattenavitaluca !!! Grazie mertens!!!!”……
      Continua così che vai alla grande!!!!! Non aspettate altro!!! Oggi mi aspetto tantissimi commenti dai nostri amici giallozozzi compagni tuoi!!!!!!
      Io dico sempre la stessa solfa …cioè….. forza Roma sempre sempre sempre !!!!

    • Giusto. Ieri sera la presunzione ha preso lezione dall’esperienza.
      Lezione di calcio da parte del maestro Ancellotti ad un allenatore presuntuoso.
      Spero almeno che EDF abbia preso appunti…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here