Di Francesco: “Pretendo di più, non voglio si scherzi troppo”

6

CSKA ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso, Eusebio Di Francesco, in occasione di CSKA-Roma, match valevole per il quarto turno del girone G.

DI FRANCESCO A ROMA TV
“Vediamo il risultato che è veramente importante, potevamo gestire meglio la partita quando loro sono rimasti in dieci, per me è un punto di vista importante; ci accontentiamo del risultato ma le partite si devono chiudere perché poi un episodio può compromettere quello che di buono è stato fatto”

Questo è un risultato che ci proietta verso il passaggio del turno?
“Sono positivo ma arrabbiato perché pretendo che tramite queste partite arrivi la crescita anche in campionato; noi ci fermiamo sempre un pochino e dobbiamo fare dei mea culpa sapendo che il risultato ci permette ad essere vicini alla qualificazione di affrontare le altre gare con tranquillità. Da questa squadra pretendo di più”.

Kluivert man of the match, è soddisfatto?
“È stato vivo, è stato in partita. Nel finale poteva fare delle scelte migliori, ma ricordiamo che è un ’99 e gli concediamo qualche errore. Ha fatto tante cose interessanti per la squadra”.

Come ha visto Dzeko e se ha pensato anche di fare entrare Schick?
“Magari Schick giocherà la prossima partita, poi vedremo. Ritenevo opportuno fare altri cambi, anche se Patrik si è scaldato e poteva essere una soluzione. Edin è stato in partita più nel secondo che nel primo tempo nell’aiutare la squadra e nel venire a giocare determinati palloni. Ricordiamoci che sta giocando con continuità e può perdere lucidità. Potevano servirlo di più e lui ha bisogno di questo, perché vive di gol per trovare entusiasmo”.

Come mai Under e non El Shaarawy a sinistra? Chiedevi più cross per Dzeko?
“Era cambiata la partita e volevo un attaccante pronto a puntare a differenza di El Shaarawy. Volevo uno più bravo nel dribbling, mentre Stephan è più bravo nel spostare palle e puntare la profondità”.

DI FRANCESCO A SKY SPORT

In Champions la Roma è un’altra cosa…
“Diciamo che il risultato è importante, potevamo fare molto meglio nella gestione e nella ricerca del terzo gol, non mi piace che si rischia di prendere gol sulle palle buttate, dobbiamo cercare di più la verticalità e non voglio che si scherzi troppo”.

Sta vedendo che sta nascendo una chimica nuova a centrocampo?
“Stiamo crescendo, Bryan ha fatto più fatica all’inizio ma ora è stato molto bravo a entrare nei meccanismi, a volte ci facciamo sorprendere troppo alle spalle dei due mediani e questo dobbiamo migliorarlo, loro hanno qualità nell’andare a prendere palla tra le linee e oggi dovevamo essere più bravi a recuperare queste palle. Vedo che c’è una crescita ma voglio che non si scherzi troppo e che andiamo a fare gol e chiudere le partite”.

Abbiamo registrato una disponibilità di Dzeko. Oggi è stato tranquillo…
“Edin può fare sempre di più, potevano dargli una palla differente in un paio di occasioni nel finale e in questo dobbiamo migliorare, a volte tiriamo quando facciamo l’assist e soprattutto i giovani devono migliorare in questo e lo faranno con l’esperienza”.

Ora pensate meglio al campionato…
“Domenica abbiamo subito una partita e dobbiamo essere bravi a recuperare energie. Ricambierò qualcosa in formazione per avere forze fresche, loro sono pericolosi vanno in verticale e palleggiano bene”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. Quando ci togli il paracarro bosniaco davanti la porta avversaria? Se non è in forma, fai giocare qualcun altro. L’hai sempre detto tu stesso. Ora basta! Con lui in campo, giochiamo in 10 in questo momento.

    • Gregory permettimi…… io sempre difeso dzeko fino alla morte …… perché quando uno SBAGLIA non si può contestare……
      ma quando uno è MOLLE E NON DA TUTTO…… è arrivato il momento di farsi da parte…… non me ne frega niente se ti chiami dzeko Totti Ronaldo o cicciniello….. se non dai tutto e non hai L atteggiamento giusto puoi anche andare…… ce ne sono 1 0000000 di giocatori in giro per il mondo e la Roma ha dimostrato che i giocatori contano poco…….perché abbiamo avuto sempre gli stessi risultati in questi ultimi anni……
      forza Roma sempre sempre sempre !!!!

  2. La squadra è modesta. Dzeko ci vuole davvero tanto, tanto coraggio a metterlo in campo. Irritante e disinteressato, personalmente lo metterei in panchina ad oltranza. Meglio Schick, Celar, Musiello, un passante qualsiasi. Ovviamente Dzeko non è che uno degli innumerevoli problemi di questa squadretta mediocre. Ad esempio potrei citare Kolarov che ancora “campa” su 6/7 partite indovinate all’inizio dello scorso anno…

  3. Infatti ne indovina qualcuna in più bastòs o Wallace o Patrick o basta etc etc.. per dzeko e un momento no …. ma dire che é un problema è la squadra è mediocre dice tutto su quanto capisci di calcio e che tifoso sei o di che squadra. Ha cmq 9 punti e si gioca il primo posto col real Madrid … certo non ha continuità e si è indebolita rispetti alla anno scorso lo sanno anche loro. Un consiglio pensa alla Europa league e a non fare Caporetto come con l Francoforte dove avete preso 4 pappPole ….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here