Di Francesco: “Kolarov e De Rossi sono out. Perotti va aiutato, Dzeko deve lavorare sulla continuità” (AUDIO e VIDEO)

0

ROMA SPAL DI FRANCESCO – Il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco interviene in conferenza stampa alle 13.45 alla vigilia di Roma-Spal. L’allenatore capitolino introduce la nona giornata di Serie A rispondendo alle domande dei giornalisti presso la sala conferenze del centro tecnico sportivo Fulvio Bernardini. Alle 15.15 è prevista la rifinitura a Trigoria.

Da Trigoria
Claudia Belli

ROMANEWS.EU SEGUE L’EVENTO IN DIRETTA

TRASCRITTA LETTERALMENTE RIASCOLTANDO L’AUDIO DELLA CONFERENZA

LA CONFERENZA STAMPA

Roma, Radio: come ha trovato la squadra dopo la sosta? 
“Non sono arrivati tutti quanti insieme, specialmente i nazionali, Kluivert e Nzonzi non si sono allenati con la squadra. In generale bene, Schick ha qualche problemino, ma credo risolvibile. Al di là degli infortuni che sapete la squadra sta bene”.

Calicchia, Roma Tv: terrà più conto del minutaggio o del rendimento dei giocatori impiegati in nazionale?
“Al di là di chi ha segnato è una valutazione che sto facendo ma in maniera relativa specialmente per le prime gare. Terrò conto del minutaggio dei calciatori, non so se per questa partita o per la prossima. Credo che due partite ravvicinate, in generale, si possano tenere in buona condizione con la speranza di recuperare due giocatori come Kolarov e De Rossi per il CSKA. Questo ci permetterebbe di avere maggiori soluzioni in tutte le zone del campo”.

Mangiante, sky: come stanno Kolarov e De Rossi? Daniele ha detto che vuole fare l’allenatore, lo vede dopo di lei?
“Sono in continuo miglioramento, con la speranza di metterli in gruppo domenica dopo la partita con la SPAL, valutando la possibilità di utilizzarli o metterli a disposizione per la partita con il CSKA. In questa non saranno sicuramente convocati, nessuno dei due. Daniele già fa il mio collaboratore (ride,ndr). E’ un punto di riferimento per tanti ragazzi e anche in mezzo al campo lo deve essere, lo può fare ancora meglio, già è molto bravo. Il fatto di aver avuto un percorso calcistico importante, anche essendo un centrocampista lo aiuta nel poter fare un domani l’allenatore. Per quello ritengo che lo possa fare, andranno valutate tante altre sfaccettature, non solo conoscenze tecnico-tattiche che sono importanti ma anche le altre. Credo che in futuro possa essere un ottimo allenatore”.

Il problema di Schick quanto incide nel ballottaggio?
“E’ una valutazione molto importante che devo fare. Nella mia testa c’era questa cosa, ma ad oggi dirvi quello che farò domani non lo so. Sicuramente davanti giocheranno o lui o Edin, giocherà il calciatore che mi darà garanzie in tutti i sensi, magari a partita in corso valuteremo. Non so darvi una risposta definitiva perché lo devo vedere in campo oggi, ieri non si è allenato con la squadra, Nzonzi e Kluivert per scelta, lui perché non stava benissimo”.

Matera, Sportitalia: Dzeko sembra essere trasformato nelle ultime gare, quanto c’è di Eusebio di Francesco?
“Il merito più grande è il suo, io devo solo cercare di mettere i calciatori nelle migliori condizioni per poter rendere. Credo che Edin, non mi stancherò mai di dirlo, abbia delle potenzialità enormi che a volte neanche lui si rende conto di avere, quello che manca un pochino ad Edin è la continuità, ora la sto rivedendo per lunghi tratti della gara. A volte non dico che sparisce, ma non si mette totalmente a disposizione dei propri compagni. Lui sta facendo un ottimo lavoro e credo che l’aspetto psicologico, specialmente per un attaccante, diventi importantissimo. Lui va sfruttato in questo momento, al di là delle scelte che farò domani”.

Pastore, Il Romanista: con l’assenza di Perotti è possibile vedere Coric esterno alto?
“Ho fatto delle valutazioni nel pre-campionato, era importantissimo per me farlo al fine di capire le caratteristiche di alcuni giocatori, credo che quello di esterno non sia il suo ruolo, sia per quello che ho visto nel pre-campionato che negli allenamenti. E’ un centrocampista, che può giocare tra i tre che sto valutando, può essere si un trequartista, ma migliorando nella fase di interdizione può giocare anche nei due centrali.”.

Zucchelli, Gazzetta dello Sport: come sta Pastore?
“E’ rientrato con la squadra ieri, sarà quasi sicuramente convocato, è a disposizione, dirvi la condizione fisica è quasi impossibile, va valutato volta per volta, sta bene”.

Maida, Corriere dello Sport: la Roma è la squadra che fa meno contrasti: a questo dato si riferiva quando parlava di mancanza di determinazione? I due infortuni ravvicinati di Perotti è una questione di mentalità e malessere?
“Bisogna chiedere a chi ne capisce più di me. Dico solo che può essere anche psicologico ma anche fisico. Stiamo valutando insieme ai preparatori e allo staff sanitario per riportarlo nelle condizioni migliori possibili per farlo entrare in una condizione perfetta. Il fatto di star male tante volte va aiutato anche psicologicamente. Per i contrasti è una cosa in cui stiamo lavorando per essere competitivi in tutte le competizioni”.

Lorusso, RDS: si sente tranquillo che la sua squadra abbia superato quell’alternanza di rendimento?
Domani è una partita molto complicata, se voi vedete la partita della SPAL con l’Inter o le altre partite ha fatto ottime partite. Il grande errore che si fa in questo ambiente è sottovalutare le avversarie. Lazzari è partito dai dilettanti e ora è il giocatore che fa più dribbling in campionato. Noi dobbiamo dare continuità, con questa si ottengono risultati importanti. Noi non abbiamo superato niente, non è finito nulla.

De Angelis, Rete sport: un centrocampista come Zaniolo potrebbe essere messo davanti la difesa come Nzonzi?
“Si possono fare tanti esperimenti ma devo dare certezze. L’ho sempre provato come trequartista o mezzala e non è ancora pronto per fare questo sia per età che per esperienza. Magari in altre partite sì ma in partenza no”.

Trinca, Trs: Luca Pellegrini giocherà sulla sinistra o sarà titolare Santon?
“Giocherà Pellegrini sulla sinistra ricordando che deve continuare a lavorare cercando di rendere più pulite le prestazioni. Ha grandi fisicità e mezzi ma deve sfruttarle meglio, è giovane ed è giusto che possa migliorare e sbagliare”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here